Skip to content

Il confederalismo democratico e le nazioni senza stato: il caso di Rojava

Informazioni tesi

  Autore: Simonetta Saccon
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università Telematica "E-Campus"
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Scienze politiche e sociali
  Relatore: Kateryna Pishchikova
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 87

La tesi triennale si pone l’obiettivo di analizzare gli sviluppi che hanno portato alla costituzione dell’ Auto Amministrazione Democratica del Nord e dell’Est della Siria, più comunemente conosciuta come Rojava, attraverso una dettagliata ricerca bibliografica e riflessioni personali. Ivi, nel 2016, dopo il ritiro dell’esercito regolare di Damasco, le forze militari curdo-siriane hanno preso il controllo dell’area ed al contempo, per volontà del Pyd, il Partito curdo-siriano, ed altre organizzazioni curde, si è voluto implementare un sistema politico-amministrativo basato sulla teoria del confederalismo democratico ideato dal leader curdo-turco Abdullah Öcalan durante la detenzione nel carcere di Īmrali, a sua volta ispiratosi alle tesi dell’anarchico statunitense Murray Bookchin. La trattazione traccia anzitutto un profilo del popolo curdo, della sua storia e delle sue peculiarità, con una attenzione particolare ai falliti tentativi di autonomia ed indipendenza, per poi soffermarsi sui concetti teorici di Stato nazione, municipalismo libertario, comunalismo e confederalismo, concetti introdotti nel più ampio contesto del background politico ed ideologico di Bookchin e Öcalan; successivamente viene descritta la rivoluzione avvenuta in Rojava, la situazione attuale della Federazione e vengono infine presi in considerazione eventuali sviluppi futuri. Questa nuova realtà ha concesso la possibilità al popolo curdo di sperimentare un’inedita forma di autonomia; accantonata l’ispirazione di costituire una Stato nazionale indipendente di modello westfaliano, i curdi, con il sostegno di altri gruppi etnici della regione, hanno dato vita ad un nuovo laboratorio sociale, politico ed economico, basato sulla convivenza pacifica fra religioni, sull’uguaglianza di genere e sull’ecologismo. Un baluardo di civiltà e speranza che ha fieramente combattuto contro lo Stato Islamico ma che è oggi minacciata da altri nemici e cerca di sopravvivere in un contesto particolarmente movimentato e delicato come quello del Medio Oriente.

Informazioni tesi

  Autore: Simonetta Saccon
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università Telematica "E-Campus"
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Scienze politiche e sociali
  Relatore: Kateryna Pishchikova
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 87

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Questo trattazione si propone di affrontare ed analizzare in primis la storia del popolo curdo, per poi specificatamente focalizzarsi sulla teoria del confederalismo democratico come soluzione politico-amministrativa alternativa per i territori del Medio-Oriente, così come ideato e proposto da Abdullah Öcalan, quali sono i principi ideologici che lo compongono, fino ad addentrarsi nella trattazione riguardante il primo esperimento concreto della teoria sopra menzionata, l’Auto-amministrazione Democratica del Nord della Siria, meglio conosciuta con il nome di Rojava. Attraverso un’approfondita ricerca bibliografica e sitografica, si è cercato di ricostruire gli avvenimenti che hanno portato alla nascita di questa nuova realtà. Il sogno di costituire un grande Kurdistan si è rivelato essere impraticabile nel corso della storia a causa degli assoggettamenti politici da parte degli imperi Ottomano e Persiano prima, ed in seguito a causa di congiunture internazionali particolari che hanno vanificato le speranze di autonomia ed indipendenza; la frase spesso citata dai curdi “Non abbiamo altri amici che le montagne” non si riferisce solamente agli impervi territori che li hanno storicamente ospitati, ma soprattutto ai secoli di reiterati attacchi egemonici da parte di altre comunità e nazioni e di “tradimenti” perpetuati dalle potenze occidentali. Poiché tale realtà si dichiara apertamente contrapposta allo Stato-Nazione, una particolare attenzione è stata rivolta all’analisi delle peculiarità dello stesso, delle sue origini storiche, di come sia riuscito nel corso dei secoli ad affermarsi come unità internazionale di riferimento, dei suoi sviluppi e delle sue problematiche nel contesto contemporaneo di un mondo globalizzato. Successivamente è stato necessario valutare il lavoro teorico di Öcalan, in particolare il pamphlet “Conferedalismo Democratico”, ispirato al municipalismo libertario dell’anarchico statunitense Murray Bookchin, al quale è stata dedicata una specifica digressione. Costituitosi nel 2013 con l’auto-proclamazione di un governo ad interim per le regioni autonome a Qamishli da parte del Partito Curdo Siriano, il Rojava rappresenta un’auto-amministrazione democratica dalla portata innovatrice sorprendente, soprattutto per un’area da secoli lacerata da conflitti e divisioni etniche e religiose e di cui pochi alla nascita ne avevano pienamente compreso il significato dirompente. E stato poi approfondito il sistema politico- amministrativo che si è voluto implementare in Rojava seguendo i precetti del “Contratto Sociale”, la Costituzione del Kurdistan siriano ispirata ai precetti di “Apo” Öcalan, riferendosi all’organizzazione socio-politica improntata a livello legislativo ed esecutivo, con particolare riferimento alle “comuni” e al sistema di co-presidenze e al principio di decentramento. Sottoponendo ad un’attenta valutazione le più recenti vicende legate al Rojava, ci si addentrerà nella delineazione del contesto attuale dell’area, anche in rapporto alle relazioni con i Paesi confinanti e le Nazioni occidentali, ai mercati e in quale modo la Federazione si inserisce nel più ampio contesto della globalizzazione. Ci si interrogherà infine su quale possa essere il suo futuro, su quali potrebbero essere le condizioni per la sua sopravvivenza ed eventuale espansione, o se questo tentativo di costituire una “nazione democratica” sarà destinato a

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

turchia
siria
curdi
abdullah ocalan
stato-nazione
isis
confederalismo democratico
federazione del nord-est della siria
rojava
murray bookchin

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi