Skip to content

Il cortocircuito dell'immaginario americano come fondamento della U.S. Space Force

Estratto della Tesi di Pietro Piga

Mostra/Nascondi contenuto.
John Milton (Londra, 9 dicembre 1608 – Londra, 8 novembre 1674), un poeta e teologo inglese, descrisse, nel 1667, in Paradise Lost (Paradiso Perduto) – 23 , dovuta all’ostracismo nei confronti del Male, la si può, comunque, considerare “propedeutica” alla frontiera in virtù, appunto, della fede. Infatti, la spedizione dei Padri Pellegrini, con la Mayflower, per sbarcare sulla Terra Promessa (errand) 24 , si tenne sia per ottenere una prospettiva in luoghi remoti dall’oppressione della madrepatria, sia per l’attuazione e il rispetto del “Patto della Grazia”, che concordarono e strinsero con Dio. I puritani, che assicurarono la propria devozione alla divinità, divennero gli eletti, immuni dalle impurità e protetti dai dannati. Essi percorsero le aree vuote, indifese e insidiose nelle quali le tentazioni negative e malvagie germogliano, per edificare e porre i piedi sulla “City upon a Hill”, la “Città sulla Collina”, quella che John Winthrop (Edwardstone, 12 gennaio 1588 – Boston, 26 marzo 1649), un predicatore laico inglese, menzionò, durante il viaggio che compì sul vascello mercantile Arbella per fondare la colonia nella Baia del Massachusetts, nel sermone A Modell of Christian Charity (1630) 25 . Nella “Città sulla collina”, tranquilla e sicura, non avvenne il contatto con i non eletti, e i Padri Pellegrini verificano la propria elezione, interagendo con il Creatore, trasformando le utopie da astratte a concrete e, soprattutto, guadagnandosi la salvezza. For we must consider that we shall be as a city upon a hill. The eyes of all people are upon us. So that if we shall deal falsely with our God in this work we have undertaken, and so cause Him to withdraw His present help from us, we shall be made a story and a by-word through the world. […] But if our hearts shall turn away, so that we will not obey, but shall be seduced, and worship other Gods, our pleasure and profits, and serve them; it is propounded unto us this day, we shall surely perish out of the good land whither we pass over this vast sea to possess it 26 . In aggiunta, è attuabile una connessione tra il “Patto della Grazia” e uno degli assiomi della frontiera, la tesi del “Destino Manifesto”, che venne concepita da John Luis O’Sullivan (15 novembre 1813 – New York, 24 marzo 1895), un giornalista, editore e console degli U.S.A. negli Stati barbareschi. La espose, in un saggio intitolato Annexation (Annessione) – che venne pubblicato, nel 1845, in un’edizione del Democratic Review –, per giustificare l’occupazione della Repubblica del 23 F. Tarzia – E. Ilardi, op. cit., p. 69. 24 Ivi, p. 19. 25 U.S. History, Massachusetts Bay – “The City Upon a Hill”, http://www.ushistory.org/us/3c.asp, visionato il 26/04/2019. 26 C. Pauline, Medium, “A City Upon a Hill”: American Exceptionalism from Puritanism to Postmodernism, https://medium.com/@ClaraPauline/a-city-upon-a-hill-american-exceptionalism-from-puritanism-to- postmodernism-99241b114f9a (12/03/2015).
Estratto dalla tesi: Il cortocircuito dell'immaginario americano come fondamento della U.S. Space Force

Estratto dalla tesi:

Il cortocircuito dell'immaginario americano come fondamento della U.S. Space Force

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Pietro Piga
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Facoltà di Studi Umanistici
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Emiliano Ilardi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 60

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comunicazione
guerra fredda
stati uniti d'america
john fitzgerald kennedy
donald john trump
immaginario americano
u.s. space force
spirito della frontiera
era spaziale
spirito del puritanesimo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi