Skip to content

Il cortocircuito dell'immaginario americano come fondamento della U.S. Space Force

Informazioni tesi

  Autore: Pietro Piga
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Facoltà di Studi Umanistici
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Emiliano Ilardi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 60

L'immaginario americano è una fabbrica di figure, metafore, visioni, convinzioni e personaggi, le quali si radicano nella cultura e nell'identità dei cittadini, ramificandosi, con delle forme e dei significati molteplici e differenti, nello spirito del puritanesimo e della frontiera, ambedue efficaci nell'influenzare l'arte, l'architettura, il costume e la moda, l'economia, la politica e la geopolitica, la comunicazione, la scienza e la tecnologia su scala nazionale e internazionale. Per la sua centralità, la sua rilevanza e la sua attualità, lo spirito della frontiera è il concetto esposto, esaminato, spiegato e approfondito, sul piano comunicativo e sociologico, nella tesi di laurea. Tuttavia, come sostenuto nella tesi di laurea, lo spirito della frontiera è correlato a quello del puritanesimo, poiché, sebbene la concezione dello spazio sia antitetica e, di conseguenza, anche le scelte e le mosse dettate da questa, hanno dei punti di contatto e, intersecandosi, provocano il cortocircuito dell'immaginario americano. Il quale, come mostrato mediante degli esempi, risale alla fase embrionale della nascita della Nazione, ha determinato il loro vissuto e, tuttora, lo fa, attingendo, soprattutto, dalla scienza e della tecnologia, i cui progressi hanno due fini: la salvaguardia dello spazio; la scoperta, o la simulazione, o l'invenzione di un altro. Per questo, il caso-principe illustrato e analizzato è l'intenzione di Donald John Trump, 45° Presidente degli Stati Uniti d'America, d'instaurare il sesto arto delle Forze Armate, la United States Space Force. L'obiettivo di raggiungere, operare, dominare e difendere lo spazio cosmico è la testimonianza della convivenza dello spirito del puritanesimo e della frontiera, dell'utilizzo della scienza e della tecnologia in funzione di una «Nuova Frontiera» e della contrapposizione tra il Bene e il Male.

Informazioni tesi

  Autore: Pietro Piga
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Facoltà di Studi Umanistici
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Emiliano Ilardi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 60

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO 2 2.1. La scienza e la tecnologia: le chiavi d’accesso al futuro Per far fronte alle carenze e alle inadeguatezze del mondo in cui l’uomo vive, si muove e agisce, dalle quali hanno origine le sue insoddisfazioni e aspirazioni, la scienza e la tecnologia accendono il proprio motore. L’evoluzione e l’ottimizzazione degli strumenti che si adoperano, delle conoscenze dei fenomeni naturali ai quali si assiste, del significato delle nozioni che si acquisiscono e si comunicano, e pure l’invenzione di altri, sono i prodotti della metodologia meticolosa – che si svolge in fasi: la raccolta dei dati iniziali, le analisi, le supposizioni, le tesi, gli esperimenti e le conclusioni – espressa in laboratorio. Negli U.S.A., i sognatori e “costruttori” di utopie, la fucina dei 299 premi Nobel ramificati nelle categorie “per la Fisiologia o la Medicina” (106), “per la Fisica” (95), “per la Chimica” (56) e “Premio della Banca di Svezia per le Scienze Economiche in memoria di Alfred Nobel” (42) 64 , e nido delle aziende hi-tech più rinomate al mondo, il «sapere» 65 è fondamentale per l’avverarsi dei propositi – anche i più proibitivi –, ai quali seguono i mutamenti sociali ed economici vantaggiosi. Nella Nazione, la concezione sulla rilevanza della scienza e della tecnologia venne elaborata da Vannevar Bush (Everett, 11 marzo 1890 – Belmont, 30 giugno 1974), il quale fu il direttore dell’Office of Scientific Research and Development (O.S.R.D.) 66 , uno dei consiglieri scientifici del Governo Federale degli U.S.A. e il super-visore del “Manhattan Project” sia nel corso della presidenza di Franklin Delano Roosevelt (Hyde Park, 30 gennaio 1882 – Warm Springs, 12 aprile 1945), 32° P.O.T.U.S., sia in quella successiva di Harry Spencer Truman (Lamar, 8 maggio 1884 – Kansas City, 26 dicembre 1972). Il 25 luglio 1945, in seguito a una missiva che gli recapitò F.D. Roosevelt per domandargli quale fosse il comportamento che la Casa Bianca avrebbe dovuto tenere, a margine della Seconda Guerra Mondiale, per compiere dei progressi scientifici e tecnologici, l’ingegnere e matematico statunitense pubblicò, in risposta – seppur il 32° P.O.T.U.S. fosse deceduto poco più di due mesi prima, e al cui posto, nello Studio Ovale, si fosse insediato H.S. Truman –, Science: The Endless Frontier (Scienza: La Frontiera Infinita) 67 . In quel rapporto, racchiuso in 70 pagine, V. Bush ribatté alle richieste provenienti dal 1600 Pennsylvania Avenue NW di Washington D.C., esponendo la sua visione sul percorso che il Paese, in quel periodo, avrebbe dovuto intraprendere. 64 Nobel Prize, Nobel Prizes & Laureates, https://www.nobelprize.org/, visionato il 30/04/2019. 65 Treccani, Vocabolario on line, Sciènza, http://www.treccani.it/vocabolario/scienza/, visionato il 30/04/2019. 66 D’ora in avanti, per indicare l’ Office of Scientific Research and Development verrà utilizzato l’acronimo O.S.R.D. 67 Cfr. V. Bush, Manifesto per la nascita di una nazione. Scienza, la frontiera infinita, Bollati Boringhieri, Torino 2013, pp. 22-23.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comunicazione
guerra fredda
stati uniti d'america
john fitzgerald kennedy
donald john trump
immaginario americano
u.s. space force
spirito della frontiera
era spaziale
spirito del puritanesimo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi