Skip to content

Corporate Social Responsibility: Implicazioni Strategiche ed Impatto sulle Performance Aziendali

Estratto della Tesi di Davide Busanello

Estratto dalla tesi: Corporate Social Responsibility: Implicazioni Strategiche ed Impatto sulle Performance Aziendali
15 
 
Performance” o CSP) (Carroll, 1979). Nel definire le performance sociali di un’impresa, i manager 
devono in primo luogo avere una chiara definizione di responsabilità sociale d’impresa, 
successivamente devono enumerare le questioni e le problematiche per le quali sussiste una 
responsabilità sociale ed, infine, specificare la reattività dell’azione, ossia decidere se rispondere in 
maniera reattiva o proattiva nei confronti delle problematiche sociali precedentemente individuate 
(Carroll, 1979) (Carroll, 1999). Secondo Carroll (1979), “la responsabilità sociale dell’impresa include 
le aspettative economiche, legali, etiche e discrezionali che la società ha nei confronti delle 
organizzazioni in un determinato momento”. Il modello di responsabilità sociale proposto da Carroll 
individua, dunque, diversi livelli di priorità cui le imprese devono necessariamente uniformarsi nel 
definire i propri obiettivi e comportamenti. In primo luogo, viene nuovamente sancita la preminenza 
della dimensione economica sulle altre, in quanto la prima e principale responsabilità sociale 
generalmente attribuita alle imprese è proprio quella di produrre beni e servizi che soddisfino i 
bisogni della società e di conseguire un profitto dagli stessi. Il livello successivo è rappresentato dalla 
responsabilità legale in quanto la società si aspetta che le imprese perseguano i propri fini economici 
nel rispetto del sistema giuridico di riferimento, ossia di quelle norme e regolamentazioni che 
disciplinano i comportamenti delle imprese all’interno del contesto sociale in cui sono inserite. La 
terza dimensione, quella delle responsabilità etiche, comprende quell’insieme di comportamenti e di 
norme di carattere etico che, benché non siano codificati in un sistema formale di norme, la società si 
aspetta che le imprese adottino. Si tratta, dunque, di comportamenti e di pratiche che vanno al di là 
dei requisiti imposti dalla legge. Infine, le responsabilità discrezionali comprendono quell’insieme di 
comportamenti a carattere volontaristico la cui adozione risponde ad un manifesto desiderio 
dell’impresa di migliorare il benessere della società nel suo complesso, andando oltre le aspettative 
di natura economica, legale ed etica manifestate dalla società.  A titolo esemplificativo, rientrano 
nella categoria delle attività volontarie le elargizioni filantropiche, la lotta alla diffusione e al 
consumo di droghe, l’erogazione di opportunità formative per disoccupati e disabili (Carroll, 1979). 
Quanto sopra descritto può essere efficacemente rappresentato graficamente in una struttura 
piramidale (Carroll, 1991)(fig. 2). 
Il principale contributo insito nel modello di CSR teorizzato da Carroll (1979) è rappresentato dal 
riconoscimento dell’esistenza simultanea di una pluralità di responsabilità cui l’impresa deve 
contemporaneamente far fronte. Gli obiettivi economici e sociali non vengono più intesi come 
mutualmente esclusivi e, dunque, incompatibili ma concorrono simultaneamente alla formazione 
delle responsabilità sociali complessive di un’impresa. Tuttavia, resta da segnalare come le differenti 
dimensioni di responsabilità sociale non abbiano la stessa rilevanza e, conseguentemente, viene 
ancora una volta ribadito il primato della sfera economica sulle altre (Lee, 2008).

Estratto dalla tesi:

Corporate Social Responsibility: Implicazioni Strategiche ed Impatto sulle Performance Aziendali

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Davide Busanello
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Andrea Tracogna
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 156

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

creazione di valore
csr
nestle'
valore condiviso
shared value
strategia
porter
circolo virtuoso

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi