Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Liberalizzazione del mercato delle telecomunicazioni: evoluzione e andamento dei prezzi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

un importante salto tecnologico in seguito alla numerizzazione, o digitalizzazione 10 , dell’informazione trasportata. La numerizzazione delle reti ha portato a rilevanti conseguenze sia sul piano delle infrastrutture, sia su quello dei servizi: da un lato le reti di trasmissione si sono trasformate nei fatti in una vasta rete di elaboratori ad alta capacità; dall’altro lo sviluppo delle applicazioni software ha permesso la realizzazione di un numero elevato di nuove funzioni e ha portato ad un vero e proprio boom dei servizi 11 . Il parametro che misura il cambiamento tecnologico nelle funzioni di costo utilizzate dalla letteratura è generalmente rappresentato dal numero di linee di accesso connesse a centrali a commutazione numerica. Anche se le stime più recenti non tengono conto, però, della profonda trasformazione che sta investendo l’intero settore sia dal lato delle tecnologie che dal lato della domanda di nuovi servizi, l’attuale rete con collegamenti in rame possiede una capacità di trasmissione (bandwidth) in grado di coprire, oltre ai normali servizi di telefonia vocale, solo una parte limitata delle nuove esigenze espresse dai consumatori. La grande sfida che attende le imprese del settore e le autorità nazionali è data dalla costruzione delle cosiddette “Autostrade dell’Informazione” AI (Bracchi, 1997), reti integrate in grado di trasportare, oltre alle normali conversazioni telefoniche, un’intera gamma di servizi completamente multimediali attraverso connessioni a “larga banda”. Ciò permetterà la completa convergenza di mercati a tutt’oggi ancora formalmente distinti, quali la telefonia, i servizi di informazione e intrattenimento e l’Information Technology (IT). Grazie all’utilizzo di tecnologie digitali comuni, la gamma dei servizi che un unico operatore potrà fornire ai propri clienti andrà dalla tradizionale telefonia vocale, ai servizi video-on-demand e televisione interattiva, 10 Viene così definito il passaggio dalla tecnica di trasmissione analogica a quella numerica. 11 La connessione a centrali numeriche ha permesso a Telecom Italia di proporre sulla propria rete, alcuni Servizi Telefonici Supplementari (STS), quali l’avviso di chiamata, la conversazione a tre, il trasferimento di chiamata, l’autodisabilitazione e la telelettura del contatore, servizi audiotex a pagamento (ad esempio i servizi 166, 709, etc.) e servizi free toll (numeri verdi). Ulteriori servizi, come ad esempio i servizi multimediali, possono essere richiesti dagli utenti che possiedono linee ISDN.

Anteprima della Tesi di Ivan Giunchi

Anteprima della tesi: Liberalizzazione del mercato delle telecomunicazioni: evoluzione e andamento dei prezzi, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Ivan Giunchi Contatta »

Composta da 136 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6694 click dal 29/10/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.