Skip to content

La politica estera europea prima e dopo il Trattato di Lisbona. Due casi: la Guerra in Georgia e la Primavera araba

Informazioni tesi

  Autore: Jacopo Favarin
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Marinella Neri Gualdesi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 61

Il Trattato di Lisbona, entrato in vigore oramai da due anni, è stato la soluzione necessaria, il compromesso tra le varie posizioni, per porre fine ad un vuoto istituzionale, apertosi con la bocciatura, nel 2005, del Trattato Costituzionale.
Fra le varie novità, tra le modifiche apportate ai Trattati, vi era, anche, il rafforzamento della Politica Estera Comune e dei suoi mezzi.
Questa analisi vuole verificare se, effettivamente, nel campo della Politica estera, le novità introdotte sono tali da poter parlare di una vera Azione Comune Europea.
Si prenderà, per verificare ciò, due casi importanti di Crisi Internazionali: la prima, avvenuta nel 2008, prima dellentrata in vigore del Trattato di Lisbona, è la Guerra in Georgia; la seconda, avvenuta dopo lentrata in vigore delle modifiche di Lisbona, è la Primavera Araba e la Guerra in Libia.
Si inizierà, quindi, facendo un excursus storico dello sviluppo della Politica estera comune in Europa, prima del Trattato di Lisbona; successivamente, si esporrà la Guerra in Georgia, soffermandosi, in particolare, sul ruolo dellUnione Europea nella risoluzione di questa Crisi; in seguito, si delineeranno le novità introdotte dal Trattato di Lisbona; infine, si descriverà la Primavera Araba e la Guerra in Libia, analizzando la capacità, dopo il Trattato di Lisbona, di azione comune dellUnione.
Scopo di questanalisi sarà, quindi, quello di determinare se le modifiche apportate a Lisbona sono seriamente una svolta dei governi europei nel limitare la propria capacità di azione in favore di unazione comune, oppure solamente strumenti di facciata, che lasciano capacità decisionali assolute ai singoli Statvi membri.

Informazioni tesi

  Autore: Jacopo Favarin
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Marinella Neri Gualdesi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 61

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
12 28 Report by the Foreign Ministers of the Member States on the problems of political unification, Parte Due, II. Ministerial meetings 1. (a): “ The Foreign Ministers will meet at least once every six months, at the initiative of the President-in-office ”; 1(c): “ In the event of a serious crisis or special urgency, an extraordinary consultation will be arranged between the Governments of the Member States. The President-in-office will get in touch with his colleagues to determine how such consultation can best be arranged ”; IV comma 1:“ The Governments will consult each other on all major questions of foreign policy” 29 Il Compromesso di Lussemburgo fu un accordo a livello informale, raggiunto il 30 Gennaio 1966, che pose fine alla “Crisi della sedia vuota” , la quale era scoppiata nell’aprile precedente con la decisione del Presidente de Gaulle di non far partecipare i rappresentanti francesi alle riunioni degli organismi CEE, bloccandone il funzionamento. Il Compromesso, siglato fra i governi allora membri della CEE, statuì che, anche in quelle materie che, secondo i Trattati, erano sottoposte a votazione a maggioranza qualificata, ogni governo potesse avere un potere di veto, determinando così il rallentamento dell’integrazione europea. 30 Discours de Hans-Dietrich Genscher devant le Parlament Européen, 19 novembre 1981, “ Nous sommes parfaitement conscients du fait que nous devrons procéder avec circonspection. Mais la pre side nz a , c he a vre bbe ro dovuto tra tta re e sc lusiva me nte di politic a e ste ra 28 . Que sta c olla bora z ione da va vita a lla C oope ra z ione Politic a E urope a – C PE . Il suo a pproc c io sa re bbe sta to tota lme nte di tipo inte rgove rna tivo, da to c he la C ommissione e l’Asse mble a Pa rla me nta re non a vre bbe ro a vuto a lc un pe so, ne mme no di tipo c onsultivo, sulle de c isioni pre se ne i c onsigli inte rministe ria li, c he de c ide va no sola me nte a ll’una nimità . 1.3 L a Dic hiar az ione sole nne di Stoc c ar da e l’Atto Unic o E ur ope o Ma la c oope ra z ione in ma te ria di politic a e ste ra non pote va c ontinua re a d a ve re , se mplic e me nte , lo status di a c c ordo informa le – c ome lo e ra sta to, a nni prima , il C omprome sso di L usse mburgo 29 . E ssa a ve va la ne c e ssità di e sse re ra fforz a ta e di e sse re istituz iona liz z a ta a ll’inte rno de lle istituz ioni inte gra te de ll’E uropa . Ve rso un suo ra fforz a me nto e ra indiriz z a to il pia no ita lo-te de sc o, pre pa ra to da i rispe ttivi Ministri de gli E ste ri, E milio C olombo e Ha ns-Die tric h Ge nsc he r, il qua le , nonosta nte i proble mi in que sto tra tta ti rigua rda sse ro princ ipa lme nte le que stioni istituz iona li e la c ostituz ione di un’Unione E urope a , pre nde va in c onside ra z ione , a nc he se molto ge ne ra lme nte , la politic a e ste ra c omune . Ne lle pa role pronunc ia te da Ge nsc he r, il 19 ottobre 1981, da va nti a l primo Pa rla me nto E urope o e le tto si le gge la c onsa pe vole z z a de ll’impossibilità di a ttua re un politic a e ste ra c omune ne ll’imme dia to 30 . E gli fu e splic ito in ta l se nso,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

unione europea
pesc
politica estera e di sicurezza comune
trattato di lisbona

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi