Skip to content

SARS-CoV-2: la rappresentazione della pandemia nel discorso della stampa nazionale britannica. Analisi di un corpus in lingua inglese

Informazioni tesi

  Autore: Raffaella Palmieri
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2020-21
  Università: Università degli Studi di Napoli "L'Orientale"
  Facoltà: Lingue straniere per la comunicazione internazionale
  Corso: Linguistica
  Relatore: Anna Mongibello
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 175

La tragica e improvvisa diffusione dell’epidemia ha ricevuto immediatamente un’ampia copertura mediatica. Ancora oggi, a più di un anno di distanza dallo scoppio della pandemia, basta consultare un giornale, scorrere le pagine di una rivista online o guardare un notiziario televisivo per accorgersi che il COVID-19 è diventato l’argomento principale in ogni forma di comunicazione. Diventa, pertanto, facilmente intuibile il ruolo cruciale che i mass media hanno svolto nel narrare l’evolversi degli eventi legati all’epidemia; nel trasmettere informazioni circa le strategie di contenimento intraprese dai governi; nel fornire all’opinione pubblica chiavi interpretative di adattamento a una realtà nuova e poco familiare.
Partire da queste premesse aiuta a comprendere lo scopo del presente lavoro che reca come oggetto di studio la rappresentazione della pandemia nel discorso della stampa nazionale britannica. Più precisamente, si è deciso di condurre un’analisi di tipo corpus-based (Tognini-Bonelli, 2001), vale a dire, basata su un corpus di dati linguistici reali, prelevati da testi effettivamente prodotti, nel tentativo di indagare la rappresentazione che broadsheets e tabloids hanno veicolato dell’emergenza sanitaria, degli attori sociali coinvolti nelle vicende, nonché della nazione stessa.
La scelta dell’argomento deriva dall’interesse nei confronti dell’attuale periodo storico, segnato indelebilmente dall’avvento della pandemia, e del modo in cui gli organi di stampa hanno trattato un tema così delicato e complesso come quello di una epidemia globale. L’assunto da cui muove la presente indagine è l’esistenza di un legame tra la rappresentazione giornalistica della pandemia e l’ideologia. Così come è avvenuto per le precedenti epidemie quali, ad esempio, l’AIDS o la più recente SARS, il discorso giornalistico sul coronavirus passa da scelte linguistiche ben precise: l’uso sistematico di un elemento linguistico non è mai neutrale, bensì in grado di trasmettere al pubblico una precisa rappresentazione dei fatti. Selezionando e veicolando notizie, i giornali contribuiscono perciò a modellare la realtà che raccontano, con il potere di orientare la percezione che l’opinione pubblica ha sviluppato del fenomeno pandemico.
Il lavoro si articola in quattro capitoli: la prima parte del primo capitolo è dedicata alla base teorica dello studio, ossia al rapporto tra il discorso giornalistico, in quanto esempio di social practice (Fairclough, 1989:1), e i valori ideologici convogliati al suo interno. Saranno illustrate, pertanto, le ragioni che hanno motivato la scelta della stampa quotidiana come strumento privilegiato di analisi del linguaggio, mettendo in rilievo le principali “distorsioni” che operano al suo interno. Nella seconda parte del primo capitolo è stato presentato lo stato dell’arte sulla rappresentazione giornalistica delle malattie epidemiche, con l’intento di tracciare un’evoluzione dell’immagine che i media hanno veicolato di AIDS, Ebola, SARS e COVID-19.
Il secondo capitolo mira a raccogliere le principali strategie di ricerca applicate nel corso dell’analisi. Da un punto di vista teorico-metodologico, l’indagine si è servita degli strumenti forniti dalla Corpus Analysis, dei modelli di analisi offerti dalla Critical Discourse Analysis e dei presupposti teorici della Cognitive Metaphor Theory.
Il terzo capitolo è dedicato alla presentazione del COVID News Corpus (CNC), il corpus di articoli costruito per il presente studio e su cui verte l’intera analisi. Gli articoli di giornale contenuti al suo interno sono stati selezionati da broadhseets e tabloids nazionali britannici, il che ha comportato la suddivisione del CNC in due subcorpora, denominati rispettivamente Broadsheets Corpus (BT) e Tabloids Corpus (TC). Segue poi una presentazione del panorama della stampa inglese, osservando nel dettaglio le testate giornalistiche selezionate per l’indagine. Sempre in questa sede, sono trattati il contesto e le domande della ricerca, la conseguente creazione del corpus e il procedimento di analisi adottato.
Il quarto capitolo è interamente dedicato all’analisi del COVID News Corpus. Nella prima parte, è stata condotta un’analisi di tipo quantitativo sulle principali parole-chiave strettamente connesse al tema della pandemia. La seconda parte, invece, consiste in un’analisi di tipo qualitativo in cui gli articoli contenuti nel CNC sono stati esplorati alla luce del modello di Analisi Critica del Discorso offerto dal linguista Norman Fairclough (1989). Si è proceduto, pertanto, con la description delle proprietà formali, linguistiche e discorsive dei testi contenuti nel corpus, per poi passare all’interpretation dei resoconti giornalistici, focalizzando l’attenzione sull’aspetto dell’intertestualità. In ultima analisi, si è arrivati all’explanation del contesto socio-culturale, nel tentativo di fornire una maggiore comprensione del background in cui i testi giornalistici sono stati prodotti.

Informazioni tesi

  Autore: Raffaella Palmieri
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2020-21
  Università: Università degli Studi di Napoli "L'Orientale"
  Facoltà: Lingue straniere per la comunicazione internazionale
  Corso: Linguistica
  Relatore: Anna Mongibello
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 175

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 1 Acronimo di Severe Acute Respiratory Syndrome. World Health Organization, Disease Outbreak News, https://www.who.int/health-topics/severe-acute-respiratory-syndrome#tab=tab_1 2 Acronimo di Middle East Respiratory Syndrome. World Health Organization, Disease Outbreak N e w s , h t t p s : / / w w w . w h o . i n t / h e a l t h - t o p i c s / m i d d l e - e a s t - r e s p i r a t o r y - s y n d r o m e - c o r o n a v i r u s - mers#tab=tab_1 3 Acronimo di COronaVIrus Disease 2019, vale a dire, “malattia da coronavirus scoperta nel 2019”. World Health Organization, Coronavirus disease (COVID-19) https://www.who.int/emergencies/diseases/novel-coronavirus-2019 Introduzione Ne l dic e mbre 2019, ne lla c ittà di W uha n, in C ina c e ntra le , è sta to rile va to un foc ola io di c a si di polmonite a tipic a , da lle c a use non a sc rivibili a pa toge ni noti. Il 31 dic e mbre 2019 le a utorità c ine si ha nno informa to l’Orga niz z a z ione Mondia le de lla Sa nità (OMS) de ll’ide ntific a z ione di un nuovo c e ppo di “ c orona virus” , a ppa rte ne nte a lla ste ssa fa miglia de i virus re sponsa bili de lle e pide mie di SAR S 1 e ME R S. 2 Iniz ia lme nte ide ntific a to c on il nome di 2019-nC ov e nuovo c orona virus de l 2019, l’11 fe bbra io 2020 il virus è sta to uffic ia lme nte de nomina to SAR S-C OV-2 e la ma la ttia a ssoc ia ta , C OVID-19. 3 Il foc ola io di c orona virus ha a ssunto dime nsioni signific a tive in C ina e , in modo re pe ntino, si è diffuso ne l re sto de l mondo, spinge ndo l’OMS a dic hia ra re l’infe z ione da SAR S-C oV-2 una pa nde mia l’11 ma rz o 2020. L a tra gic a e improvvisa diffusione de ll’e pide mia ha ric e vuto imme dia ta me nte un’a mpia c ope rtura me dia tic a . Anc ora oggi, a più di un a nno di dista nz a da llo sc oppio de lla pa nde mia , ba sta c onsulta re un giorna le , sc orre re le pa gine di una rivista online o gua rda re un notiz ia rio te le visivo pe r a c c orge rsi c he il C OVID-19 è dive nta to l’a rgome nto princ ipa le in ogni forma di c omunic a z ione . Dive nta , pe rta nto, fa c ilme nte intuibile il ruolo c ruc ia le c he i mass me dia ha nno svolto ne l na rra re l’e volve rsi de gli e ve nti le ga ti a ll’e pide mia ; ne l tra sme tte re informa z ioni c irc a le stra te gie di c onte nime nto intra pre se da i gove rni; ne l fornire a ll’opinione pubblic a c hia vi inte rpre ta tive di a da tta me nto a una re a ltà nuova e poc o fa milia re . Pa rtire da que ste pre me sse a iuta a c ompre nde re lo sc opo de l pre se nte la voro c he re c a c ome ogge tto di studio la ra ppre se nta z ione de lla pa nde mia ne l disc orso de lla sta mpa na z iona le brita nnic a . Più pre c isa me nte , si è de c iso

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

stampa britannica
corpus linguistics
analisi del discorso
linguistica dei corpora
coronavirus
pandemia
analisi critica del discorso
critical discourse analysis
british press
covid-19

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi