Skip to content

Come un video su YouTube diventa “spontaneamente” virale e come sfruttarne le potenzialità

Estratto della Tesi di Laura Tonin

Estratto dalla tesi: Come un video su YouTube diventa “spontaneamente” virale e come sfruttarne le potenzialità
15 Cap. 1 - 1.1 Internet. Dal web 1.0 al web 2.0
Dal momento della sua nascita, internet inizia la sua crescita espo-
nenziale e inarrestabile.
Questo nuovo strumento permette di navigare ed usufruire di un in-
sieme vastissimo di contenuti multimediali e di ulteriori servizi acces-
sibili a tutti o ad una parte selezionata degli utenti.
Per questa sua peculiare caratteristica, il web entra a far parte dei così 
detti “new media” che evidentemente non si comportano più come 
i “mass media” .
Fino all’anno 2000 il web era ritenuto “statico”, senza alcuna possibi-
lità di interazione con l’utente, eccetto la normale navigazione fra le 
pagine, l’uso delle e-mail o dei motori di ricerca.
L’obiettivo delle aziende che caricavano siti web o banner in rete, era 
quello di fornire informazioni all’utente.
Nel 2001 il Web subisce un cambiamento. Questo non comporta un 
cambio di struttura ma di fruizione: nasce il Web 2.0, cioè la possibili-
tà per l’utente di creare e modificare contenuti direttamente in rete, 
senza la necessità di affidarsi ai media tradizionali.
Il principio fondamentale di questa nuova forma di Internet è il Web 
come piattaforma che permette la condivisione dei dati fra i diversi 
utenti, che possono controllarli e gestirli.
In questo modo l’informazione viaggia liberamente da un sito all’altro 
permettendo agli utenti di prendere informazioni da diversi siti simul-
taneamente e di distribuirle su altri siti per nuovi scopi
2
.
Questo per le aziende è un grosso pericolo ma anche una grossa op-
portunità perché grazie a questo cambiamento il mercato ricomincia 
a dialogare e gli utenti si raccontano la verità sui prodotti e sui brand. 
In questo modo le nuove parole chiave del marketing diventano buzz 
e viral.
Quando cambiano le gerarchie tra i canali di comunicazione, diventa 
indispensabile cambiare il modo di fare comunicazione.
Nella rete il flusso d’informazioni ha cambiato direzione: se prima c’e-
1.1 Internet. Dal web 1.0 al web 2.0
Abbiamo parlato poco fa dell’evoluzione del computer e dell’evoluzio-
ne delle “conversazioni” fra aziende e consumatori, ma abbiamo solo 
accennato allo sviluppo delle telecomunicazioni, altro meccanismo 
importante per lo sviluppo della società odierna.
La nascita di Internet viene universalmente fissata al 29 ottobre 1969, 
giorno in cui venne sperimentata con successo la prima comunicazio-
ne in remoto tra computer appartenenti a due istituti universitari: la 
Stanford University (San Francisco) e l’UCLA (Los Angeles).
L’inizio del Web così come oggi lo conosciamo (con la messa a punto 
degli strumenti ipertestuali) è da collocare nel tempo molti anni dopo: 
si parla di WWW (World Wide Web) il 6 agosto 1991, giorno in cui Tim 
Berners-Lee mise online su Internet il primo sito Web. Inizialmente 
utilizzato solo dalla comunità scientifica, il 30 aprile 1993 il CERN de-
cide di rendere pubblica la tecnologia alla base del Web con la creazio-
ne del protocollo HTTP (HyperText Transfert Protocol). 
Con la nascita di internet nascono e crescono, a livello di funzioni e 
interfaccia grafica, anche i primi browser, Netscape (1993) e Internet 
Explorer (1995) furono i primi.
Dopo la comparsa dei primi siti a scopo commerciale, furono le e-
mail (prima fra tutte Hotmail) e i portali di ricerca (Altervista, Yahoo 
e Google fra i primi) a rivoluzionare davvero le abitudini di milioni di 
persone
1
.
Il web nasce come spazio digitale di internet nel quale è possibile 
editare (inserire e modificare) contenuti da parte degli utenti. I con-
tenuti sono organizzati nei siti web che sono formati da pagine web 
che sono a loro volta costituite da un misto di testo e grafica (ai quali 
si possono aggiungere fotografie e video) e sono collegate fra loro da 
dei link. Tutto ciò è visibile attraverso un browser web.
______
1 - Cfr. SITO WEB, Wikipedia, Internet, http://it.wikipedia.org/wiki/Internet - ultima consultazione 19/10/12
2 - Cfr. BERNARD COVA, ALEX GIORDANO, MIRKO PALLERA, Marketing non-convenzionale, Gruppo24ore, Milano 2008, pp. 79-85.

Estratto dalla tesi:

Come un video su YouTube diventa “spontaneamente” virale e come sfruttarne le potenzialità

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Laura Tonin
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia
  Facoltà: Dipartimento di Arti Visive
  Corso: Grafica e Comunicazione
  Relatore: Matteo Asti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 96

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi