Skip to content

La Società Foggiana: un'analisi socio giuridica di una mafia invisibile

Informazioni tesi

  Autore: Alessia Rizzi
  Tipo: Laurea magistrale a ciclo unico
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Stefania Pellegrini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 142

Il presente elaborato ha ad oggetto l’analisi di un fenomeno criminologico mafioso emerso nel nord della Puglia verso la fine degli anni ’70: la Società Foggiana, un apparato strutturale suddiviso in ‘batterie’, riconosciuta dalla Corte di Cassazione nel 1996 nella sentenza Panunzio come ‘‘un’associazione a delinquere di stampo mafioso’’ – ex art.416-bis c.p.
L’obiettivo della trattazione è fornire una conoscenza e una comprensione approfondita di una criminalità organizzata che, sebbene diffusasi nel territorio da molto tempo, sia stata in più occasioni sottovalutata quale realtà criminale profondamente violenta e brutale, diventando una "mafia invisibile" agli occhi dell’intera comunità.
Innanzitutto, si provvederà a delineare il contesto storico in cui si colloca la Società Foggiana, partendo da una terra, la Puglia, apparentemente così lontana da una realtà sanguinaria e cruenta – e proprio per questo definita un’isola felix – che ha ceduto all’insediamento e l’espansione delle mafie tradizionali, fino alla costituzione di una vera e propria organizzazione criminale autonoma e indipendente.
In secondo luogo, si effettuerà un’analisi sociologica del fenomeno mafioso foggiano, prendendo in considerazione non solo quei fattori sociali, morfologici e culturali che hanno permesso alla Società Foggiana di acquisire consensi e legittimazione dalla società civile; ma anche la particolare questione della criminalità minorile, in riferimento al reclutamento di giovani leve all’interno dell’organizzazione criminale foggiana.
Successivamente si procederà nella individuazione delle maggiori attività illecite che, soprattutto nel corso dell’ultimo decennio, hanno permesso alla criminalità organizzata foggiana di avviare un nuovo percorso che mirava ad un ampliamento degli scopi associativi. Dal traffico di sostanze stupefacenti, alle estorsioni nel settore edile e agricolo, l’attenzione della mafia foggiana è attualmente rivolta anche agli apparati amministrativi, definendosi propriamente una ‘mafia degli affari’.
Per concludere, si prenderà in esame l’art.416-bis c.p. Si spiegherà la genesi e gli elementi costitutivi di una fattispecie incriminatrice ad hoc che ha consentito alla Corte d’Assise di Foggia e la Suprema Corte di Cassazione di riconoscere alla Società Foggiana, nelle relative sentenze, il carattere di associazione a delinquere di stampo mafioso, e non di associazione a delinquere comune.
In particolare, per dare riprova di una norma strutturata in modo davvero efficace per debellare il fenomeno mafioso, si analizzerà il sistema di aggressione patrimoniale, che si presta a strumento principale per aggredire l’economia mafiosa.
La stesura dell’elaborato si volgerà tenendo in considerazione che, accanto ad una analisi certamente giuridica, si debba collocare una analisi sociologica per garantire un quadro chiaro e completo del fenomeno in esame. Per tale ragione, si adopereranno, in aggiunta alle sentenze e normative vigenti, intercettazioni ambientali, interviste rilasciate da esponenti dell’organizzazione criminale – divenuti poi collaboratori di giustizia – e da magistrati del settore, informazioni giornalistiche e molteplici testimonianze di vittime della mafia. Materiale di fondamentale importanza per effettuare un’accurata analisi di una realtà criminale esplicata in parte dalle Corti.

Informazioni tesi

  Autore: Alessia Rizzi
  Tipo: Laurea magistrale a ciclo unico
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Stefania Pellegrini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 142

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 INTRODUZIONE Il presente elaborato ha ad oggetto l’analisi di un fenomeno criminologico mafioso emerso nel nord della Puglia verso la fine degli anni ’70: la Società Foggiana, un apparato strutturale suddiviso in ‘batterie’, riconosciuta dalla Corte di Cassazione nel 1996 nella sentenza Panunzio come ‘‘un’associazione a delinquere di stampo mafioso’’ – ex art.416-bis c.p. L’obiettivo della trattazione è fornire una conoscenza e una comprensione approfondita di una criminalità organizzata che, sebbene diffusasi nel territorio da molto tempo, sia stata in più occasioni sottovalutata quale realtà criminale profondamente violenta e brutale, diventando una ‘mafia invisibile’ agli occhi dell’intera comunità. Innanzitutto, si provvederà a delineare il contesto storico in cui si colloca la Società Foggiana, partendo da una terra, la Puglia, apparentemente così lontana da una realtà sanguinaria e cruenta – e proprio per questo definita un’isola felix – che ha ceduto all’insediamento e l’espansione delle mafie tradizionali, fino alla costituzione di una vera e propria organizzazione criminale autonoma e indipendente. In secondo luogo, si effettuerà un’analisi sociologica del fenomeno mafioso foggiano, prendendo in considerazione non solo quei fattori sociali, morfologici e culturali che hanno permesso alla Società Foggiana di acquisire consensi e legittimazione dalla società civile; ma anche la particolare questione della criminalità minorile, in riferimento al reclutamento di giovani leve all’interno dell’organizzazione criminale foggiana. Successivamente si procederà nella individuazione delle maggiori attività illecite che, soprattutto nel corso dell’ultimo decennio, hanno permesso alla criminalità
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

omicidio
estorsione
mafie tradizionali
corte d'assise di bari
società foggiana
corte d'assise di foggia
mafia rurale
sentenza panunzio

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi