Skip to content

1984 alla luce di Michel Foucault

Estratto della Tesi di Marzio Egeo Silvio Balzarini

Mostra/Nascondi contenuto.
di avere figli, questi venivano fin dai primi anni addestrati a controllare i genitori cosicché, nel caso si instaurassero rapporti troppo intimi all’interno della coppia, gli stessi figli si sarebbero preoccupati di denunciarli. Infine si può notare una strana coincidenza: dopo tutto il percorso «rieducativo» a base di torture Winston Smith viene reintrodotto nella società per un certo periodo. In quei giorni il protagonista passa le sue giornate al Caffè del Castagno e si evince dal testo come non sia una sua scelta, semplicemente è come attratto da una calamita verso quel luogo: “Fu sopraffatto dal desiderio non tanto di andarsene lontano da Julia quanto di tornarsene al Caffè del Castagno che non gli era mai sembrato tanto attraente quanto in quel momento” (Orwell, 1984: 290). Il fatto in sé non dice nulla, ma se lo accostiamo ad altri passaggi del testo: “Non c’era nessuna legge, nemmeno non scritta, che vietasse di frequentare il Caffè del Castagno, pure il luogo era, in un certo modo, sconsigliabile. I vecchi capi screditati del Partito, prima di essere vittime dei repulisti, usavano raccogliersi li” (Orwell, 1984: 57) si può azzardare un’ipotesi. Infatti in quello stesso luogo Winston si ricorda di aver visto degli altri dissidenti che erano stati reintegrati nella società: allora potrebbe essere il «posto» dove stanno gli psicocriminali curati e reintrodotti nella società per un breve periodo prima della morte. Vale a dire: in Oceania la disciplina è così forte da ridurre i corpi ad una docilità assoluta e far si che l’esigenza “di sapere dove e come ritrovare gli individui” (Foucault, 2011: 155) sia non un obiettivo raggiungibile in maniera asintotica bensì qualcosa di perfettamente attuabile, anzi, attuato. 1.1.3 LA REGOLE DELLE UBICAZIONI FUNZIONALI Tale regola secondo il filosofo tende a codificare lo spazio nelle istituzioni disciplinari. I luoghi che prima venivano lasciati disponibili per più usi vengono ora ritagliati ed assegnati ad una sola funzione, permettendo inoltre la creazione di nuovi spazi. Il primo esempio portato a testimonianza di ciò è rappresentato dai porti marittimi: luoghi in cui la grande circolazione di persone creava confusione, portava malattie e agevolava attività illecite come il contrabbando. Proprio per questo motivo lo spazio si articola e si suddivide, nel porto si crea l’ospedale marittimo che deve assicurare una presa sugli individui: deve controllarli, filtrarli, annotarne gli spostamenti e registrare tutti i dati utili. Ed oltre ai controlli medici sugli individui vi sono quelli fiscali sulle merci, quelli militari sui disertori: tutte ulteriori suddivisioni funzionali dello spazio per venire incontro alle necessità di controllo. Questo processo si rileva anche nelle officine anche se: “il principio della suddivisione individualizzante si complica. Si tratta di distribuire gli individui in uno 1- DISCIPLINA: I CORPI DOCILI 9
Estratto dalla tesi: 1984 alla luce di Michel Foucault

Estratto dalla tesi:

1984 alla luce di Michel Foucault

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marzio Egeo Silvio Balzarini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze sociologiche
  Relatore: Enzo Colombo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 52

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

libertà
società
distopia
genealogia
potere
1984
michel foucault
coercizione
george orwell
sorvegliare e punire

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi