Skip to content

Social Media e l'imprenditoria digitale

Costruire un personal brand online

Creare un brand o vendere un prodotto non sono gli unici modi per guadagnare online, si può anche utilizzare la propria immagine per creare un personal brand.
Avere un personal brand significa creare un interesse pubblico verso la propria persona e utilizzare la propria immagine per fare pubblicità, vendere o influenzare le persone, costruendo lentamente un brand attorno al proprio nome.
Costruire un personal brand è molto importante e può rivelarsi utile per qualsiasi cosa si desideri fare in futuro: sia che si voglia aprire un ulteriore business, sia che si voglia proseguire con un genere diverso di carriera, in quanto avere delle persone che parlano di te, e avere dunque una certa fama, alza il livello di reputazione, che porta potenzialmente a molte più conoscenze ed opportunità nel mondo.
Al giorno d’oggi, la creazione di un personal brand è semplificata e resa molto più veloce grazie alla crescita organica che danno i social media. Tramite la creazione di un profilo sui social network, una persona può sfruttare l’esposizione data per creare contenuti e mostrare la propria personalità al mondo intero. Si possono anche utilizzare come portfolio, mettendo in evidenza quello che facciamo e per cosa vogliamo farci conoscere. Il percorso per crearne uno rimane però lo stesso che per un business online.
Bisogna dunque scegliere la propria nicchia di mercato, diventare esperti e documentare la nostra crescita in tale ambito, imparare a creare una community di persone che parli della nostra persona, raccontando dunque una storia e condividendo i nostri obiettivi, investire del denaro e fare network con altre persone del settore.
Il processo è dunque molto simile a quello necessario per creare un business online, in quanto un personal brand è immediatamente collegabile ai giorni nostri ad una grossa presenza sui social media.
Quando possediamo un brand collegato al nostro nome diventa dunque molto più facile influenzare la propria audience e vendere o pubblicizzare dei prodotti senza dover creare un business a se stante.
Esistono tuttavia delle strategie necessarie alla costruzione di un personal brand efficace, che servono a fornire una lenta ma progressiva crescita organica della propria immagine, incrementando dunque la propria reputazione. È necessario quindi:

Raccontare la propria storia
Per creare un personal brand di successo, il primo passo è quello di far sapere alle persone con chi hanno a che fare. Bisogna raccontare da dove si viene e che cosa abbiamo fatto in passato per arrivare dove siamo ora.
Questo serve per fare capire al pubblico che ci segue di essere persone normali, con una storia comune e con la quale possono quindi associarsi e riconoscersi.
Inoltre, raccontare la propria storia, apre le porte ad una relazione più intima e aperta con la nostra audience, che si fiderà di più di noi in futuro in quanto saprà esattamente quali sono stati i nostri problemi in passato e chi siamo veramente.

Condividere i propri obiettivi
Un secondo passo per un personal brand di successo, dopo aver raccontato da dove si arriva e qual’è la nostra storia, è quello di far sapere esattamente dove si vuole arrivare e l’obbiettivo che ci si è posto e condividerlo.
Far capire al pubblico che siamo delle persone normali ma che la nostra ambizione ci ha portato a desiderare di arrivare ad un determinato obiettivo suscita interesse e curiosità e motiva le persone, che si interesseranno al nostro percorso e diventeranno desiderose di capire quali sono i nostri passi successivi per arrivare a tale obiettivo.
Inoltre un elemento fondamentale è quello di fare in modo che le persone possano rispecchiarsi in quello che facciamo e diciamo. Raccontando la nostra storia e condividendo un obiettivo “ambizioso” si riesce a creare un collegamento con il pubblico, che inizierà a seguire ed ammirare il nostro percorso verso l’obiettivo, emulandolo e prendendo esempio.

Creare un impatto positivo
Se si vuole fare in modo di essere seguiti e apprezzati, la cosa migliore è quella di avere un messaggio positivo e lasciare un impatto piacevole sulle persone.
Diffondere dunque un proprio messaggio e un sistema di credenze diverso dal consueto, ma positivo, aiuta sicuramente la creazione di un personal brand di successo, in quanto poi i seguaci inizieranno ad accettare e condividere lo stesso pensiero e si ritroveranno ad influenzare a loro volta altre persone a loro vicine.
Lasciare un impatto positivo è molto importante anche per la reputazione del nostro personal brand, in quanto esso è associato al nostro nome ed è dunque un’operazione molto delicata cercare di esporsi senza rischiare di rovinare la propria reputazione personale.

Lasciare parlare di se
Nel momento in cui i nostri seguaci iniziano a condividere lo stesso modo di pensare e lo stesso stile di vita che il personal brand cerca di esprimere, si inizierà a parlare non più del nostro brand, ma attorno al nostro brand.
Questo fenomeno molto importante viene chiamato “community” ed avviene quando si crea una comunità di persone che condividono lo stesso pensiero, obiettivo o storia (che in questo caso è fornito da un personal brand), che interagisce non più solamente con il brand ma attorno al brand. Avere una community serve dunque a fare in modo che si parli di qualsiasi argomento che sia connesso con il personal brand che si sta creando. In questo modo si riesce ad ottenere un’ulteriore esposizione e una crescita organica molto più rapida e più efficace. Un esempio moderno può essere dato dai gruppi sui social network, nei quali entrano i seguaci di un argomento (o di un brand), che condividono pensieri, foto o video e discutono su qualsiasi cosa riguardante il soggetto del gruppo.
Questi sono gli elementi chiave per costruire efficacemente un personal brand di successo. Tuttavia ai giorni nostri, grazie ai social media e alla facilità e rapidità con cui si può arrivare a possederne uno, questi elementi non sono ancora del tutto sufficienti.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Social Media e l'imprenditoria digitale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco D'Elia
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Verona
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Alessandro Zardini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 49

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi