Skip to content

The importance of articulatory and phonetic training in the production of L2

Informazioni tesi

  Autore: Medea Mannara
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Lecce
  Facoltà: Interpretariato e Traduzione
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Barbara Gili Fivela
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 91

The aim of the study was to check if a short training can improve the production of English /ɑ-ʌ/ by Italian learners and if an articulatory ultrasound-based training is better than a perceptual training. To do this, nine Italian monolingual adults were requested to partecipate to the experiment and were divided as follows: the articulatory training group, the perceptual training group and the control group.
In order to analyze the date, I resorted to the use of EdgeTrak, a computing program that automates the tracking of tongue contours; while for the labelling process, I resorted to the use of a Matlab script, which computed the SS ANOVA for a statistical analysis of the data. Specific attention is then devoted to articulatory phonetics, the experimental techniques applied in that field, and acoustic phonetics, focusing especially on formant values. I also explore the differences between the General American and the Italian vocalic system, to highlight what the participants involved in the project may or may not have found difficult in performing the experiment.
Then, the difficulties which may arise in producing a new non-native phone are further explored basing on models and training, such as Flege’s Speech Learning Model (SLM) and Best’s Perceptual Assimilation Model (PAM).

Informazioni tesi

  Autore: Medea Mannara
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Lecce
  Facoltà: Interpretariato e Traduzione
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Barbara Gili Fivela
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 91

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
40 3. THE EXPERIMENT 3.1 Aims and hypothesis The aims of this is study is to find out if an articulatory (ultrasound - US) training is better than a perceptual training and if a short training may help Italian learners in reproducing the English contrast /ɑ-ʌ/. These aims are based on the fact that Italian learners find extremely difficult to perceive and produce the contrast, since, according to the mother tongue phonetic- phonological system, Italian learners produce /ɑ/-L2 as /ɔ/-L1 and /ʌ/-L2, often, as /a/-L1 (S. D’Apolito, 2017). The English orthography represents a further difficulty. Indeed, in Italian language the orthography is relatively transparent and native Italians tend to follow the orthographic form and, as a consequence, to mispronounce English written words, which are phonologically opaque instead. However, despite the fact that both trainings may help learners to move from the most similar L1 sound toward a new vowel target position, the US articulatory training is expected to be more effective than the perceptual one since a direct feedback can help learners to understand how to position the tongue for the production of the L2 vowels, or at least to differentiate them adequately from L1 similar vowels. The US is also expected to allow subjects to better control tongue position reaching a more stable tongue position over time. 3.2 Method 3.2.1 Subjects Nine female subjects from Southern Apulia (Salento) participated in the experiment. All speakers are monolingual, who have never been in a foreign country for longer than a month. The subjects have started studying English

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ultrasuoni
fonetica
fonologia
perceptual assimilation model
speech learning model
training articolatorio
fonetica articolatoria
training percettivo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi