Skip to content

Il sistema di misurazione e valutazione delle performance con particolare riferimento all’Azienda Ospedaliero-Universitaria Sant’Andrea

La Riforma Madia: La L. n. 124/2015 e il D. Lgs. n. 74/2017

A seguito dell’Intesa Governo-Sindacati del 30 novembre 2016 viene dato l’avvio ad una nuova riforma del lavoro pubblico, nota all’opinione pubblica come Riforma Madia, dal nome del Ministro pro tempore per la semplificazione e la Pubblica Amministrazione.
Con l’Intesa, fra gli altri obiettivi, le parti si impegnavano reciprocamente ad individuare nuovi sistemi valutativi idonei a garantire un’adeguata valorizzazione delle professionalità e delle competenze, nonché a misurare e valorizzare i differenti apporti individuali forniti all’organizzazione, rinviando la disciplina della materia alla contrattazione collettiva seppur nei limiti delle previsioni normative ed aprendo di fatto ad un nuovo atteggiamento in tema di rapporti con il sindacato da parte del Governo.
L’art. 17 c.1 della Legge-delega n. 124/2015 prevede una revisione dei sistemi di valutazione del personale, e, più in generale, della misurazione e valutazione della performance, improntata ai seguenti criteri:
1. Semplificazione delle norme in materia di valutazione dei dipendenti pubblici, di riconoscimento del merito e di premialità;
2. Razionalizzazione ed integrazione dei sistemi di valutazione;
3. Sviluppo di sistemi distinti per la misurazione dei risultati raggiunti dall’organizzazione e dei risultati raggiunti dai singoli dipendenti;
4. Potenziamento dei processi di valutazione indipendente del livello di efficienza e qualità dei servizi e degli impatti da queste prodotti, anche mediante il ricorso a standard di riferimento e confronti;
5. Riduzione degli adempimenti in materia di programmazione, anche tramite una maggior integrazione con il ciclo di bilancio;
6. Coordinamento della disciplina in materia di valutazione e controlli interni;
7. Previsione di forme di semplificazione specifiche per i diversi settori della P.A.
Con la Riforma Madia il legislatore adotta pertanto scelte di carattere tendenzialmente conservativo rispetto alla normativa precedente, mantenendo valido tutto l’impianto preesistente ed anzi rafforzandolo attraverso alcuni elementi di novità incrementativi e non modificativi della norma originaria; tale linea appare apprezzabile poiché consente alle amministrazioni di adottare le proprie determinazioni in ordine ai temi della valutazione della performance ed ai processi di cambiamento organizzativo nel solco tracciato dalla precedente riforma.
Tuttavia non si può sottacere che la delega, puntuale quanto alle ambiziose finalità che il Governo intende perseguire, risulta alquanto laconica sulle modalità del raggiungimento di tali obiettivi: alcuni concetti, in particolare quelli enunciati ai punti 1. e 4. di cui alla pagina precedente, risultano infatti estremamente vaghi, cosicché “appare difficile esercitare ex post un controllo di effettività fra le intenzioni del legislatore e l’esercizio della delega da parte del Governo”.
Sulla base della delega operata dall’art. 17 c. 1 della L. n. 124/2015 viene quindi emanato il D. Lgs. n. 74/2017, che mira a superare le criticità riscontrate nella concreta attuazione del D. Lgs. n. 150/2009, le quali possono essere riassunte come di seguito:
1. Inadeguatezza del livello di intervento degli Organismi Indipendenti di Valutazione (OIV) in fase di definizione della documentazione programmatoria e del sistema di misurazione e valutazione della performance;
2. Assenza di coinvolgimento dei cittadini nel processo di valutazione delle prestazioni pubbliche e inadeguatezza del peso attribuito alla misurazione e alla valutazione della qualità del servizio pubblico;
3. Assenza di chiarezza sul collegamento fra gli obiettivi strategici ed operativi stabiliti nel Piano della performance e gli obiettivi individuali assegnati ai Dirigenti ed al restante personale dipendente.
Si rende inoltre necessario individuare un nuovo sistema di ripartizione e distribuzione del trattamento accessorio correlato alla produttività ed alla performance a seguito della sospensione dell’art. 19 del D. Lgs. n. 150/2009, al quale si è accennato nelle pagine precedenti. [...]

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il sistema di misurazione e valutazione delle performance con particolare riferimento all’Azienda Ospedaliero-Universitaria Sant’Andrea

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Chiara Macchiesi
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master II Livello - La riforma del lavoro pubblico
Anno: 2019
Docente/Relatore: Valerio Maio
Istituito da: Università Telematica TEL.M.A.
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 135

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

performance
misurazione della performance
valutazione della performance
sistemi premianti
ciclo della performance

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi