Skip to content

Il telefonino: l'ultima frontiera della rivoluzione digitale.

Estratto della Tesi di Salvatore La Fauci

Estratto dalla tesi: Il telefonino: l'ultima frontiera della rivoluzione digitale.
14 
Bell e il nostro Meucci furono in causa per molto tempo per aggiudicarsi la paternità di 
questa straordinaria invenzione
29
.  
Il telefono ha una grande capacità: quella di coinvolgere l‟intera persona. Gli psichiatri, 
per esempio, osservano che i bambini nevrotici perdono tutti i simboli della loro nevrosi 
quando telefonano
30
. 
Oggi più che del telefono, si dovrebbe parlare del telefono cellulare, più famoso col nome 
di “telefonino”. Dopo che per molti anni è stato considerato uno status symbol e un 
oggetto per pochi, il telefonino è ormai entrato nella quotidianità, fino al punto di essere 
quasi indispensabile
31
. La telefonia mobile fu inventata nel 1947, ma i primi cellulari 
nacquero in Giappone, nel 1979, e furono messi in commercio nel 1983. Dieci anni più 
tardi cominciò una crescita più veloce, che ebbe una forte accelerazione fra il 1997 e il 
1999, particolarmente in Italia, dove il numero di telefoni cellulari ha superato quello 
delle linee “residenziali” nel 1998 e il totale delle linee “fisse” nel 2000. La curva di 
crescita ora si sta assestando, perché ci si avvicina a una soglia di “saturazione”
32
. 
 
Radio, cinema e televisione 
Il 12 dicembre 1901 Marconi collegava per la prima volta Europa e America con un 
segnale radiotelegrafico. Ma ciò non c‟entra nulla con la radio che noi oggi conosciamo. 
È stata una grandissima scoperta, ma riguarda un‟altra storia, quella della telegrafia senza 
fili. Né Marconi né altri avevano immaginato che potesse nascere qualcosa come la radio. 
La prima emittente radiofonica nacque nel 1920 negli Stati Uniti e negli anni seguenti si 
diffuse in Europa (in Italia nel 1924). Fu uno sviluppo veloce rispetto ad altre evoluzioni 
                                                 
29
 Soltanto recentemente, nel 2002 (dopo più di cento anni), è stato riconosciuto a Meucci il merito 
dell‟invenzione di quello che lui aveva chiamato “teletrofono”. Hayes, diciannovesimo Presidente degli 
Stati Uniti, dopo aver partecipato a una conversazione dimostrativa tra Washington e Philadelphia nel 1876 
commentò: “Come invenzione è straordinaria, ma a cosa potrà mai servire?”. 
30
 In un articolo del “New York Times” del 7 Settembre 1949, viene riportata la conversazione tra un reduce 
psicopatico H. B. Unruh, che in una crisi di follia uccise tredici persone per le strade di Camden (New 
Jersey) e un redattore del “Camden Evening Courier”. Durante la telefonata il folle smise di sparare agli 
agenti che avevano circondato la sua casa e disse al redattore che non sapeva bene perché aveva sparato a 
quegli uomini e che glielo avrebbe detto più tardi perché in quel momento aveva da fare. Questo dimostra la 
natura raffreddante e partecipazionale di questo medium. 
31
 Cfr. G. Marrone, C’era una volta il telefonino (Meltemi, 2004), p. 16. 
32
 Fonte: Istat ed European ICT Observatory 2003.

Estratto dalla tesi:

Il telefonino: l'ultima frontiera della rivoluzione digitale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Salvatore La Fauci
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Marco Centorrino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 66

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi