Skip to content

''La Bohème'' di Giacomo Puccini fra simbolismo e scapigliatura

Estratto della Tesi di Marco Flussi Cattani

Mostra/Nascondi contenuto.
Murger e i suoi amici hanno vissuto la bohème come “reale forma di vita che aveva come dura necessità la lotta contro la borghesia”. 6 La maggior parte viveva giorno per giorno in estrema povertà, cercando disperatamente di vendere un dipinto o pubblicare articoli sulle riviste. Non era insolito per uno o per l’altro trovarsi all’ospedale. Anche Murger aveva generalmente cattive condizioni di salute e soffriva di una malattia della pelle che lo rese calvo già all’età di vent’anni. Solo l’ottimismo permetteva ai bohémiens di sopravvivere. Spesso si incontravano al Café Momus, che Murger aveva scoperto come luogo privilegiato per la loro comunità oppure a la Brasserie Andler, in rue Hautefeuille. Il Café Momus era un posto molto tipico del Quartiere Latino, con tavolini che si dipanavano sulla strada permettendo l’inserimento di musicisti, pittori e venditori. Tuttavia, Murger viveva la bohème come una fase temporanea della sua vita per cercare la sua strada nel campo artistico, che era indecisa fra pittura, letteratura e musica. Inizialmente si dedicava alla poesia collaborando a diversi periodici, tra cui il bollettino dei cappellai «Castor». La svolta avvenne quando il periodico «Le Corsaire Satan», diretto da Gerard de Nerval, pubblicò il suo romanzo a puntate tra il marzo 1845 e l’aprile 1849, col titolo Scènes de la Bohème. Erano vicende autobiografiche scritte per esaltare l’identità della sua bohème, attinte dalla cronaca e idealizzate nel sentimentalismo dell’autore, in uno stile che era una pallida imitazione di Alfred de Musset. Prevalgono i toni patetici della vita e degli amori di studenti squattrinati, in uno stile gaio e “fantasista”. 7 I personaggi sono ispirati tutti a persone che hanno fatto parte della vita dello scrittore ma con tratti umoristici e con lo spirito della bohème romantica. Rodolphe sarebbe l’autoritratto dello stesso autore: è il redattore della rivista «Le Castor» e scrive drammi abbastanza buoni da bruciare per scaldare una soffitta; Marcel avrebbe i connotati del pittore Léopold Tabar; Schaunard riproduce il carattere dello musicista Charles Barbara. Le donne dei “bohémiens” sono Lucille detta Mimì, Musetta e Francine. Sono dei “pastiches” delle donne conosciute nella sua vita reale 8 (Lucille fu l’amante di Murger). Musetta è una “fanciulla sfrontata e senza consistenza”. Rodolfo ama Mimì, ma lei non lo ama. Come nella realtà Lucille/Mimì preferisce la vita libera e 6 Claudio Sartori, Puccini, Milano, Nuova Accademia, 1958, p. 137. 7 Anna Maria Scaiola, Il romanzo francese dell’Ottocento, Roma, Editori Laterza, 2014, p. 78. 8 Fedele D’Amico, L’albero del bene e del male. Naturalismo e decadentismo in Puccini, Lucca, Maria Pacini Fazzi Editore, 2000, pp. 69-70. 8
Estratto dalla tesi: ''La Bohème'' di Giacomo Puccini fra simbolismo e scapigliatura

Estratto dalla tesi:

''La Bohème'' di Giacomo Puccini fra simbolismo e scapigliatura

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Flussi Cattani
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Virgilio Bernardoni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 46

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi