Skip to content

SEApp: A protezione dell'utente

Informazioni tesi

  Autore: Nicholas Locatelli
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2020-21
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Informatica
  Relatore: Stefano Paraboschi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 65

SEApp è un progetto nato dalle menti di dottorandi e professori all’Università degli Studi di Bergamo e si propone come una soluzione innovativa per portare il controllo d’accesso obbligatorio (MAC) alle applicazioni Android. Attualmente il problema presente all’interno del sistema operativo Android è che i benefici apportati da SEAndroid sono ormai obsoleti, non è più solo necessario proteggere i componenti di sistema contro possibili attacchi da parte delle app, ma è giunto il momento di offrire un maggiore controllo agli sviluppatori sull’utilizzo di MAC.
SEApp è in grado di colmare queste mancanze? Perché scegliere SEApp rispetto a un sistema comune in tutto il mondo e che nonostante tutto riesce a funzionare ancora bene?
Queste sono state le prime domande che mi sono posto e a cui ho provato a rispondere. Ho ricreato sulla mia macchina un ambiente Android che fosse in grado di rispecchiare ed emulare un dispositivo mobile Android, installato e testato sull’emulatore un’applicazione e mostrato quali fossero i punti deboli del sistema operativo attuale. Infine ho introdotto la policy all’interno del file apk e mostrato i benefici di SEApp.
Tramite questo progetto sono riuscito a rispondere alle precedenti domande; infatti SEApp non è solo in grado di coprire i buchi lasciati dall’attuale sistema operativo, ma riesce anche a proteggere ulteriormente l’utente da possibili minacce e attacchi ai propri dati personali. In secondo luogo, SEApp è una policy molto semplice e intuitiva da utilizzare, perciò introdurla all’interno di Android e allegarla al file apk della propria applicazione è un’operazione semplice e che può prevenire diversi problemi, come quelli mostrati nel progetto.

Informazioni tesi

  Autore: Nicholas Locatelli
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2020-21
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Informatica
  Relatore: Stefano Paraboschi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 65

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Nel ventunesimo secolo la tecnologia ` e stata protagonista di grandi passi in avanti; la nostra vita quotidiana ` e stata stravolta dall’introduzione di un dispositivo che ci accompagna durante l’arco di tutta la giornata: il cellulare. Con l’introduzione dello smartphone ` e cambiato drasticamente il modo di vivere la quotidianit` a; la comunicazione fra gli utenti ` e nettamente pi` u veloce rispetto agli anni passati e at- traverso cookies e permessi si ` e in grado di apprendere la posizione delle persone, cosa piace in base alle ricerche effettuate, accedere ai contatti e di conseguenza entrare nella vita privata di ognuno di noi. A primo impatto potrebbe sembrare una violazione della privacy ma con lo sviluppo degli smartphone sono state sviluppate tecnologie di sicurezza molto avanzate per rendere la navigazione pi` u sicura rispetto agli anni passati. Lo svi- luppo dei sistemi di sicurezza ` e di fondamentale importanza per tutti i sistemi di navigazione mobile a causa della loro ampia diffusione e le informazioni riser- vate in loro possesso. Per arrivare a un grande aumento di protezione offerto agli utenti, sia Android che iOS hanno visto investimenti significativi verso la realizza- zione di tecniche di sicurezza. Data la necessit` a degli utenti di installare numerose applicazioni, a volte anche sconosciute e che possono nascondere le loro funzioni dannose, sono stati introdotti vari livelli di protezione. Il primo livello di sicurezza, utilizzato sia da Android che da iOS, ` e quello di offrire un preliminary screening delle applicazioni prima che siano messe a dispo- sizione sul mercato e prima che vengano installate sul proprio dispositivo. Questo passaggio, seppur fondamentale, non pu` o offrire una considerevole garanzia per gli utenti e per questo sono stati introdotti dei meccanismi di sicurezza interni al sistema operativo di ogni dispositivo necessari per limitare le applicazioni a ope- rare solo entro dei limiti prefissati dal proprietario nel momento dell’installazione. Uno dei pi` u importanti requisiti di sicurezza ` e la protezione delle risorse del si- stema e focalizzandoci su Andorid notiamo una significativa evoluzione nella sua architettura di sicurezza: Selinux. Selinux implementa il Mandatory Access Control (MAC), un meccanismo che si basa sul dichiarare le operazioni che un processo pu` o eseguire su una risorsa. In confronto al Discretionary Access Control (DAC), ancora in uso su ampia sca- 7

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi