Skip to content

La violenza sulle donne: da fenomeno sommerso a problema sociale

Informazioni tesi

  Autore: Oriana Castello
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Claudio Sarzotti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 222

L'elaborato tenta di ricostruire i passaggi normativi, storici e sociali fondamentali che hanno contribuito a far emergere il problema della violenza sulle donne così come lo conosciamo oggi.
Questo lavoro mira ad indagare da un punto di vista giuridico e sociologico quali siano stati i fattori che hanno tenuto sommerso il fenomeno della violenza sulle donne per così tanto tempo e che tipo di processo sociale si sia dovuto innescare perché si arrivasse a parlarne in termini problematici. Per fare ciò, sono stati analizzati i movimenti femministi nati a partire dalla Resistenza, cercando di mettere in evidenza tutte le pietre miliari che hanno condotto alla parità dei sessi. Dal punto di vista sociologico, questi movimenti femministi possono essere considerati imprenditori morali, cioè attori sociali che individuano un fatto che si ripete costantemente nel tempo all'interno della comunità, che lo etichettano come fatto deviante e cercano di sensibilizzare la collettività fino a persuaderla che si tratti di un problema serio e reale, che va affrontato e, possibilmente, eliminato.

Informazioni tesi

  Autore: Oriana Castello
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Claudio Sarzotti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 222

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE In seguito alla mia esperienza maturata come volontaria presso il centro antiviolenza “Telefono Rosa” di Torino, iniziata con lo svolgimento del servizio civile volontario nel 2012 (e che prosegue tuttora come operatrice), la mia sensibilità di persona nei confronti del dilagante fenomeno “violenza sulle donne” si è accresciuta notevolmente. Scrivere la tesi di laurea su questa materia è stata per me occasione di studio e di approfondimento. Dopo essermi trovata molte volte a contatto diretto con le donne vittime appunto di violenza ed aver ascoltato i loro racconti, ho iniziato a interrogarmi sulle cause che la determinano. Mi sono anche chiesta come tali violenze venissero poi presentate all‟opinione pubblica e quali erano i mezzi utilizzati dalle Istituzioni per contrastarle, prevenirle e sconfiggerle. Da questi interrogativi, è scaturita l‟idea di approfondire questi temi, prendendo come spunto la stesura della mia tesi di laurea. Nel primo capitolo ho trattato la nascita, l‟evoluzione e le conquiste dei movimenti femministi nel campo dell‟emancipazione a partire dagli anni della Resistenza, oltre ad un più generale studio sulla figura della donna all‟interno della società a partire dagli anni „50. Nel capitolo successivo, l‟attenzione si è concentrata sullo specifico fenomeno della violenza, cercando di individuare il momento storico-genetico in cui le donne hanno iniziato a parlarne pubblicamente ed a denunciare le violenze subite, con particolare riferimento alla violenza domestica. Allo stesso tempo, ho tentato di analizzare l‟evoluzione nel tempo di questo fenomeno. Per fare ciò, ho analizzato e messo a confronto in particolare due fonti: una rivista prettamente femminile e un quotidiano, al fine di approfondire lo studio sul diverso modo di presentare le notizie di violenza, sia nei diretti confronti delle donne e sia all‟opinione pubblica in generale. Sfogliando ogni numero, pagina dopo pagina, del periodico Noi Donne dal 1950 ad oggi e ricercando con parole-chiave gli articoli apparsi sul quotidiano

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l’utente che consulta la tesi volesse citarne alcune parti, dovrà inserire correttamente la fonte, come si cita un qualsiasi altro testo di riferimento bibliografico.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sessualità
autocoscienza
movimenti femministi
violenza domestica
violenza sulle donne
telefono rosa
centri
femminicidio
consultori
processo di criminalizzazione

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi