Skip to content

Jamás, nadie di Beatriz Rivas: una proposta di traduzione

Processo di scrittura dell'autrice

Come già anticipato precedentemente, Rivas, prima di scrivere un romanzo, non conosce quella che sarà la trama o i personaggi, come invece accade per altri scrittori.
Conosce solo quello che è l'incipit e la fine della storia, la trama viene man mano che procede con il romanzo. Non c'è dunque una ricerca e strutturazione prematura.
Secondo Rivas, quando osserviamo molte cose ci rimangono in mente, nel cosiddetto “archivio mentale”. Non si tratta di appunti fisici, sono semplicemente dei ricordi che neanche sappiamo di avere e che la nostra mente riesuma nei momenti opportuni.
Durante la stesura di un romanzo, infatti, per Rivas risulta proficuo recarsi a scrivere in posti come café, o comunque dove possa osservare le persone, come conversano tra di loro, come camminano. Definisce il suo processo di scrittura interessante perché finiscono per intromettersi all'interno della stesura personaggi che all'inizio non credeva possibili. Si parte spesso dalla quotidianità.
Rivas spiega che una delle parti più difficili della stesura è stata quella di catturare l'immagine di Yan, trattandosi di un personaggio fittizio. L'autrice si mise ad osservare diverse fotografie, tutte di uomini orientali, fino a sceglierne una che avrebbe ritratto il suo personaggio. Lo stesso è valso per il nome: sono state condotte diverse ricerche nel tentativo di incontrare un nome orientale che fosse frequente a quell'epoca.
Anche l'idea del romanzo si realizza per caso: Jamás, nadie nasce da un'esposizione a cui Rivas aveva partecipato al Museo Memoria y Tolerancia a Città del Messico, intitolata “303 La matanza de Chinos en Torreón”. Dopo avervi partecipato, Rivas si rende conto di non conoscere questa storia e di non essere la sola, dunque da qui l'idea di conferirle la giusta importanza. L'intento dell'esposizione, che poi verrà ripreso dalla stessa Rivas nel libro, è quello di comprendere le circostanze storiche e sociali che alimentarono la xenofobia in Messico all'inizio del secolo scorso, con particolare attenzione alla formazione di comitati anticinesi nei decenni successivi, ponendo l'accento sulle cause del massacro che, al di là del contesto della lotta armata, sono state puro odio razziale assieme al desiderio di saccheggiare e uccidere.
Successivamente a questa scoperta, l'autrice ha iniziato con una certa frequenza a ritagliare dai quotidiani notizie sui migranti, notizie della diaspora su tutto il mondo – questo elemento viene ritrovato all'interno del romanzo, difatti lo stesso Yan condivide come la scrittrice la passione del ritagliare notizie dal quotidiano, non a caso la Rivas afferma che “los escritores aunque no escribamos nuestras autobiografias estamos en todos nuestros libros” – questo per racimolare più informazioni possibili sull'immigrazione che saranno poi oggetto della sezione finale presente in ogni capitolo, intitolata “Periplo migratorio”, di cui si è poc'anzi accennato.
Inoltre, questo tipo di ricerca svolta dall'autrice sarà di indispensabile aiuto per descrivere la difficile condizione vissuta dalla comunità cinese all'interno del romanzo.
Tutta questa ricerca incuriosisce Rivas a tal punto da organizzare un viaggio in Cina. La scrittrice afferma di aver compiuto un viaggio meraviglioso che le ha permesso di conoscere a fondo il luogo natio di Yan, un piccolo paese conosciuto come la “Venezia cinese”, vista la presenza di numerosi canali. Attraverso questo viaggio Rivas ha compiuto una vera e propria immersione nella cultura e religione cantonese, conoscendo le usanze e assaporando ogni piatto, inalato ogni aroma. Tutte informazioni utili alla stesura del romanzo. [...]

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Jamás, nadie di Beatriz Rivas: una proposta di traduzione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Martina Valeriano
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2019-20
  Università: UNINT - Università degli studi Internazionali di Roma
  Facoltà: Interpretariato e Traduzione
  Corso: Traduzione letteraria e traduzione tecnico-scientifica
  Relatore: Lorenzo Blini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 231

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

tesi traduzione
proposta di traduzione
tesi traduzione letteraria
lawrance venuti

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi