Skip to content

Il tema della violenza nell'opera di Ugo Foscolo

Estratto della Tesi di Simone Scriva

Estratto dalla tesi: Il tema della violenza nell'opera di Ugo Foscolo
17 
 
La rappresentazione della dea è violenta e deriva da una vasta tradizione; terribile in 
volto, circondata dai fulmini e dal fumo, la spada e la chioma grondanti sangue, ma 
violento è anche il linguaggio: la natura infame, l’inferno invocato bestemmiando. Come 
suindicato, la tradizione
35
 della rappresentazione della dea è estesa e, traendo origine dal 
concetto di Dike omerica, trova una prima personificazione in Esiodo
36
, tuttavia dobbiamo 
notare come l’immagine della dea che, corrotta dal sangue delle stragi, lascia la terra, 
appartiene a Ovidio: «victa iacet pietas, et Virgo caede madentes, ultima celestum, terras 
Astraea
37
 reliquit
38
», tuttavia la suggestione ovidiana non è circoscritta solamente a questo 
luogo; più in generale tutta la prima stanza del poemetto traccia un percorso simile a 
quello di Ovidio nel I libro delle Metamorfosi dove, ad un’iniziale età dell’oro, «quae 
vindice nullo, / sponte sua, sine lege fidem rectumque colebat
39
.» va sostituendosi 
finalmente, passando per l’età del bronzo, un’età del ferro in cui scompaiono pudore, fede 
e verità  «in quorum subiere locum fraudesque dolusque / insidiaeque et vis et amor 
sceleratus habendi
40
», analogamente nel componimento foscoliano in una prima visione 
idilliaca della terra: «[…] fiammeggiar si vide / ne' cieli il Sole, e rotear le stelle / dietro la 
dolce–radiante Luna / tra il fresco vel di solitària notte, / e germogliò natura […]
41
» 
s’innesta la comparsa «D’innocuo sangue, che fraterna mano / Invida sparse, […]
42
» ed è a 
questo punto che in entrambi i componimenti la Giustizia, sporca del sangue dei fratelli
43
, 
abbandona la terra.  
 
35
 Per una disamina attenta delle forme assunte da Dike nella letteratura greca si rimanda a JELLAMO (2005) e, più 
diffusamente, ad HAVELOCK (1981). 
36
 In ESIODO (2016), a partire dal v. 900 (il soggetto è Zeus), si legge: «Per seconda poi sposò la splendida Temi, che fu 
madre dell’Ore / Eunomie, Dike e Eirene fiorente, / che vegliano sull’opera dei mortali» 
37
 Rossella Corti nota come il termine Astrea per indicare la Giustizia / Dike fosse sconosciuto prima di Ovidio, che lo 
farebbe derivare dal padre di lei Astreo (mentre in Esiodo Dike era figlia di Zeus e Themi). 
38
 OVIDIO (2018), p.54: «Vinta e reietta è la pietà e la vergine Astrea, ultima tra gli dei, abbandona la terra imbevuta dal 
sangue delle stragi.» 
39
 ivi, p.50: «[…] che senza alcun controllo e senza bisogno di leggi, spontaneamente, rispettava la fedeltà e la 
giustizia.». 
40
 ivi, p.52: «al loro posto subentrarono la frode, l’inganno, l’insidia, la violenza e la turpe avarizia.». 
41
 BOTASSO (1948), p.248. 
42
 ibidem. 
43
 Ritorneremo in seguito sull’espressione, per cui si rimanda alla p. 23 di questo testo, in cui troviamo una prima 
problematizzazione della questione.

Estratto dalla tesi:

Il tema della violenza nell'opera di Ugo Foscolo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Simone Scriva
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2020-21
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere Moderne
  Relatore: Sonia Gentili
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 87

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

violenza
foscolo
tema
opera di foscolo

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi