Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo del Business Continuity Plan nel settore farmaceutico: il caso Haupt Pharma

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Michela Mambelli Contatta »

Composta da 151 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 53 click dal 20/02/2018.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Michela Mambelli

Mostra/Nascondi contenuto.
14 Disaster Recovery gestisce il cosiddetto “worst case”, mentre il Contingency Plan gestisce tutte le altre emergenze. Un secondo approccio fornisce una pianificazione di emergenza per il ripristino di strutture specifiche. Nonostante l'obiettivo sia quello di consentire all'azienda di continuare le operazioni in modo cross-funcional (cioè diverse attività contemporaneamente) spesso la pianificazione viene limitata al Disaster Recovery e quindi solo all’IT, preservando così solo l’integrità dei propri sistemi. In altri casi invece la pianificazione coinvolge il ripristino di tutto l’impianto; in questo modo si cerca di preservare il valore dell’azienda identificando aree di rischio per tutta la gamma di prodotti e le strutture relative. Grazie a questo approccio si tutelano gli interessi dei propri clienti e si ottiene una maggiore resilienza. Inoltre, chi usa questo tipo di approccio, può indirizzare il Business Continuity verso un ruolo più strategico in quanto non vengono considerate le singole attività ma i collegamenti strategici tra di esse, e quindi le varie minacce e le vulnerabilità con i conseguenti impatti lungo tutta la Supply Chain. L’analisi dell’intera catena del valore dimostra una comprensione della relazione tra la creazione del valore attraverso la pianificazione strategica e il valore della conservazione del business attraverso il BCP. A titolo di esempio viene citato il Direttore BC di Ambank che in un’intervista ha riferito che la banca era riuscita ad attrarre nuovi clienti grazie alla loro capacità di recupero del business in caso di necessità. Questo successo ha incoraggiato i dipendenti i quali hanno cominciato a considerare il Business Continuity non più come una semplice “attività amministrativa” ma come qualcosa che ha contribuito attivamente alla creazione di reddito. Un secondo vantaggio nell’analisi approfondita della catena del valore è quello di riuscire a dare delle priorità alle attività e alle risorse che quindi devono essere ripristinate più velocemente.
Estratto dalla tesi: Sviluppo del Business Continuity Plan nel settore farmaceutico: il caso Haupt Pharma