Skip to content

Crisi e ristrutturazione aziendale: analisi studio e ricerca del servizio di temporary management all'interno della fase di esecuzione delle oeprazioni di turnaround aziendale.

Gratis L'indice di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Indice della tesi: Crisi e ristrutturazione aziendale: analisi studio e ricerca del servizio di temporary management all'interno della fase di esecuzione delle oeprazioni di turnaround aziendale., Pagina 1
nullnull null INDICE 
 
INTRODUZIONE AL LAVORO 
 
CAPITOLO 1 
 L’IMPRESA, L’AMBIENTE IN CUI OPERA E IL RISCHIO  Pag.12 
1.1 Il sistema aziendale 
1.2 L’ambiente in cui l’impresa opera  
1.3 I caratteri delle strutture e il rischio di impresa 
1.4 Gli equilibri aziendali  
1.5 Obiettivi e teorie delle finalità imprenditoriali  
 
CAPITOLO 2 
LA CRISI DI IMPRESA       Pag.26 
2.1 Cenni storici  
2.2 L’origine del termine crisi  
2.3 Gli studi sulla crisi dei sistemi economici generali 
2.4 Gli studi sulla crisi dei sistemi industriali e sulle crisi settoriali 
2.5 La crisi d’impresa dal punto di vista della letteratura aziendale 
2.6 Crisi, declino e “teoria del valore” 
2.7 Le fasi evolutive della crisi  
2.8 Classificazioni delle cause di crisi aziendali 
2.8.1 Cause interne ed esterne 
2.8.2 Cause soggettive e oggettive 
2.8.1.1 Le crisi da inefficienza  
            2.8.1.2 Le crisi di sovraccapacità o rigidità  
              2.8.1.3 Le crisi da decadimento dei prodotti 
              2.8.1.4 Le crisi da carenze di programmazione o innovazione 
                   2.8.1.5 La crisi da squilibrio finanziario o patrimoniale 
2.8.3 Cause primarie e secondarie  
2.9 La crisi d’impresa dal punto di vista della letteratura giuridica 
2.10 Il concetto di insolvenza 
2.11 Manifestazioni dell’insolvenza 
2.12 Insolvenza e gruppi di imprese

nullnull null 2.13 Il presupposto oggettivo delle procedure concorsuali  
2.14 Il presupposto soggettivo  
2.15 La regolazione della crisi fra liquidazione e conservazione del patrimonio 
produttivo 
2.16 I fattori determinanti interni 
2.16.1 Mancanza di etica 
2.16.2 Vertice aziendale inadeguato: amministratore delegato (CEO)/consiglio  
                       di amministrazione  
2.16.3Management inadeguato o non responsabile 
2.16.4 Mancanza di sistemi di controllo gestionale/finanziario 
2.16.5 Politiche di eccesiva espansione interna ed esterna   
2.16.6 Costi eccessivi o non competitivi 
2.16.7 Politiche finanziarie errate 
2.16.8 Inadeguata gestione del capitale circolante commerciale 
2.17 I fattori determinati esterni 
2.18 I fallimenti in Italia e in Europa – Maggio 2009  
2.19 Le statistiche internazionali 
2.20null L’andamento dei fallimenti in Italia 
2.21 La dimensione delle imprese fallite 
 
CAPITOLO 3 
 UNA SOLUZIONE PER IL RISANAMENTO: IL TURNAROUND Pag.97 
3.1 Il turnaround  
3.2 Tipologie e classificazioni generali di turnaround 
3.3 Gli attori interni ed esterni e le modalità di interazione 
3.3.1 Consiglio di amministrazione e l’intervento di esterni.  
3.3.2 Scelta del nuovo Turnaround Management/A.D./CEO 
3.3.3 Il team di turnaround 
3.3.4 Gli stakeholder 
3.3.5 I consulenti professionali

nullnull null CAPITOLO 4 : ESECUZIONE DEL TURNAROUND E SUPERAMENTO 
DELLA CRISI         Pag.123 
4.1 Obiettivo: ripristino del “clima di fiducia”  
4.2 I primi interventi urgenti  
4.2.1 Il cambiamento dell’assetto proprietario 
4.2.2 Fattori che incidono sul rinnovo del management  
4.2.3 Due Diligence  
4.2.3.1 Le diverse aree di analisi di Due Diligence 
          4.2.3.2 Gli obiettivi ed il processo di Due Diligence 
4.2.3.3 Le tipologie di Due Diligence 
4.2.3.4 Gli output del processo di Due Diligence 
4.3 Il piano di risanamento 
4.3.1 Formulazione del piano di risanamento 
4.3.2 Struttura, contenuti e peculiarità del Piano di risanamento  
4.3.3 Predisposizione, approvazione e lancio del Piano 
4.3.4 Confronto e trattativa sul Piano di Risanamento con gli stakeholder  
4.4 La ristrutturazione economico-operativa: le azioni sulla gestione 
4.4.1 Costo del lavoro 
4.4.2 Costo del materiale e costo logistico 
4.4.3 Costi generali di produzione e spese generali ed amministrative 
4.5 Azioni e reazioni su vendite e ricavi 
4.5.1 Politiche commerciali rilevanti nella fase di stabilizzazione 
4.5.2 Politiche e tattiche di prezzo 
4.5.3 Azioni sui prezzi di listino 
4.5.4 Azioni sul sistema degli sconti 
4.5.5 Azioni sulla rete di vendita 
4.6 Gli interventi sulla composizione dell’attivo 
4.6.1 Revisione e cancellazione delle uscite per progetti ed interventi su R&S 
4.6.2 Gestione e razionamento delle risorse finanziare  
4.6.3 Riduzione e smobilizzo del capitale circolante 
4.6.4 Riduzione e smobilizzo dei crediti commerciali 
4.6.5 Estensione e rinegoziazione dei debiti commerciali 
4.6.6 Abbattimento, realizzo degli stock e riduzione degli acquisti 
4.7 Interventi sull’architettura della organizzazione societaria

nullnull null 4.7.1 Il cambiamento organizzativo di medio-lungo periodo 
4.7.2 Il profilo organizzativo e delle competenze in evoluzione 
4.7.3 Cambiamento del management e riduzioni strutturali degli organici 
4.7.4 I rapporti con le rappresentanze sindacali 
4.8 Interventi di gestione strategica 
4.8.1 Elaborazione e comunicazione della vision 
4.8.2 Ridefinizione e concentrazione del business 
4.8.3 Disinvestimento o cessione dei business non core o di singoli cespiti 
4.8.4 Innovazione tecnologica 
4.8.5 Outsourcing di processi o servizi 
4.8.6 Join venture in settori core o diversificati 
4.8.7 Il riposizionamento di prodotti e segmenti di mercato di singoli business 
4.8.8 Sintesi e conferma, quale azienda all’inizio del rilancio 
4.9 Interventi di ristrutturazione finanziaria 
4.9.1 La ricapitalizzazione dell’impresa 
4.9.2 Esigenze ed aspettative dell’azienda e degli stakeholder finanziari 
4.9.3 Principali comportamenti e tattiche degli stakeholder finanziari  
4.9.4 La rinegoziazione e il consolidamenti dei debiti finanziari e commerciali 
4.9.5 Altre modalità di ristrutturazione di medio-lungo periodo 
4.9.6 Il processo negoziale di un ristrutturazione finanziaria 
4.9.7 Il ruolo del sistema finanziario e del sistema creditizio italiano nel 
superamento delle crisi di impresa 
4.9.8 Il ruolo delle banche nelle crisi d’impresa 
 
CAPITOLO 5 
 UNA FIGURA INNOVATIVA: IL TEMPORARY MANAGEMENT Pag.262 
5.1  Governance, management e manager: differenze in rilievo 
5.2 Definizione dell'attività di temporary management 
5.3 Chi è il temporary manager: un esempio dal Regno Unito 
5.4 Cosa non è il temporary management: le difformità con l’attività di consulenza 
5.5 Linee evolutive 
5.6 I "pionieri" del temporary management. 
5.7 Profilo e ruolo  
5.8 La relazione contrattuale

nullnull null 
CAPITOLO 6 
IL SERVIZIO DEL TEMPORARY MANAGEMENT    Pag.286 
6.1 I motivi per cui le aziende scelgono il temporary management 
6.2 Il manager idoneo 
6.3 Problematica delle PMI 
  6.3.1 La transizione gestionale 
  6.3.2 La successione imprenditoriale 
6.4 Le fasi dell'intervento 
  6.4.1 Approccio al problema e all'impresa 
6.4.2 Definizione dell'intervento 
6.4.3 Realizzazione dell'intervento 
6.5 Il Coaching Creativo per innovare se stessi e l’azienda 
6.5.1 “Allenare” creativamente persone e gruppi  
6.6 Equity Manager   
6.7 Temporary management: un confronto con altre realtà 
6.7.1 Cina: aziende in cerca di management occidentale 
6.7.2 Danimarca: esperienze di temporary management  
6.7.3 Francia: un orizzonte positivo per il temporary management  
6.7.4 Germania: cresce a ritmo sostenuto il mercato tedesco 
6.7.5 Il temporary management nell’Europa Centrale e dell’Est 
 
CAPITOLO 7 
CONCLUSIONE DEL PROCESSO DI TURNAROUND E L’IMPORTANZA 
DELL’ETICA E DELLA CULTURA DI IMPRESA    Pag.315 
7.1 Il ritorno alla normalità 
7.2 Problemi etici e corporate governance nelle crisi e nei risanamenti aziendali 
7.3 Un vision sulla relazione tra cultura di impresa e imprenditori  
 
CAPITOLO 8 
STUDI E ANALISI SUL TEMPORARY MANAGEMENT  Pag.323 
8.1 Analisi, ricerca ed indagine del fenomeno del temporary management nella 
provincia di Bologna  
8.1.1 Obiettivi della ricerca

nullnull null 8.1.2 Un’esperienza sommersa 
8.1.3 L’analisi 
8.1.4 I dati descritti dal campione  
8.1.5 Autodiagnosi delle problematiche manageriali 
8.1.6 Fasi di discontinuità 
8.1.7 Grado di adeguatezza delle risorse manageriali 
8.1.8 Elementi di criticità 
8.1.9 Esperienze di temporary management  
8.1.10 Conclusioni  
8.1.11Casi aziendali  
8.2 Analisi, ricerca ed indagine del fenomeno del temporary management nel mercato 
italiano  
8.2.1 Metodologia ed obietti della ricerca 
8.2.2 Risultati della ricerca 
8.2.3 Conclusioni 
8.3 Analisi, ricerca ed indagine del fenomeno del temporary management in Europa  
8.3.1 Il mercato eccellente: la Gran Bretagna  
8.3.2 Il mercato belga: un raffronto  
8.4 Case history: esperienza di temporary management del Dott. Ripoldi   
8.4.1 Frame di riferimento 
8.4.2 Frame di riferimento post check up 
             8.4.3 Azioni programmate ed eseguite dal Tman 
8.4.4 Risultati dell’opera di temporary management dopo 24 mesi  
 
APPENDICI         Pag.370 
Il codice deontologico del temporary manager 
Articoli tratti dai giornali 
 
RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI     Pag.375

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Informazioni tesi

  Autore: Marco Sghinolfi
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  Facoltà: Economia
  Corso: Consulenza e Gestione di Impresa
  Relatore: Carlo Brugnoli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 386

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

crisi
ristrutturazione aziendale
temporary manager
turnaround
insolvenza
outsourcing
fallimenti
due diligence
“teoria del valore”
join venture
equity manager

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi