Skip to content

Il Sudafrica dall'apartheid alla costruzione dello Stato democratico

Estratto della Tesi di Lucia Cecchi

Mostra/Nascondi contenuto.
troppo basso impedisse l’accesso a Port Natal 4 (condizione che permase fino a quando non venne dragato all’inizio del XX secolo utilizzando attrezzature moderne). Un tentativo nel 1620 da parte di due membri della Compagnia inglese di annettere il terreno adiacente a Table Bay nel nome di Re Giorgio I non ebbe successo a causa del mancato supporto da parte della corona e, successivamente, nel 1649, i marinai olandesi che avevano svernato a Table Valley, proposero che la Compagnia Olandese dovesse occupare il luogo. Nel 1647, una nave appartenente alla Compagnia olandese delle Indie Orientali era stata distrutta a Table Bay e il suo equipaggio si era trasferito nella valle dove era rimasto per sei mesi sostentandosi con poche coltivazioni di verdure e barattando carne con la gente del posto. Quando l'equipaggio tornò a casa, riferì in maniera così brillante della fertilità della terra e del clima favorevole che si stabilì di farne un insediamento europeo. Tre anni dopo, nel 1652, l’olandese Jan van Riebeeck sbarcò come comandante di una spedizione di novanta uomini alle dipendenze della compagnia per costruire un forte e sviluppare un orto a beneficio delle navi sulla rotta commerciale orientale. Il rapporto di questi primi coloni con i Khoi-Khoi si basò inizialmente sul baratto, ma in poco tempo, si sviluppò una reciproca animosità in ragione di episodi di furto di bestiame e a causa del crescente sospetto, da parte degli indigeni, che l' avamposto di Van Riebeeck stesse diventando una minaccia per la loro sopravvivenza. Nell'inviare Jan van Riebeeck ad occupare Table Bay, i direttori della Compagnia stabilirono che la colonia servisse meramente come collegamento tra i Paesi Bassi e il loro impero orientale, il cui cuore erano Batavia e Java, e non avevano intenzione di creare qualcosa di più di una piccola base fortificata, dove le flotte potessero rinfrancarsi, imbarcare acqua fresca, frutta, verdura e grano e sbarcare i malati. Non si 4L’odierna Durban, porto naturale sull'Oceano Indiano lungo la costa africana, venne scoperta il 25 dicembre 1497 dal navigatore portoghese Vasco da Gama che chiamò l’intera costa Natal ed il porto naturale Rio De Natal, che successivamente prese il nome di Port Natal. Nel 1823, Henry Fynn, un commerciante britannico, ottenne del re zulù Shaka l'autorizzazione a stabilire un porto commerciale permanente a Port Natal. Nel 1835 Port Natal venne ribattezzata Durban, in onore del governatore della Colonia del Capo, Benjamin d'Urban. Precedentemente repubblica boera indipendente nota come Repubblica di Natalia, la regione fu annessa definitivamente alla Colonia del Capo nel 1844. 10
Estratto dalla tesi: Il Sudafrica dall'apartheid alla costruzione dello Stato democratico

Estratto dalla tesi:

Il Sudafrica dall'apartheid alla costruzione dello Stato democratico

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Lucia Cecchi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Internazionali (LM-52)
  Relatore: Andrea Francioni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 156

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi