Skip to content

La Diversity nel Board: analisi dell'impatto sulla performance aziendale nella Zona Euro

Estratto della Tesi di Luca Facciolo

Mostra/Nascondi contenuto.
10 ruoli fra chi possiede la proprietà dell’azienda (principal) e chi la amministra (agent), che consente al management di acquisire maggiori poteri e maggiore discrezionalità nell’esercizio di tali poteri. Muovendo dal lavoro di Berle e Means, e sviluppando la separazione tra proprietà e controllo delle grandi companies americane, Jensen e Meckling pubblicano il loro pionieristico studio, a cui molti studiosi attribuiscono la paternità dell’agency theory: “Theory of the firm: Managerial behavior, agency costs, and ownership structure”. Nel lavoro identificano la modalità con cui nasce il problema d’agenzia, fornendo una definizione di ciò che chiamano “agency relationship”: “…a contract under which one or more person (principal) engage another person (agent) to performe some service on their behalf which involves delegating some decision making authority to the agent. If both parties to the relationship are utility maximizers, there is good reason to believe that the agent will not always act in the best interests of the principal”. Sostanzialmente analizzano il contratto con cui il principale conferisce all’agente il potere di agire per proprio conto, facendo luce sulle conseguenze che possono generare le caratteristiche di tale relazione d’agenzia. In particolare verificano come il soggetto delegato (agent) abbia sia maggiore discrezionalità nelle scelte, sia maggiori informazioni rispetto al principal (asimmetria informativa) che può usare per un tornaconto personale piuttosto che aziendale, ed una remunerazione che non è totalmente collegata al risultato dell’attività. Tale “asimmetria di poteri” tra le due controparti del contratto genera delle forme di opportunismo in capo all’agente identificate come asimmetria informativa e azzardo morale, che possono portarlo a massimizzare la sua utilità, quindi a perseguire un obiettivo diverso da quello per cui è stato delegato, generando appunto ciò che viene definito “problema d’agenzia”. E’ qui che subentra il ruolo fondamentale della corporate governance: il problema d’agenzia dovrebbe essere limitato da meccanismi di governace aziendali, la cui esecuzione comporta per il principal dei “costi d’agenzia 14 ”. Ciò che si nota analizzando la teoria, è che alla base dello sviluppo di questi studi c’è un cambiamento nel modo di vedere l’impresa: non è più vista e studiata come una entità decisionale singola, ma come un’organizzazione con molteplici obiettivi e processioni decisionali complessi. Tale visione è evidente nel lavoro di Fama e Jensen (1983) 15 , che esplicita come la separazione fra proprietà e controllo (i due autori si concentrano piuttosto sulla separazione fra gestione e controllo), 14 Si fa riferimento ai costi (monetari e non monetari) che deve sostenere l’impresa per limitare il comportamento opportunistico dell’agente, ad esempio: 1. Costi di sorveglianza ed incentivazione: sostenuti dal principale per monitorare l’operato del manager 2. Costi di obbligazione: sostenuti dall’agente per rassicurare il principale sulla bontà della sua attività 3. Costi residuali: costi generati da altri conflitti di interessi non risolti, rappresentati dal costo opportunità (differenza tra comportamento effettivo dell’agente e quello che da contratto avrebbe dovuto tenere, per massimizzare l’utilità del principale). 15 Fama, E. F.; Jensen, M. C. (1983). “Separation of ownership and control”. Journal of Law Economics, Vol. 26, N.2, pp. 301-326
Estratto dalla tesi: La Diversity nel Board: analisi dell'impatto sulla performance aziendale nella Zona Euro

Estratto dalla tesi:

La Diversity nel Board: analisi dell'impatto sulla performance aziendale nella Zona Euro

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luca Facciolo
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2018-19
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Impresa e Management
  Corso: Gestione d'impresa
  Relatore: Barbara Sveva Magnanelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 103

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cda
diversity management
diversity
gender diversity
agency theory
board diversity
golden skirts effect
critical mass theory
double-edge sword

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi