Skip to content

Rilievo, verifica e monitoraggio di elementi architettonici

Iter Procedurale

1: FATTORI DI CONTESTO

2: QUALITA’ FUNZIONALE

3: CORRETTEZZA COSTRUTTIVA

Si è analizzato il complesso residenziale sito a Termoli chiamato le Residenze di via Asia. Lo studio degli edifici ci ha portato all’analisi dei requisiti principali (tratti dal libro N.T.R. Emilia Romagna): di fruibilità, di gestione, di sicurezza, igienico-sanitari e di correlazione, in modo da capire se sono stati rispettati nel momento della progettazione e se l’edificio soddisfa a pieno le esigenze di ogni singolo soggetto.

• 1 : Studio del soleggiamento e delle ombre (requisito igienico sanitario):
L’analisi delle ombre portate da conto in modo del tutto intuitivo della reale condizione di soleggiamento delle facciate nei diversi periodi dell’anno. Considerando le ombre ai solstizi estivo e invernale al mattino, a mezzogiorno e al pomeriggio, si evidenziano le condizioni di massimo e minimo ombreggiamento delle facciate Questo tipo di informazione consente di giudicare la disposizione planimetrica dei fabbricati in relazione alla possibilità di captazione solare diretta invernale e di protezione dalla radiazione estiva. La zona analizzata presenta un’orografia pressoché pianeggiante, pertanto le condizioni di soleggiamento risultano ottimali durante tutto l’arco della giornata. La radiazione solare dopo aver colpito una superficie subisce un frazionamento, ovvero una parte viene rifratta e una viene assorbita. Questa caratteristica di assorbire e riflettere le radiazioni solari viene studiata mediante un coefficiente detto albedo, definito come rapporto tra il flusso di energia riflesso e quello assorbito da un corpo.

• 2 : Studio del requisito di fruibilità:
La fruibilità è la possibilità di utilizzare gli spazi aperti e/o costruiti, i servizi informativi ed i mezzi di trasporto. Il requisito si considera soddisfatto se esiste almeno un percorso fruibile anche da parte di persone con ridotte o impedite capacità motorie o sensoriali. La fruibilità degli spazi dipende dalla presenza di spazi minimi per le funzioni richieste e dal livello di accessibilità agli spazi stessi. Una buona organizzazione degli spazi (funzionalità) consente la loro fruibilità ed inoltre favorisce la sicurezza e la facilità nell’uso. L’accessibilità è soddisfatta se sono fruibili gli spazi aperti al pubblico. Ogni unità immobiliare residenziale deve essere visitabile: deve cioè essere possibile accedere al soggiorno o alla camera da pranzo, ad un servizio igienico ed ai relativi percorsi di collegamento per detti locali. Conclusioni: L’interno delle abitazioni rispetta i criteri di fruibilità e di accessibilità. Possiamo vederlo dalle foto in cui si nota la mancanza di ostacoli che limitano o impediscono a chiunque il comodo e sicuro utilizzo di parti, di attrezzature o di componenti dell’edificio, nonché di spazi di pertinenza attrezzati.

• 3 : Studio del requisito di gestione:
Il paesaggio si costruisce:
Svanisce l’opposizione tra città e campagna, tra natura e architettura. Un albero può, come il cemento, diventare un materiale da costruzione e il cemento può, come un albero, diventare un frammento di paesaggio. Tutto contribuisce alla costruzione dell’ambiente, mettendo in crisi i confini tra edilizia e urbanistica e costringendo l’ambientalismo a ridefinirsi. Da qui il bisogno di evitare tanto la cementificazione selvaggia quanto il rifiuto ideologico di costruire per puntare a sintesi tra paesaggio e architettura che creano nuove relazioni percettive. Nella progettazione delle aree verdi e di spazi condominiali esterni in genere sono tenuti presenti i seguenti accorgimenti:
- possibilità di accedere con il proprio veicolo e di poter parcheggiare nelle vicinanze dell’ingresso principale o di un accesso alternativo;
- possibilità di disporre lungo i principali percorsi pedonali all’interno delle aree verdi, al massimo ogni 100-150 metri, di punti di sosta attrezzati con sistemi di seduta (panchine, appoggi ischiatici, muretti, ecc.) opportunamente dimensionati e segnalati con variazione di tessitura avvertibile al tatto del fondo del percorsi pedonali stessi;
- possibilità di garantire l’accessibilità e la raggiungibilità da parte dei bambini, degli anziani e delle persone su sedia a ruote, di tutte quelle strutture di uso pubblico presenti.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Rilievo, verifica e monitoraggio di elementi architettonici

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Ivan Iacovino
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria edile
  Relatore: Nicola Sciarra
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 38

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi