Skip to content

Il Profumo dei Ricordi

Estratto della Tesi di Emanuele De Santis

Mostra/Nascondi contenuto.
La Memoria olfattiva. L’olfatto: caratteristiche. I messaggi chimici hanno un carattere persistente e duraturo, essendo capaci di protrarsi per lunghi periodi di tempo e in assenza dell’emittente là dove sono percepiti (Engen, 1973; Zucco, 2012). In genere gli odori, almeno per quanto concerne l’uomo, si ricordano molto piø a lungo delle immagini e questo per Engen (1986) è l’aspetto che piø influenza il comportamento; inoltre, continua lo psicologo, tale permanenza del segnale anche in assenza dell’emittente può essere un vantaggio in quanto permette un rapportarsi di qualità migliore al mondo senza dover ogni volta analizzare informazioni, in questo caso chimiche, prima di adattarsi all’ambiente circostante. Un aspetto dell’olfatto è che la percezione di un odore trasmette informazioni non solo chimiche ma anche estetiche, cioè permette di giudicare un profumo come gradevole o sgradevole: tale è una caratteristica puramente umana, e non animale. L’olfatto presenta alcuni limiti nel suo essere senso per conoscere il mondo. Per prima cosa le sensazioni olfattive non sono facilmente misurabili in quanto sono puramente soggettive e legate alle capacità percettive del soggetto che annusa: l’olfatto è soggetto a caratteristiche individuali, come l’età (i giovani riconoscono meglio i profumi rispetto agli anziani; Zucco, 2012), il sesso e, in certi casi, anche l’area geografica (Cavalieri, 2013). Secondo a ciò è che difficilmente si riesce ad avere una modalità unica di denominazione degli odori sia per un poco utilizzo della descrizione verbale degli odori nel parlato quotidiano sia perchØ l’olfatto utilizza maggiormente i canali emotivi, a discapito di quelli cognitivi e verbali, per la raccolta delle informazioni. Ciononostante l’olfatto permette all’individuo che annusa di rapportarsi all’ambiente che lo circonda, e di comprenderlo nei suoi aspetti, in una modalità unica, profonda e personale: ogni odore trasmette informazioni sulla realtà intorno, su come si è posizionati rispetto a questa e suscita emozioni legate all’essere dentro un mondo con cui si è connessi e in cui si vive. Emozioni olfattive. In un percorso di Stimolazione Olfattiva l’aspetto fondamentale è la caratteristica emozionale: nulla come l’olfatto ci ricorda delle situazioni passate e delle emozioni ad esse legate. Gli odori, proprio per la loro peculiarità di essere un senso estetico che permette un’iniziale discriminazione tra gradevole e sgradevole, generano in chi li annusa stati affettivi associabili ad allarme, gioia, paura, disgusto: queste sono le emozioni che vengono suscitate dall’olfatto, il quale è una modalità sensoriale fortemente collegata al sistema limbico. Gli odori entrano direttamente nel nostro cervello raggiungendo l’amigdala e l’ippocampo ed evocando intense emozioni di paura, gioia, disgusto, nostalgia e affetto. Studi di neuroimaging hanno mostrato come l’emisfero destro sia quello maggiormente sensibile agli odori sgradevoli, mentre a sinistra siano maggiormente percepiti, e conseguentemente elaborati, gli odori gradevoli; inoltre si è visto come odori familiari e gradevoli attivino bilateralmente la corteccia piriforme, nonchØ bilateralmente anche l’amigdala, e un’area olfattiva neocorticale, la corteccia prefrontale destra (Holley, 1999). Se è vero che aromi ed emozioni si condizionano reciprocamente, è anche vero che le nostre emozioni hanno odori diversi e riconoscibili: fragranze diverse possono da un lato influenzare i 12
Estratto dalla tesi: Il Profumo dei Ricordi

Estratto dalla tesi:

Il Profumo dei Ricordi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Emanuele De Santis
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Trento
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Neuroscienze cognitive
  Relatore: Remo Job
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 50

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi