Skip to content

Restauro del Corridore al Giardino dei Semplici nel Palazzo Ducale di Mantova

Estratto della Tesi di Federico Munaretto

Mostra/Nascondi contenuto.
18 2.1 PREMESSA L’arco di tempo per un inquadramento storico circa la costruzione del manufatto conside- rato copre quasi due secoli: dalla fine del ‘400, con l’operato mantovano di Luca Fancelli, “inzignero” di corte, fino ai primi decenni del ‘600, con Antonio Maria Viani, prefetto alle fabbriche ducali, a cui molto probabilmente dobbiamo la costruzione del corridore al giar- dino dei Semplici. Durante questo periodo si sommano, e si susseguono, una serie di figure professionali e artistiche, le cui opere contribuiscono a dare forma al Complesso Architettonico composto dalla Domus Nova, giardino del Padiglione o dei Semplici, Rustica e cortile della Cavalleriz- za o della Mostra. Dal momento che è di fondamentale importanza ai fini di questo lavoro capire come il nostro Corpo di Fabbrica 2 si rapporta con le costruzioni attigue, abbiamo ritenuto opportuno ricostruire una breve cronologia di come questo complesso si sia ve- nuto formando, all’interno del più ampio ambito di Palazzo Ducale. Questa storia verrà raccontata, ovviamente, attraverso i suoi protagonisti: questi sono, non solo gli artisti, gli architetti, che hanno realizzato le opere, ma anche i marchesi prima, e poi duchi, che la hanno commissionate. Con questo si è cercato, non solamente di mettere in fila alcuni eventi, ma di ottenere una serie di dati utili anche dal punto di vista costruttivo-tecnologico; uno strumento per capi- re la costruzione per esempio dal punto di vista del cantiere, delle difficoltà incontrate, e che possono averne condizionato la realizzazione. La storia, quindi, intesa come dati de- sunti da fonti documentali e iconografiche, se intrecciata con i rilievi diretti, con la crono- logia sismica, consente la messa a punto di modelli interpretativi per ipotizzare le sequen- ze trasformative nel tempo, comprendere in modo più approfondito le condizioni attuali, e prevedere i possibili danneggiamenti futuri. 2.2 LUCA FANCELLI (1430-1495 circa) Luca Fancelli è il primo protagonista della breve cronologia che presentiamo, a proposito della costruzione di una serie di episodi architettonici che si aggregano attorno al Giardino dei Semplici. Originario di Settignano, e molto probabilmente allievo di Brunelleschi a Fi- renze, è a lungo rimasto in sordina rispetto ad altri personaggi, forse per il ruolo di realiz- zatore di opere progettate da altri (il caso più noto è il S. Andrea di Mantova, cantiere che Fancelli dirige già con Alberti in vita). Continuerà comunque a firmarsi “lapicida”, “squl- tor”, “taiapreta”, come lapicida si firmerà anche Palladio, nonostante i numerosi incarichi di costruzioni civili, militari e idrauliche nei possedimenti dei Gonzaga. Di Fancelli ci rimane un carteggio, raccolto da Corinna Vatosic nell’Epistolario Gonzaghesco 3 , che documenta, anche se parzialmente, l’andamento di alcuni cantieri; di fondamentale interesse per noi è quello della costruzione della Domus Nova, nuova residenza ducale, edificata a partire dal 1480. Di fondamentale interesse perché contemporaneamente alla Domus viene realizza- to anche il terrapieno su cui questa si affaccia, che diventerà giardino dei Semplici nei pri- mi anni del ‘600. A Fancelli competono dunque anche le opere di sostegno del terrapieno, e le fondazioni del complesso Domus-giardino. LA DOMUS NOVA, 1480-1484 Dopo la morte di Ludovico II Gonzaga (11giugno 1478) è il figlio Federico I, al pari del pa- dre dotato di sensibilità ed interesse per le cose d’arte 4 , che ne prosegue la politica cultu- rale, improntata ad ambiziose iniziative. A Luca Fancelli, che già con Ludovico godeva di 2 Linee Guida per la valutazione e riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale, Allineamento alle nuove Norme tecn i- che per le costruzioni, Circolare n. 26 del 2 Dicembre 2010 , cap. 4.1.2, p.40 3 Corinna Vasic Vatovec, Luca Fancelli, architetto: epistolario gonzaghesco, 1979, Uniedit, Firenze 4 Corinna Vasic Vatovec, op. cit. p224
Estratto dalla tesi: Restauro del Corridore al Giardino dei Semplici nel Palazzo Ducale di Mantova

Estratto dalla tesi:

Restauro del Corridore al Giardino dei Semplici nel Palazzo Ducale di Mantova

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Federico Munaretto
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università IUAV di Venezia
  Facoltà: Architettura
  Corso: Architettura
  Relatore: Paolo Faccio
Coautore: Marco Barbato
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 297

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

struttura
museo
restauro
sisma
multimediale
consolidamento
riuso
zenobio bocchi
palazzo ducale di mantova
giardino dei semplici

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi