Skip to content

Analisi statistico spaziale dell'inquinamento idrico da sostanze perfluoroalchiliche PFAS nella Regione Veneto

Informazioni tesi

  Autore: Federica Carpi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Economia dell'ambiente della cultura e del territorio
  Corso: Economia e statistica
  Relatore: Rosalba Ignaccolo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 78

Il presente elaborato mira ad esplorare a livello statistico spaziale la dispersione delle sostanze perfluoroalchiliche (PFAS) nei reticoli idrografici del Fratta Gorzone e del Bacchiglione nella Regione Veneto attraverso il modello statistico spaziale Spatial Stream Network.
Il primo capitolo presenta le sostanze PFAS dal punto di vista chimico e le diverse applicazioni industriali e commerciali delle stesse, per poi dare uno guardo alle normative internazionali e nazionali che si sono sviluppate negli ultimi anni.
Il secondo capitolo tratta del caso studio della Regione Veneto: si è descritto più nel dettaglio la diffusione degli inquinanti dalla fonte di contaminazione verso il reticolo idrografico e come esso influenza le matrici ambientali e la salute umana. Nel terzo capitolo si è sviluppata un' analisi preliminare in cui vi è spiegato come ARPA Veneto ha implementato il campionamento delle acque, inoltre è possibile visionare la dispersione degli inquinanti lungo l'arco temporale 2013-2019.
Il quarto capitolo tratta invece dell'applicazione del modello Spatial Stream Network al caso studio. Si andranno a calcolare in primis, tramite STARS in ArcGIS, gli attributi spaziali dei corpi idrici del Fratta Gorzone e del Bacchiglione; l’analisi prosegue su RStudio con l’applicazione del modello SSN il quale permette di visionare la dispersione degli inquinanti lungo i reticoli idrografici e di prevedere i valori degli inquinanti sui siti non monitorati.
La ricerca ha portato dei risultati abbastanza soddisfacenti, che permettono quindi di definire un quadro aggiornato riguardo l’inquinamento idrico da sostanze perfluoroalchiliche nei bacini del Fratta Gorzone e del Bacchiglione.

Informazioni tesi

  Autore: Federica Carpi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Economia dell'ambiente della cultura e del territorio
  Corso: Economia e statistica
  Relatore: Rosalba Ignaccolo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 78

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Le sostanze perflouroalchiliche (PFAS) sono un gruppo eterogeneo di sostanze chimiche di origine antropica, composte da un legame carbonio-fluoro di differenti misure e un gruppo funzionale idrofilo all’estremità. Grazie alla loro repellenza all’acqua e ai grassi e alla loro stabilità termica, sono ampiamente utilizzati in differenti settori industriali e in beni di consumo fin dagli anni Sessanta; le applicazioni commerciali più conosciute sono le pentole antiaderenti (Teflon) e i tessuti impermeabili traspiranti (Gorotex). Gli studi della comunità scientifica internazionale non hanno ancora reso noto gli effetti e i rischi di tali sostanze sulla salute e sull’ambiente, ma, ad oggi, la presenza di PFAS è stata registrata in tutte le matrici ambientali (Mastrantonio et al. 2017). La questione delle PFAS nella regione Veneto emerse nel 2007 quando furono pubblicati i risultati dello studio PERFORCE (Perfluorinated Organic compuonds in the european Environment), che riportavano alte concentrazioni di Acido Perfluoroottanico PFOA nelle acque del fiume Po. Da questa nota, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha intrapreso un iter per approfondire queste indagini arrivando, solo, nel 2013 a confermare la situazione di inquinamento in diversi fiumi italiani; più in particolare, si è specificata la contaminazione da sostanze PFAS nei bacini idrici del Bacchiglione e del Fratta Gorzone (CNR-IRSA 2013). Con tale documento, il Ministero fa notare l’importanza di azioni immediate come una maggiore conoscenza degli impatti poiché le concentrazioni delle sostanze PFAS sono risultate significative. Si parla più nello specifico di Acido Perfluoroottanico PFOA e Acido Perfluoroottansolfonico PFOS, le quali hanno la capacità di essere chimicamente persistenti nell’ambiente e accumulabili lungo la catena alimentare. La conseguenza più rilevante dovuta al rilascio di tali sostanze è legata alla contaminazione della falda acquifera e dei corpi idrici fluviali superficiali, sia per

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ssn
geostatistica
arcgis
inquinamento idrico
analisi spaziale
pfas
stars
rstudio
stream network

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi