Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progettazione realizzazione e collaudo di una camera di combustione per microturbine a gas

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Serafino Daniele Mio Contatta »

Composta da 155 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 115 click dal 29/09/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Serafino Daniele Mio

Mostra/Nascondi contenuto.
74 3.2.3 Dimensionamento del Diffusore (Faired) Un diffusore faired è composto essenzialmente da due parti; una esterna, costituita da un diffusore conico, e una interna, costituita da un convogliatore conico. Essendo le due parti perfettamente concentriche, si ha che il convogliatore interno (snout) indirizza il flusso lungo le pareti del diffusore Nello snout è presente un’apertura circolare nell’estremità inferiore che ha la funzione di far passare un flusso d’aria tarato verso la cupola in modo da alimentare lo swirler e il raffreddamento della stessa. La dimensione di tale apertura è direttamente proporzionale alla distribuzione percentuale dell’aria che si suddivide tra quella necessaria ad alimentare swirler e cupola, e la restante che andrà ad immettersi nell’annulus. Ad esempio, se la distribuzione percentuale dell’aria prevede 20% nello snout e 80% nell’annulus, allora, facendo riferimento alla figura 2.11, se A0=100 segue che As=20, per cui l’area dell’annulus in corrispondenza di As sarà pari a 80. A livello pratico utilizzeremo le 2.41 e 2.44 per determinare le due aree sapendo che per lo snout passera la portata d’aria dello swirler più quella di raffreddamento (che in questa sede si è imposto essere uguale al 2% di quella totale); quindi l’aria restante sarà chiaramente quella che va nell’annulus. Su Excel il calcolo si esegue inserendo i parametri conosciuti di portata di raffreddamento della cupola (𝑚 ̇ 𝑐𝑢𝑝𝑜𝑙𝑎 ), portata dallo swirler (𝑚 ̇ 𝑠𝑤 ), coefficiente diefflusso (Cds, posto uguale a uno perché sconosciuto), diametro di ingresso del diffusore (D3) e angolo dello stesso (𝜓 ), il quale andrà modificato fino ad ottenere un fattore di perdita accettabile. In figura 3.18 si notano, segnati in rosso i parametri da inserire, mentre in blu è segnato il valore del coefficiente di perdita in percentuale, il quale, ricordiamo essere ottenuto dalla 3.50 e deve aggirarsi nell’intorno del 1%. Quindi 𝜓 è stato variato manualmente fino a che Δ𝑃 𝑑𝑖𝑓𝑓 𝑃 3 ⁄ ~1% (≅0,01) .
Estratto dalla tesi: Progettazione realizzazione e collaudo di una camera di combustione per microturbine a gas