Skip to content

L'età dei totalitarismi in Europa tra le due guerre mondiali

Informazioni tesi

  Autore: Marco Martini
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Storia
Anno: 2021
Docente/Relatore: Benedetta Canacari
Istituito da: Consorzio Interuniversitario Europeo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 83

E' il frutto di una tesi di specializzazione biennale in storia avente per oggetto l'affermazione dei regimi totalitari in Europa tra le due guerre mondiali (fascismo, nazismo, stalinismo, franchismo e dittatura di Salazar in Portogallo).

Informazioni tesi

  Autore: Marco Martini
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Storia
Anno: 2021
Docente/Relatore: Benedetta Canacari
Istituito da: Consorzio Interuniversitario Europeo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 83

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
22 13 “Manifesto della razza”, in La difesa della razza , n° 1, Roma, agosto 1938. 14 Si tratta delle vittoria americana contro i giapponesi alle isole Midway (1942), della vittoria delle truppe comandate dal generale inglese Montgomery contro il generale tedesco Rommel (detto “la volpe del deserto”) ad E l-A lamein (1942), delle battaglie del Guadalcanal (1943), del Mar dei Coralli (1943) e soprattutto di S talingrado (combattuta tra l’autunno del 1942 e l’inverno del 1943), dopo la quale Hitler dovette ritirarsi disastrosamente dall’Unione S ovietica, rinunciando alla conquista dell’immenso P aese e proclamare addirittura 4 giorni di lutto nazionale. Gli eb rei n o n ap p arten g o n o alla razza italian a . Dei semiti che nel corso dei secoli sono approdati sul sacro suolo della nostra P atria nulla in generale è rimasto. A nche l' occupazione araba della S icilia nulla ha lasciato all' infuori del ricordo di qualche nome; e del resto il processo di assimilazione fu sempre rapidissimo in Italia. Gli ebrei rappresentano l' unica popolazione che non si è mai assimilata in Italia perché essa è costituita da elementi razziali non europei, diversi in modo assoluto dagli elementi che hanno dato origine agli italiani” 13 . I.10. La caduta del fascismo, l’armistizio e la Resistenza nel nord Italia. Il 1° settembre 1939 Hitler, dopo essersi annesso l’A ustria e la Cecoslovacchia, invade la P olonia: F rancia ed Inghilterra dichiarano guerra alla Germania nazista (3 settembre), mentre l’Italia, militarmente impreparata al conflitto, rimane temporaneamente neutrale per entrare in guerra solo l’anno successivo (come, del resto, si era comportata anche nel I° conflitto mondiale, entrandovi nel 1915 e non nel 1914). Dopo una fase di ascesa per la Germania e l’Italia, seguono le catastrofiche sconfitte subite dall’asse “Ro-B er-T o” (Roma- B erlino-T okio, data l’alleanza del Giappone dell’imperatore Hiro-Hito con Hitler e Mussolini, avvenuta dopo la distruzione, da parte giapponese, della flotta americana a P earl-Harbour, nelle isole Haway, il 7 dicembre 1941) verificatesi tra il 1942 ed il 1943 14 , che segnano la ‘svolta’ della seconda guerra mondiale dando così il via alla parabola discendente per la Germania e, di conseguenza, per l’alleato italiano. Il 25 luglio 1943 il Gran Consiglio del F ascismo voto una mozione di sfiducia nei confronti di Mussolini: era la fine del fascismo. T ra coloro che votarono a favore c' era Galeazzo Ciano, ministro degli esteri e genero di Mussolini. Il potere viene dato al re V ittorio E manuele III e Mussolini viene imprigionato a Campo Imperatore, sul Gran S asso, negli A bruzzi, ma dopo 45 giorni di prigionia “dorata” un gruppo di paracadutisti tedeschi libererà Mussolini e lo condurrà in Germania, ospite di Hitler. Il re affida il governo al generale P ietro B adoglio, filomonarchico che scioglie il P . N. F ., ma vieta anche manifestazioni antifasciste: attua una politica ambigua ed oscillante, firma un armistizio con gli alleati il 3 settembre 1943, reso noto la 8 settembre, ma non fornisce indicazioni

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi