Skip to content

L'imperatore Giovanni II Comneno

Informazioni tesi

  Autore: Marcello La Venia
  Tipo: Laurea vecchio ordinamento (pre riforma del 1999)
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Lettere
  Corso: Lettere moderne
  Relatore: Renata Gentile
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 207

Pur essendo considerato dagli studiosi bizantini “il più grande dei Comneni”, in realtà poco sappiamo dell'imperatore Giovanni II, del suo operato, della sua politica, del suo regno in generale. Non ci sono pervenute opere del periodo di governo del nostro imperatore che ne tratteggiassero la figura da parte di scrittori contemporanei al sovrano. Non abbiamo motivazioni certe ed inconfutabili che possano spiegarci questa stranezza (era infatti normale che ogni imperatore avesse almeno un biografo ufficiale che ne narrasse le gesta). L'ipotesi più plausibile è quella formulata tra gli altri da Conca – Criscuolo – Maisano, che nel loro manuale di storia bizantina sostengono che “ciò sia dovuto alla forte ostilità che la successione di Giovanni II aveva provocato negli ambienti di corte, molto legati alla figura dell'imperatrice Irene Ducena, che appoggiava le pretese imperiali del marito della figlia prediletta Anna, lo storico Niceforo Briennio”. Secondo lo storico Michael Angold ciò era dovuto al fatto che l'imperatrice “era rimasta avvinghiata all'idea che la dignità imperiale apparteneva di diritto alla sua famiglia, i Ducas”.
Il silenzio della storiografia è colmato in parte dalla produzione retorica e dal lavoro degli storici del periodo successivo, Giovanni Cinnamo e Niceta Coniata.
Giovanni Cinnamo ci ha lasciato una storia del suo tempo (regno di Manuele I Comneno in particolare), dal titolo Epitomae, dove parla brevemente del regno di Giovanni II Comneno per collegare l'opera a quella dei predecessori (Anna Comnena si era fermata al regno del padre). Questo perché gli storici bizantini vedevano il passato come una serie ininterrotta di eventi e articolavano la storia come anelli di un'unica catena.
L'opera più importante di Niceta Coniata è la Chronikè diegesis (Narrazione cronologica), un componimento che ha come scopo quello di spiegare la caduta di Costantinopoli nel 1204. Anche Niceta analizza brevemente il regno di Giovanni II per collegarsi all'opera di Anna Comnena.
Abbiamo invece una presenza molto corposa di testi encomiastici, che seppur da non considerare totalmente veritieri, spesso ci offrono una notevole rappresentazione di come fosse strutturata la società bizantina e di come quest'ultima si rapportava alla figura che la governava. Scopo degli encomi era quello di comunicare una rappresentazione ideale del sovrano. Sotto Giovanni II l'encomio celebra una nuova virtù, l'audacia del sovrano, anche se non vengono trascurate le tradizionali virtù pacifiche: mitezza, filantropia, sincerità, giustizia e pietà. Tra i più importanti abbiamo l'encomio di Teodoro Prodromo.

Informazioni tesi

  Autore: Marcello La Venia
  Tipo: Laurea vecchio ordinamento (pre riforma del 1999)
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Lettere
  Corso: Lettere moderne
  Relatore: Renata Gentile
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 207

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
L ’IM P E RAT O RE G IO VANNI II CO M NE NO ( 1118 – 1143 ). Il probl e m a de l l e font i . Pur e sse ndo c onsi de ra t o da gl i st udi osi bi z a nt i ni “ i l pi ù gra nde de i C om ne ni ” , i n re a l t à poc o sa ppi a m o de l l ’i m pe ra t ore Gi ova nni II, de l suo ope ra t o, de l l a sua pol i t i c a , de l suo re gno i n ge ne ra l e . Non c i sono pe rve nut e ope re de l pe ri odo di gove rno de l nost ro i m pe ra t ore c he ne t ra t t e ggi a sse ro l a fi gura da pa rt e di sc ri t t ori c ont e m pora ne i a l sovra no. Non a bbi a m o m ot i va z i oni c e rt e e d i nc onfut a bi l i c he possa no spi e ga rc i que st a st ra ne z z a ( e ra i nfa t t i norm a l e c he ogni i m pe ra t ore a ve sse a l m e no un bi ogra fo uffi c i a l e c he ne na rra sse l e ge st a ). L ’i pot e si pi ù pl a usi bi l e è que l l a form ul a t a t ra gl i a l t ri da C onc a – C ri sc uol o – Ma i sa no, c he ne l l oro m a nua l e di st ori a bi z a nt i na sost e ngono c he “ c i ò si a dovut o a l l a fort e ost i l i t à c he l a suc c e ssi one di Gi ova nni II a ve va provoc a t o ne gl i a m bi e nt i di c ort e , m ol t o l e ga t i a l l a fi gura de l l ’i m pe ra t ri c e Ire ne Duc e na , c he a ppoggi a va l e pre t e se i m pe ri a l i de l m a ri t o de l l a fi gl i a pre di l e t t a Anna , l o st ori c o Ni c e foro B ri e nni o ” . Se c ondo l o st ori c o Mi c ha e l Angol d c i ò e ra dovut o a l fa t t o c he l ’i m pe ra t ri c e “ e ra ri m a st a a vvi nghi a t a a l l ’i de a c he l a di gni t à i m pe ri a l e a ppa rt e ne va di di ri t t o a l l a sua fa m i gl i a , i Duc a s ” . Il si l e nz i o de l l a st ori ogra fi a è c ol m a t o i n pa rt e da l l a produz i one re t ori c a e da l l a voro de gl i st ori c i de l pe ri odo suc c e ssi vo, Gi ova nni C i nna m o e Ni c e t a C oni a t a . Gi ova nni C i nna m o c i ha l a sc i a t o una st ori a de l suo t e m po ( re gno di Ma nue l e I C om ne no i n pa rt i c ol a re ), da l t i t ol o E pi t omae , dove pa rl a bre ve m e nt e de l re gno di Gi ova nni II C om ne no pe r c ol l e ga re l ’ope ra a que l l a de i pre de c e ssori ( Anna C om ne na si e ra fe rm a t a a l re gno de l pa dre ). Que st o pe rc hé gl i st ori c i bi z a nt i ni ve de va no i l pa ssa t o c om e una se ri e i ni nt e rrot t a di e ve nt i e a rt i c ol a va no l a st ori a c om e a ne l l i di un’uni c a c a t e na . L ’ope ra pi ù i m port a nt e di Ni c e t a C oni a t a è l a C hroni k è di e ge si s ( Na rra z i one c ronol ogi c a ), un c om poni m e nt o c he ha c om e sc opo que l l o di spi e ga re l a c a dut a di C ost a nt i nopol i ne l 1204. Anc he Ni c e t a a na l i z z a bre ve m e nt e i l re gno di Gi ova nni II pe r c ol l e ga rsi a l l ’ope ra di Anna C om ne na .
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

impero
comneni
giovanni ii
encomio
teodoro prodromo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi