Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'auto mutuo aiuto: una nuova frontiera di lavoro per l'assistente sociale

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Giulia Basteri Contatta »

Composta da 48 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 189 click dal 11/12/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Giulia Basteri

Mostra/Nascondi contenuto.
10 mentale (DPR 10.11.99) negli interventi prioritari vi è “…sostegno alla nascita e al funzionamento di gruppi di mutuo aiuto di familiari di pazienti e di cooperative sociali, specie quelle con finalità di inserimento lavorativo”. La realtà dell’auto mutuo aiuto resta ancora poco collegata ai sistemi formali di cura, salvo in alcune regioni del Nord d’Italia, impegnate a promuovere un rapporto di cooperazione. Vi è la necessità di creare un ponte tra i servizi pubblici e l’auto mutuo aiuto, una forma di collegamento, rispettoso delle proprie e altrui diversità e competenze, capace di completarsi e integrarsi a vicenda per rispondere alle necessità e ai bisogni dei cittadini. 20 Ma gli ostacoli, che spesso si trovano, dipendono sia dalla disponibilità dei singoli operatori a collaborare e a mettersi in gioco, ma anche dalle difficoltà poste dal contesto istituzionale e operativo, in cui il professionista si trova ad operare. Solo, attraverso il dialogo, si può arrivare ad un progettazione condivisa, di strumenti capaci di migliorare la qualità di vita di chi soffre. 1.4. Definizione di auto mutuo aiuto Nel tempo i gruppi A.M.A si sono diffusi e organizzati fino ad essere riconosciuti ufficialmente a livello internazionale, a partire dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) come “l’insieme di tutte le misure adottate da figure non professioniste per promuovere, mantenere o recuperare la salute, intesa come completo benessere fisico, psicologico e sociale di una determinata comunità”. 21 Nei paesi industrializzati si è assistito, soprattutto negli ultimi decenni, ad un progresso in campo medico, che ha determinato un cambiamento profondo e radicale sia sui sistemi sanitari, ma anche sulla cultura e sulla vita delle persone. Il concetto di salute si è modificato e l’elemento discriminante non è più l’essere sani o malati, ma la qualità di vita con la malattia. Questa non può essere garantita solo dalla struttura sanitaria, ma è necessario un rapporto di collaborazione tra i diversi soggetti, facenti parte di una stessa comunità. In questa ottica, diviene necessario, promuovere la figura della persona malata, come soggetto attivo e portatore di risorse, 20 L. Crozzoli Aite, R. Mander, I giorni rinascono dai giorni. Condividere la perdita di una persona cara in un gruppo di auto-mutuo aiuto, Paoline Editoriale Libri, 2007. 21 “Quaderni di sanità pubblica”, 1987, p. 29.
Estratto dalla tesi: L'auto mutuo aiuto: una nuova frontiera di lavoro per l'assistente sociale