Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Servizio Sanitario Nazionale: un'analisi comparata, tra efficienza del sistema e qualità percepita

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Caterina Agaibi Contatta »

Composta da 43 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 551 click dal 12/05/2017.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Caterina Agaibi

Mostra/Nascondi contenuto.
13 2.3 Bisogni di cura non soddisfatti Per valutare appieno l’equità è necessario considerare anche lo stato di salute dei cittadini e le cause che provocano la presenza di bisogni insoddisfatti. Nel valutare lo stato di salute bisognerà però considerare i diversi fattori che influenzano questa variabile. Possono, infatti, emergere fattori istituzionali che distorcono la percezione qualitativa dello stato di salute “molto buono” che cambieranno quindi da Paese a Paese. Questa percezione può essere dovuta sia ad una pessima qualità dei servizi fruito, sia dal livello eccessivo delle attese rispetto alla potenzialità effettiva del sistema. La tabella sottostante mostra la distribuzione delle percezioni relative ai Paesi analizzati. In questo caso l’Italia si trova in una posizione intermedia (66,1%), tra l’eccellenza dell’Irlanda e la non sufficienza del Portogallo. Inoltre, la percezione generale del servizio sanitario ricevuto è in calo dal 2012, con una riduzione del “molto buono” e un aumento del “né buono né cattivo” e del “cattivo o pessimo”. A monte di questo calo di soddisfazione potrebbero celarsi cause volontarie (come non conoscere un buon medico a cui affidarsi per le cure) o elementi di politica sanitaria, ad esempio per ciò che concerne i prezzi, le liste di attesa ecc... Tra i fenomeni volontari di mancato soddisfacimento, quello causato da lunghe liste di attesa è il più diffuso. Come già accennato, infatti, la popolazione percepisce come di maggiore utilità l’accesso a cure private, anche se ciò significherebbe pagare l’intero costo del servizio, piuttosto che rivolgersi a strutture pubbliche con interminabili liste d’attesa.
Estratto dalla tesi: Il Servizio Sanitario Nazionale: un'analisi comparata, tra efficienza del sistema e qualità percepita