Skip to content

Rilevamento geologico del Bacino terziario Piemontese nel settore compreso tra Ponzone e Spigno Monferrato (Val Bormida di Spigno e valle Erro)

Estratto della Tesi di Michele Milani

Mostra/Nascondi contenuto.
13 longitudinale del fiume si distinguono tre zone concave e due convesse. Le zone convesse corrispondono ad erosione, i tratti concavi a depositi alluvionali (Biancotti, 1981), ovviamente i tratti convessi sono in corrispondenza dei litotipi più difficilmente erodibili, le concavità su quelle già erose fino al livello di base. La prima zona convessa si trova a nord della confluenza del Valla, legata al trasporto solido di questo e al passaggio dalle marne di Rocchetta alle torbiditi di Cortemilia come substrato. La seconda è presenta sia nella Bormida che nel Valla e si trova in corrispondenza degli affioramenti del basamento, a sud di Spigno (Biancotti, 1981). Fig. 4. Profilo longitudinale del Fiume Bormida di Spigno e del Torrente Valla (da Biancotti, 1981). Il principale affluente della Bormida di Spigno nell’area rilevata è il torrente Valla che nasce dall’unione di vari rami torrentizi tra Dego e Giusvalla sulle pendici del Bricco di Michele (828 m). Si sviluppa per 23,8 km e riceve il contributo di tre torrenti principali, il Rio Giusvalletta (5,57 km) che scorre interamente in Liguria, bagna Giusvalle si inserisce da destra nel Valla, il Rio d’Ambros (4,68 km) che assieme al rio della Sorba raccoglie le acque dell'area del Monte Orsaro, al confine tra Piemonte e Liguria, e confluisce nel Valla presso la frazione Squaneto e il Rio Rabbioso (5,01 km) che nasce sulle colline ad est della diga di Valla e si getta nel Valla appena a monte dell’invaso. Dopo il lago, lungo circa 2 km e largo meno di 200 metri, il Valla compie una rotazione di quasi 180° che lo porta a scorrere prima verso Ovest e poi verso Sud, per gettarsi poi nella Bormida a sud di Spigno. Il torrente Erro nasce in provincia di Savona, nei pressi di Montenotte, dalla Rocca del Borronca a Monte Ermetta ad 855 metri di altitudine. Si snoda per circa 45 km fino alla confluenza con il fiume Bormida, nei pressi di Acqui Terme. Fino al comune di Cartosio il paesaggio è principalmente montuoso, a volte roccioso, più spesso ricoperto da grandi boschi in prevalenza di rovere e castagno. Da Cartosio in poi la valle si allarga, il paesaggio diventa collinare e prendono forma le prime coltivazioni intensive. Scendendo ancora la valle, dominata dall'alto da Castelletto d'Erro sulla sinistra e da Melazzo sulla destra, si trasforma in pianura fino alla confluenza con la Bormida. Ha una portata media alla confluenza con la Bormida di 7 m3/s e ha nel Giovo e nel Rio Misera e nel Rio Roboaro i suoi principali affluenti. Particolare è il caso del Rio Roboaro, che nasce nei pressi del confine tra Liguria e Piemonte ad est della strada che collega Mioglia a Pareto e scorre in
Estratto dalla tesi: Rilevamento geologico del Bacino terziario Piemontese nel settore compreso tra Ponzone e Spigno Monferrato (Val Bormida di Spigno e valle Erro)

Estratto dalla tesi:

Rilevamento geologico del Bacino terziario Piemontese nel settore compreso tra Ponzone e Spigno Monferrato (Val Bormida di Spigno e valle Erro)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Michele Milani
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: scienze e tecnologie geologiche
  Corso: Scienze geologiche
  Relatore: Marco Malusà
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 234

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

geologia
amianto
alpi
piemonte
btp
rilevamento geologico
ofioliti
appennini
voltri
bacino terziario piemontese

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi