Skip to content

Cine-turismo, uno strumento di promozione turistica per le location: analisi della professione di location manager

Le film commission: perché e quando nascono

Le film commission nascono per ricoprire il ruolo di intermediario tra il territorio e i soggetti che rappresentano le produzioni cinematografiche; sono delle autorità amministrative indipendenti che, con l'appoggio degli enti locali e regionali, attraggono le produzioni ad esempio offrendo loro dei vantaggiosi incentivi inerenti al costo di realizzazione del film collegato al luogo in cui viene girato. 
Le primissime istituzioni di questo tipo nacquero negli Stati Uniti negli anni quaranta circa quando in quel tempo le esigenze cinematografiche americane si facevano sempre più pretenziose e per superare i problemi dovuti al coordinamento tra produzione ed enti locali si decise di creare un unico soggetto che si occupasse di questo aspetto di comunicazione. 
In seguito vi fu una rapida proliferazione di film commission, in particolare nei luoghi in cui si era consapevoli delle potenzialità turistiche di un territorio e si comprendevano il valore e i benefici che l'ospitare una produzione cinematografica poteva apportare a quel luogo in termini di promozione della destinazione. 
Nei soli Stati Uniti dopo circa quarant'anni dalla nascita delle film commission ne si potevano contare una sessantina riconosciute dall'Association of Film Commissioners International (AFCI), un organo internazionale costituito nel 1975 per fronteggiare la sempre crescente necessità di coordinamento all'interno della gestione dei rapporti tra produzioni audiovisive e territorio che oggi rappresenta una rete mondiale di film commission dislocate su tutti i Paesi; tra i compiti di questa associazione si annoverano il riconoscere e definire i ruoli e i compiti delle film commission e il fornire formazione e servizi commerciali alle film commission associate. 
Per quanto riguarda invece la situazione sul territorio italiano si può notare come il fenomeno sia arrivato decisamente più tardi e solo recentemente ha iniziato a consolidarsi; tutt'oggi, infatti, si cerca ancora di convincersi dei grandi benefici che il cinema potrebbe apportare ai territori. Per esattezza, la prima film commission italiana nacque nel 1997 nella regione Emilia Romagna e ad essa seguirono poi altri territori e regioni fino a contarne oggi una trentina non tutte però operative ed effettive (Enrico Nicosia, 2012). 
In passato si faceva distinzione tra film commission e film office, in quanto le prime si occupavano principalmente di promozione territoriale al fine di attrarre le produzioni cinematografiche affinché scegliessero il territorio in questione come location per le riprese; i secondi invece, si preoccupavano piuttosto di risolvere tutti i problemi pratici e di agevolare il lavoro dei produttori di modo che restassero in quel luogo e ne rimanessero soddisfatti. Oggi invece, film commission e film office tendono ad essere considerate come lo stesso organo oppure vengono utilizzate come sinonimi a causa principalmente della mancanza di una normativa in materia (Cucco, Richeri, 2013). 
Una film commission può avere competenze geografiche diverse, può comprendere una singola città, una precisa area di una regione oppure ancora una regione nella sua interezza, in ogni caso l'obiettivo principale è quello di promuovere il proprio territorio al fine di attrarre le produzioni cinematografiche e convincerle a sceglierlo come location per il film. A questo proposito, nel prossimo paragrafo, si approfondiranno e analizzeranno gli obiettivi generali e specifici delle film commission. 

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Cine-turismo, uno strumento di promozione turistica per le location: analisi della professione di location manager

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alessia Sioli
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Scienze del turismo
  Relatore: Maurizio Goetz
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 95

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cinema
turismo
territorio
viaggi
promozione
tourism
cineturismo
film-induced tourism
location manager
destination placement

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi