Skip to content

Un confronto tra l'approccio narrativo in psicologia e nella Teologia Fondamentale

Gratis L'indice di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
<br><b>Introduzione</b><br/> <br><b>Parte I - L'approccio narrativo in psicologia</b><br/> <br/><b>Capitolo Primo: Il costruttivismo</b> <br/> 1.1 L'idea di post-razionalismo <br/> 1.2 Modifica della relazione osservatore/osservato <br/> 1.3 Origini del costruttivismo <br/> 1.4 La vita come processo cognitivo <br/> 1.5 Il significato e la funzione del costruttivismo <br/> 1.5.1 Una gamma epistemologica costruttivista <br/> 1.5.2 Costruttivismo: idee e protagonisti <br/> 1.6 Piaget: la mente costruttivista nel suo sviluppo <br/> 1.6.1 Il paradigma piagetiano <br/> 1.6.2 Il soggetto epistemico<br/> 1.6.3 Lo sviluppo dell'integrazione e dell'adattamento <br/> 1.6.4 L'uscita dall'egocentrismo<br/> 1.6.5 Il significato &egrave; relazionale <br/> 1.7 Kelly e la teoria dei costrutti <br/> 1.7.1 Il significato di costrutto <br/> 1.8 Von Glasersfeld e il costruttivismo radicale <br/> 1.8.1 Un'idea di rappresentazione <br/> 1.9 Von Foerster: la realt&agrave; come costruzione del soggetto<br/> 1.9.1 Ordine dal rumore <br/> 1.10 L'epistemologia emergente di Maturana e Varela <br/> 1.10.1 Definire la vita <br/> 1.10.2 Ridefinire la scienza <br/> 1.10.3 L'importanza di esistere nel linguaggio <br/> 1.10.4 Il linguaggio come azione sociale <br/> 1.10.5 Autopoiesi ed evoluzione <br/> 1.11 Una nuova epistemologia <br/> <br/><b>Capitolo Secondo: Il cognitivismo evoluzionista</b> <br/> 2.1 Vincolo e relazione: ''valore'' e ''riconoscimento'' <br/> 2.2 Un modello di neuroanatomia relazionale funzionale-evoluzionista <br/> 2.3 MacLean: la teoria del cervello tripartito<br/> 2.3.1 Un modello gerarchico-strutturale delle tipologie di riconoscimento <br/> 2.3.2 Valori 'rettiliani' e categorizzazione percettuale. <br/> 2.3.3 Valori 'limbici' e categorizzazione concettuale. <br/> 2.3.4 Valori 'neocorticali' e categorizzazione verbale <br/> 2.4 La coscienza <br/> 2.5 Edelman: la mente come processo <br/> 2.5.1 Il Darwinismo neurale <br/> 2.5.2 La coscienza: particolarit&agrave; della mente <br/> 2.6 Dennett: l'obiezione al dualismo cartesiano <br/> 2.7 Damasio e la coscienza: nascita della mente che conosce <br/> 2.7.1 Coscienza nucleare e coscienza estesa <br/> 2.8 Searle: la coscienza come fenomeno naturale <br/> 2.8.1 Difficolt&agrave; ed errori di definizione <br/> 2.9 L'attaccamento e la costruzione del S&eacute; e della realt&agrave; <br/> 2.9.1 La prima infanzia (0-2 anni) <br/> 2.9.2 La seconda infanzia (2-5 anni) <br/> 2.9.3 La fanciullezza (6-11 anni) <br/> 2.9.4 L'adolescenza <br/> 2.10 Il sistema comportamentale dell'attaccamento <br/> 2.11 Liotti e la dimensione interpersonale della coscienza <br/> 2.12 Guidano e l'epistemologia della complessit&agrave; auto-organizzata <br/> 2.13 Un'idea di narrazione e attribuzione di significato <br/> <br/><b>Capitolo Terzo: L'approccio narrativo</b> <br/> 3.1 Una storia che si dispiega nella notte <br/> 3.2 Le forme della narrazione <br/> 3.3 Storia, racconto e narrazione <br/> 3.4 Fabula e intreccio <br/> 3.5 Narrazioni <br/> 3.6 Raccontarsi raccontandosi <br/> 3.7 L'utilizzo della narrazione in psicologia <br/> 3.7.1 Narrazioni sul S&eacute; e schemi narrativi sul S&eacute; <br/> 3.8 Pensiero logico e pensiero narrativo <br/> 3.8.1 Un linguaggio che fa pensare <br/> 3.8.2 Il linguaggio per co-nascere al mondo <br/> 3.9 Bruner: il discorso narrativo <br/> 3.9.1 Significato di narrazione <br/> 3.9.2 Narrazione e costruzione del S&eacute; <br/> 3.9.3 Le funzioni dell'autobiografia <br/> 3.9.4 La memoria autobiografica <br/> 3.10 Veglia e i temi di vita <br/> 3.10.1 Oltre i valori rettiliani e limbici: i mandati neocorticali <br/> 3.10.2 L'approccio narrativo: un modo unico e irripetibile di fare ed essere storia<br/> 3.10.3 I temi di vita <br/> <br><b>Parte II - Un'idea della fede: la narrazione nella teologia fondamentale</b><br/> <br/><b>Capitolo Quarto: La teologia</b> <br/> 4.1 Il concetto <br/> 4.2 Teologia nel corso della storia <br/> 4.3 Teologie moderne <br/> 4.4 Chiesa e scienza <br/> 4.5 Prospettiva evangelica: Teologia come scienza <br/> 4.6 Teologia come dottrina del linguaggio <br/> 4.7 Teologia come scienza della storia <br/> 4.8 Conseguenze <br/> 4.9 La teologia moderna <br/> 4.10 Il dibattito sul carattere di modernit&agrave; della teologia <br/> 4.11 Teologie cattoliche nell'epoca moderna <br/> 4.12 La difficolt&agrave; della teologia contemporanea <br/> <br/><b>Capitolo Quinto: La teologia contemporanea</b> <br/> 5.1 Novecento teologico: temi e figure <br/> 5.2 Una duplice chiave di lettura: il Vaticano II e il Romerbrief di Barth <br/> 5.3 La teologia protestante <br/> 5.3.1 La ''svolta dialettica''di Karl Barth <br/> 5.3.2 La fede come autocomprensione credente in Bultmann <br/> 5.3.3 Sviluppi della teologia protestante <br/> 5.4 La teologia cattolica <br/> 5.4.1 Tentativi di rinnovamento<br/> 5.4.2 La svolta antropologica di Rahner <br/> 5.4.3 L'''estetica teologica'' di Von Balthasar <br/> 5.4.4 La congiuntura teologica italiana all'indomani del Concilio Vaticano II <br/> 5.4.5 Una teoria della ragione teologica <br/> 5.5 Perch&eacute; la teologia? <br/> 5.5.1 La teologia nella prospettiva contemporanea <br/> 5.5.2 La fede e la sua soggettivizzazione <br/> 5.5.3 L'ermeneutica: umanesimo e umanitarismo <br/> 5.6 Lo stato presente della teologia <br/> 5.6.1 L'aggiornamento della teologia <br/> 5.6.2 Il rinnovamento biblico della teologia <br/> 5.6.3 Teologia, Universit&agrave; e Chiesa <br/> <br/><b>Capitolo Sesto: La teologia fondamentale</b> <br/> 6.1 Presupposti storici dell'attuale stato della discussione <br/> 6.2 Provocazioni storiche e l'approccio di una teologia fondamentale <br/> 6.3 Sulla metodologia della teologia <br/> 6.4 La rivelazione e la fede <br/> 6.5 La singolarit&agrave; di Ges&ugrave; <br/> 6.5.1 Il Risorto &egrave; il Crocifisso <br/> 6.5.2 L'accadere simbolico della rivelazione <br/> 6.5.3 La presenzialit&agrave; testimoniale della rivelazione <br/> 6.6 Credere per vedere <br/> 6.6.1 Lo scandalo della storicit&agrave; <br/> 6.6.2 Il cammino della libert&agrave; <br/> 6.6.3 L'universalit&agrave; della salvezza cristologia <br/> 6.7 Sequeri e la coscienza credente <br/> 6.7.1 L'esigenza di una teologia della fede come destinazione della grazia alla libert&agrave; <br/> 6.7.2 La fenomenologia di Ges&ugrave;: storia e rivelazione <br/> 6.7.3 Il recupero del Ges&ugrave; storico <br/> 6.7.4 La verit&agrave; del Risorto: esperienza e memoria <br/> 6.7.5 La credibilit&agrave; del Figlio: affidamento e riconoscimento <br/> 6.7.6 La relazione testimoniale <br/> 6.7.7 L'agape: dedizione incondizionata e reciprocit&agrave; fraterna <br/> 6.7.8 Il mutuo sostegno delle due figure di agape <br/> 6.7.9 Forma fidei e coscienza credente <br/> 6.7.10 Logica dell'affidamento <br/> 6.7.11 Un approccio ''fondamentale'' <br/> <br><b>Parte III - Confronto e considerazioni</b><br/> <br/><b>Capitolo Settimo: La storia, il racconto e il cammino dell'uomo: psicologia e teologia a confronto</b> <br/> 7.1 Concetti generali <br/> 7.1.1 Motivazioni e significati <br/> 7.1.2 Ges&ugrave;: storicit&agrave; e relazionalit&agrave; <br/> 7.2 L'approccio narrativo: narrare e ricostruire storie <br/> 7.3 Attrattori di significato nella Rivelazione divina <br/> 7.3.1 Storia di Amore <br/> 7.3.2 Storia di Valore <br/> 7.3.3 Storia di Potere <br/> 7.3.4 Storia di Libert&agrave; e Verit&agrave; <br/> 7.4 Considerazioni finali <br/> <br/><b>Conclusioni </b> <br/> <br/><b>Bibliografia </b> <br/> <br><b>Appendice</b> <br/> Intervista a Mons. Pierangelo Sequeri <br/>
Indice della tesi: Un confronto tra l'approccio narrativo in psicologia e nella Teologia Fondamentale, Pagina 1

Indice dalla tesi:

Un confronto tra l'approccio narrativo in psicologia e nella Teologia Fondamentale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Molinari
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Fabio Veglia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 398

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

amore
bruner
cognitivismo
coscienza
costruttivismo
dennett
edelman
evoluzionismo
guidano liotti
kelly
maturana
narrativo
piaget
potere
racconto
storia di vita
temi di vita
teologia contemporanea
teologia fondamentale
valore
varela
verità libertà
von foerster
von glasersfeld

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi