Skip to content

Genesi ed evoluzione del sequestro di persona tra ‘800 e ‘900

Emigrazione sarda e sequestri

Analizzare e comprende a fondo la storia della criminalità sarda, ed in particolar modo quella relativa all'ambiente barbaricino ed il suo modo di utilizzare il sequestro di persona, è propedeutico per poter apprendere appieno le varie implicazioni che tale fenomeno criminale ha avuto presso le altre organizzazioni criminali presenti in Italia. Mentre dell'aspetto classico, ovvero della sua funzione nel mondo barbaricino fino alla prima metà del ‘900, si è già dibattuto ed anche in modo approfondito in precedenza, ora è opportuno soffermarsi sulla nuova funzione che tale fattispecie delittuosa assume nella seconda metà del XX ̊secolo, sempre relativamente al mondo sardo. Si passa da una logica di rivalsa sociale o di vendetta del sequestro di persona ad una puramente economica. «Il bisogno - figlio della fame e della disperazione – lascia il posto ad una forma più moderna di accumulazione del denaro, prodotto di una cultura industriale i cui valori stavano soppiantando gli antichi miti della cultura contadina e pastorale sarda. Gli anni del boom economico avrebbero portato ad ulteriori conseguenze questi mutamenti» ovvero si assisterà ad una forte emigrazione di pastori sardi nella penisola, e più precisamente nelle zone centrali, che farà conoscere questa fattispecie delittuosa all'intero paese e avrà come conseguenza un incremento esponenziale di quest'ultima ed una riproposizione della stessa da parte delle altre organizzazioni criminali. I collettivi delinquenziali di estrazione sarda responsabili di eventi delittuosi, soprattutto sequestri di persona, che operavano in questi anni vennero denominate anonima sequestri o anonima sarda dai giornalisti. Bisogna comunque tener distinte tali organizzazioni criminali da quelle mafiose, le quali hanno una base organizzativa ben differente. Vi sono almeno tre aspetti che, se considerati unitariamente, differenziano profondamente il modo di operare della criminalità sarda da tutte le altre; il primo è che queste bande non avevano carattere permanente, infatti una volta portato a compimento il delitto queste si scioglievano; il secondo riguarda la composizione delle bande, i cui componenti erano legati da rapporti di parentela comparatico o da precedenti comuni fatti criminosi; in fine l'elemento forse più caratterizzante rispetto alle altre associazioni mafiose, ovvero che i proventi, ingenti o meno, venivano immobilizzati nell'isola e non venivano reinvestiti in altri circuiti criminali come potevano essere il traffico di stupefacenti o delle armi.

Riprendendo in considerazione l'aspetto dell'emigrazione della popolazione sarda nella penisola si può notare che questi hanno portato indubbi vantaggi economici in alcune aree dell'alto Lazio, della Toscana, dell'Umbria e delle Marche che hanno visto intere zone impervie ed abbandonate da tempo rivitalizzarsi e diventare produttive. A far da contraltare a questi elementi positivi però vi è la mancata integrazione dei sardi nella nuova comunità, poiché questi più che altro trapiantarono un modello culturale differente nella nuova realtà e l'ovvia conseguenza fu l'esportazione del sequestro di persona. Su 26 sequestri di persona avvenuti in Toscana dal 1975 al 1990 ben 20 sono riconducibili ad una matrice di criminalità sarda, dal momento che in 15 sequestri sono stati condannati con sentenza definitiva soggetti di origine sarda; in 2 sequestri sono stati condannati con sentenza definitiva individui legati all'ambiente dei pastori sardi; in 3 sequestri sono stati inquisiti elementi sardi senza però che gli stessi siano stati raggiunti da prove tali da portare ad una condanna. Lo stesso dicasi per l'unico sequestro avvenuto nelle Marche, di alcuni riguardanti l'Umbria e di gran parte dei 54 casi avvenuti nel Lazio. Un altro dato che conferma la matrice sarda di tali delitti in queste zone è che fino al 1975 la Toscana ed il Lazio non conosceva tale delitto, le Marche fino al 1977, l'Umbria fino al 1978, ovvero tutte date postume alla emigrazione sarda.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Genesi ed evoluzione del sequestro di persona tra ‘800 e ‘900

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Raffaele Cipolla
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Floriana Colao
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 123

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aldo moro
sequestro moro
sequestro
sequestro di persona
sindrome di stoccolma
art 605 c p
sequestro mafia
anonima sarda

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi