Skip to content

Il mandato precauzionale e le direttive anticipate nel nuovo diritto svizzero di protezione dell'adulto

Estratto della Tesi di Alessio Viganò

Mostra/Nascondi contenuto.
11 - Curatela di portata generale (art. 398 CC. 43 ). Ma la novità del nuovo diritto fa riferimento soprattutto al sistema delle misure su misura, messo in opera dal legislatore (art. 391 CC. 44 ), che possiamo anche definirlo come una calibrazione delle misure stesse. Siccome viene data la priorità all’autonomia della persona, il contenuto della misura tutelare non può essere più riempito di un rigido format standardizzato. La flessibilità delle misure di protezione deve permettere di garantire una protezione giuridica adatta ai bisogni e alle necessità della persona coinvolta 45 . Per ogni caso concreto, sarà compito dell’autorità di protezione individuare il tipo di curatela da applicare così come anche i suoi ambiti di applicazione, i limiti e gli effetti (art. 391 CC. 46 ). Quindi i compiti affidati al curatore possono essere i più svariati: assistenza personale, gestione del patrimonio e dei rapporti con i terzi, a seconda delle necessità 47 (art. 391 cpv. 1 CC.). L’autorità di protezione è libera di combinare le diverse curatele, ad eccezione della curatela di portata generale che, come dice il nome stesso, è di natura globale (art. 397 CC. 48 ). Per la curatela di rappresentanza, invece, l’autorità deve decidere, tra l’altro, per ogni compito affidato al curatore, se la persone curatelata mantenga o meno la capacità civile attiva (art. 394 cpv. 2 CC. 49 ). MIGLIORAMENTO DELLA PROTEZIONE DELLE PERSONE INCAPACI DI DISCERNIMENTO RESIDENTI IN UN ISTITUTO Le persone incapaci di discernimento residenti in un istituto medico sono in una posizione particolarmente vulnerabile. Prima dell’adozione del nuovo diritto della protezione dell’adulto, non esisteva alcuna regolamentazione specifica di diritto federale, né che riguardasse il rapporto giuridico tra la persona residente e l’istituto, né sulle misure restrittive che gravavano sulla persona che vi risiedeva. Il legislatore ha rinunciato ad una regolamentazione generale sul ricovero in istituto, considerando che questo non fosse lo scopo del nuovo diritto di protezione dell’adulto. Ha tuttavia considerato che sarebbe scioccante sottomettere gli ospedali psichiatrici a delle misure di sorveglianza più restrittive, tralasciando però di occuparsi degli stabilimenti medici- sociali che accolgono sempre un maggior numero di persone 50 . Il nuovo diritto tratta in primo luogo del contratto di assistenza sociale nei suoi elementi essenziali (forma, persone abilitate a concluderlo, contenuto minimo, art. 382 CC. 51 ). Regola altresì le misure che limitano la libertà di movimento delle persone residenti in istituto (condizioni, ambiti di applicazione, garanzie procedurali, art. 383 ss. 52 ). Infine il diritto federale prescrive che gli istituti siano assoggettati ad una 43 L’articolo 398 cpv. 1 CC recita: “Una curatela generale è istituita se una persona ha un particolare bisogno d'aiuto, segnatamente a causa di durevole incapacità di discernimento” 44 L’articolo 391 CC recita:” (1) L'autorità di protezione degli adulti definisce le sfere di compiti della curatela secondo i bisogni dell'interessato. (2) Le sfere di compiti riguardano la cura della persona, quella degli interessi patrimoniali o le relazioni giuridiche. (3) Il curatore può aprire la corrispondenza o accedere all'abitazione dell'interessato senza il suo consenso soltanto se l'autorità di protezione degli adulti gliene ha espressamente conferito il potere”. 45 “Assistance étatique autant que possibile et intervention étatique aussi rare que possibile” cf.Message 6650 46 L’articolo 391 CC recita: “(1) L'autorità di protezione degli adulti definisce le sfere di compiti della curatela secondo i bisogni dell'interessato. (2) Le sfere di compiti riguardano la cura della persona, quella degli interessi patrimoniali o le relazioni giuridiche. (3) Il curatore può aprire la corrispondenza o accedere all'abitazione dell'interessato senza il suo consenso soltanto se l'autorità di protezione degli adulti gliene ha espressamente conferito il potere.” 47 Tranne che per la curatela di portata generale, che copre necessariamente tutti e tre gli altri ambiti, art 398 cpv. 2 48 L’articolo 397 CC recita: “L'amministrazione di sostegno e le curatele di rappresentanza e di cooperazione possono essere combinate” 49 L’articolo 394 cpv. 2 CC recita: “L'autorità di protezione degli adulti può limitare di conseguenza l'esercizio dei diritti civili dell'interessato”. 50 Message, p. 6649 51 L’articolo 382 CC recita: “(1) Se per un lungo periodo una persona incapace di discernimento riceve assistenza in un istituto di accoglienza o di cura, un contratto di assistenza scritto deve stabilire quali siano le prestazioni fornite dall'istituto e quale ne sia il prezzo. (2) Per la determinazione delle prestazioni fornite dall'istituto si considerano per quanto possibile i desideri dell'interessato. (3) Il potere di rappresentare la persona incapace di discernimento per la conclusione, la modifica e la risoluzione del contratto di assistenza è retto per analogia dalle disposizioni sulla rappresentanza in caso di provvedimenti medici” 52 L’articolo 383 CC recita: “(1) L'istituto di accoglienza o di cura può restringere la libertà di movimento soltanto se misure meno incisive sono o appaiono a priori insufficienti e se la misura serve a: 1) evitare di esporre a grave pericolo la vita o l'integrità fisica dell'interessato o di terzi; 2) eliminare un grave disturbo alla convivenza in seno all'istituto. (2)
Estratto dalla tesi: Il mandato precauzionale e le direttive anticipate nel nuovo diritto svizzero di protezione dell'adulto

Estratto dalla tesi:

Il mandato precauzionale e le direttive anticipate nel nuovo diritto svizzero di protezione dell'adulto

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alessio Viganò
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi dell'Insubria
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Aldo Foglia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 225

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

protezione
invalidità
direttive anticipate
inabilità
mandato precauzionale
diritto civile svizzero
protezione dell'adulto
mancanza di discernimento

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi