Skip to content

Nuove opportunità di sviluppo territoriale: il turismo di ritorno dei devoti di Sant'Alfio nella Sicilia orientale

Informazioni tesi

  Autore: Mariangela Agnese Borzi'
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia delle Amministraz. Pub. e delle Istituz. Internaz.
  Relatore: Sonia Giaccone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 173

Il tema centrale della tesi riguarda il ruolo delle feste religiose nella valorizzazione dell’offerta territoriale, in particolare dei Comuni della Sicilia orientale accomunati dalla devozione verso i SS. MM. Alfio, Filadelfo e Cirino e come fonte di attrazione del turismo di ritorno delle diverse comunità di emigrati siciliani e discendenti presenti in America e in Australia.
La rilevanza del tema deriva dal fatto che la Festa di Sant’Alfio, è una delle più rinomate manifestazioni religiose e popolari della Sicilia orientale, in grado di attirare ed accogliere non solo numerosissimi visitatori e pellegrini, provenienti dal territorio circostante, ma anche molti devoti che giungono da oltreoceano. Per questo motivo essa può fungere da filo conduttore tra il turismo religioso e il turismo di ritorno, favorendo la creazione di un nuovo e particolare segmento del mercato turistico, ossia il prodotto turistico genealogico-religioso, incentrato sia sulla scoperta delle origini e tradizioni passate che su elementi a carattere religioso e spirituale. A tal fine si potrebbe puntare sulla creazione di un sistema turistico integrato d'offerta turistica, in grado di conferire maggiore dinamicità a certe piccole realtà locali che, da sole, non riescono ad ottenere elevati margini di competitività. Anche la realizzazione di grandi eventi, caratterizzati da unicità e originalità, è fondamentale per la destagionalizzazione dei flussi turistici e per provocare un ingente impatto positivo sull'economia locale.
E' stato dunque stilato un valido piano di azioni mirate al potenziamento dei servizi turistici, dell'arredo urbano e del sistema viario, alla valorizzazione del patrimonio culturale e al recupero delle aree brownfield. Inoltre si è reso necessario amalgamare l'offerta territoriale e rendere omogenea e unitaria l'immagine dei Comuni attraverso una denominazione territoriale unica. In seguito a un'indagine condotta tramite questionario online, somministrato ai gruppi via Facebook, è stato possibile identificare tre diversi segmenti target a cui indirizzare tre differenti pacchetti turistici, realizzati ad hoc.
Per poter concretizzare tutto ciò viene proposto un approccio di network di tipo top-down con un soggetto pivot alla guida che sarà responsabile pure della pianificazione e gestione degli itinerari, dell'organizzazione degli eventi e del reperimento dei fondi necessari.
Da vari studi è emerso che la tipologia di alloggio preferita dai turisti delle radici è l'abitazione privata, ossia la casa dei parenti o le seconde case presenti proprio nei luoghi di provenienza degli emigrati. Per questo ragione si potrebbe puntare pure sul turismo residenziale come ulteriore potenziale di sviluppo locale e di attrattività turistica.

Informazioni tesi

  Autore: Mariangela Agnese Borzi'
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia delle Amministraz. Pub. e delle Istituz. Internaz.
  Relatore: Sonia Giaccone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 173

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Il tema centrale di questo lavoro di tesi riguarda il ruolo delle feste religiose nella valorizzazione dell’offerta territoriale, in particolare dei Comuni della Sicilia orientale accomunati dalla devozione verso i SS. MM. Alfio, Filadelfo e Cirino (Forza D’Agrò (ME), Sant’Alfio (CT), Trecastagni (CT), Lentini (SR), Carlentini (SR), San Fratello (ME), Frazzanò (ME), Mirto (ME), Santa Maria di Licodia (CT) e Adrano (CT)) e come fonte di attrazione del turismo di ritorno delle diverse comunità di emigrati siciliani e discendenti presenti in America e in Australia. La rilevanza del tema deriva dal fatto che la Festa di Sant’Alfio, celebrata ogni anno all’interno di questi Comuni, è una delle più rinomate manifestazioni religiose e popolari della Sicilia orientale, in grado di attirare ed accogliere non solo numerosissimi visitatori e pellegrini, provenienti dal territorio circostante, ma anche molti devoti che giungono da oltreoceano. Ciò significa che la tradizione legata alla Festa non è andata perduta per gli emigrati siciliani, ma al contrario è stata esportata dagli stessi in diverse località nel mondo, come: Omaha (Nebraska -USA), Swedesboro (New Jersey-USA), Lawrence (Massachussets-USA), Silkwood e Brisbane (Queensland-Australia) e Sydney (Australia). La letteratura specialistica sul turismo ha proposto diversi studi sia in tema di turismo religioso che di turismo di ritorno, due tematiche differenti da cui si può trarre anche un certo nesso logico. Innanzitutto è emerso che entrambe le categorie rientrano nell’ambito del turismo culturale, in quanto si innesta una mescolanza di motivazioni di ordine spirituale e socio-culturale. Ad esempio, Ray (2001) trova un’analogia tra turismo genealogico e pellegrinaggio: così come il pellegrino che rende omaggio alla divinità ritorna alla vita sociale ordinaria ad un livello di status più alto di quello che ha lasciato alla partenza, lo stesso avviene per il turista delle radici che va a riassaporare il suo passato. Costa (2003) sostiene che si può parlare di sostenibilità del turismo religioso-culturale solo se alcuni valori di riferimento etico-religioso si tramutano in regole di comportamento condivise e partecipate dai vari stakeholder. Un esempio è la creazione di una rete territoriale di beni culturali interconnessi con city card. Hall (2004), invece, collega il turismo delle radici al turismo residenziale, che si sviluppa in
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l’utente che consulta la tesi volesse citarne alcune parti, dovrà inserire correttamente la fonte, come si cita un qualsiasi altro testo di riferimento bibliografico.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sviluppo locale
organizzazione di eventi
turismo di ritorno o genealogico
offerta turistica integrata
turismo religioso o pellegrinaggio
tradizioni culturali e religiose
feste patronali in sicilia
piano di marketing territoriale
riscoperta delle origini
reti di governance

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi