Skip to content

Il registro notarile di Manfredo Bonacorso

Estratto della Tesi di Paolo Arena

Estratto dalla tesi: Il registro notarile di Manfredo Bonacorso
37
107
Sì delinea qui la quest ione import ant issima e t ut t avia insolut a, nonost ant e il lungo dibat t it o, su
una pret esa
derivazione dalla t radizione giuridica romana degli ordinament i dei comuni siciliani nel periodo
normanno-svevo aragonese. Sebbene non mi sia consent it o in quest a sede riprendere l’argoment o,
dirò che cert o sopravvive,nei comuni siciliani in genere e a Palermo in pert icolare quest a t radizione
romanist ica (Lo asseriscono, olt re il Ciot t i e il Parut a, molt i alt ri insigni st orici siciliani) ma quest a
t radizione romanist ica sopravvive come concet t o di unit à giuridica della ant ica civit as romana e direi
solt ant o nelle forme est eriori degli ordinament i ment re nella sost anza quest i sono profondament e
mut at i dalle nuove ist it uzioni via via creat esi, le quali, appunt o perché det eminat e delle esigenze
nuove e ambient ali del popolo siciliano, sovrast ano modificano e annullano quelle precedent i di
derivazione romane. Ne risult a che l'ordinament o municipale siciliano nonost ant e la evident e
cont inuit à delle t radizioni romanist iche a una fisionomia originale e propria poichè nasce su basi
democrat iche, si configura e si consolida quando proprio più virilment e spiccano gli spirit i liberali e
quando più imperioso si fa il sent iment o di libert à municipale cioé nell’epoca aragonese.
Cfr. P.Ciot t i: Dr.Pubbl.Sic.Pal.1883 ; P. Parut a: M anoscrìt t o del sec.XVI I ,cap.I e 3°; M . Amari: La
guerra del vespro,op.
Cit ,pag: I 6 ; I “Capìt ula I urat orum” di Federico 3° d’Aragona ; Emiliani Giudici: St r. Dei Com
it -.vo1-2°pag-I 34 e 137;
M . Amari: St . Dei M usul. Op. cit . pag. 274 e ss ; vol. 3°, part . I ; pag. 324 ; De Vio: Privilegia ecc.
op. cit . pag. 15 e ss ; Di St efano, Federico 3° d’Aragona, op, cit ; L.Genuardi: il comune ecc. Op. cit .
pag. 17 e ss ; V.Tamassa : La nov. Giust inia mea DI Pret ore Siciliae in cent . della nasc. di M .AM AR I ;
Pal, 1910, P2^, pag. 304 e ss ; Solmi: I l comune nella st oria del Dr. I n. Enc. Giurid. I t al. Vol. 3°, part .
2^ ; A. De St efanoI l regist ro not arile di G. M aiorana ; op. cit . pag. CX ; G. Cosent ino : M iscellanea, in
Arch. St . Sic.N.S.a 1887, XI I , pag.335 e passim; G.La M ant ia: Ordinam. I nt ernode Sic. Sot t o gli
Aragonesi, Pal. 1934, passim.
108
Cfr. R .Gregorio: Consideraz. Sopra la st oria di Sic. I n. opere ed ined. R iguard.la. Sic. Pal. 1873, lib.
I I °, cap.I I °, pag.100; Falcando: L.R .S. op. cit .pag. 6
109
M. Amari: St. Dei Musul. Op. cit. vol. 3°, part. I; pag.301; vol.3, part 2, pag.450, Vedi anche L.Genuardi: Il
comune nel Medio Evo in Sicilia; op.cit;pag.89
de M ayda, nel c hiedere al re quest o privilegio dic eva c he « « . ; ; per hanc
m ut at ionem nom inis nihil novum fac ere int endebat , sed quod erat iam fac t um
et per inc uriam pret erit um et non c urat um rest aurare et resusc it are » » c ol
m anifest o proposit o di c onferire alla sua ric hiest il c arat t ere di una nec essit à
t radizionale e st oric a
107
.
Sec ondo la t est im onianza del G regorio e del Falc ando
108
, i baiuli vennero
ist it uit i da R uggero 2 ° insiem e ai giust izieri e in sost it uzione dei Vic ec om it i
109
,

Estratto dalla tesi:

Il registro notarile di Manfredo Bonacorso

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Paolo Arena
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1950-51
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere moderne
  Relatore: Antonino De Stefano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 302

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi