Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo e prospettive del mercato di nicchia legato ai viaggi di nozze: Il caso ''AMARSI''

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 dalla famiglia di origine. Un milione di persone ha dichiarato di essere uscito dalla famiglia di origine per andare a convivere senza sposarsi. La maggioranza di tali persone è uscita dopo i 25 anni. Analizzando le diverse generazioni è interessante sottolineare che il 48% delle uscite per convivenza è avvenuto proprio per persone nate dal 1964 al 1978, cioè quelle che maggiormente permangono anche nella famiglia di origine. Il che sta a significare che tra le persone di queste generazioni che decidono di uscire dalla famiglia di origine una maggiore quota si orienta verso la convivenza piuttosto che verso il matrimonio. Considerando le coppie coniugate di nuova costituzione in cui almeno un partner ha fino a 35 anni è possibile individuare le caratteristiche socio economiche per capire i differenti contesti entro cui avviene l’uscita dalla famiglia di origine e le difficoltà incontrate nel costruire una propria esistenza indipendente. Nella maggior parte delle coppie ambedue i partner lavorano, ancora abbastanza frequentemente lavora solo l’uomo, mentre solo raramente è la donna a lavorare e l’uomo a cercare lavoro. Il dato è molto differenziato territorialmente: le coppie a doppio lavoro sono la maggioranza nel Nord del Paese, poco meno della metà nel Centro, mentre nel Sud e nelle Isole prevalgono le coppie con moglie casalinga. Nelle giovani coppie la maggioranza delle donne ha un diploma o una laurea, contro il 46,2% degli uomini. Il titolo di studio delle mogli è maggiore di quello dei mariti in tutte le zone del Paese. E’ scarsissima la presenza di studenti nelle coppie di nuova costituzione, il che sta a significare che nel momento in cui si sceglie di costituire una famiglia si sono completati gli studi o si è già deciso di non continuarli o si è comunque trovato un lavoro, almeno da parte del marito. La scelta per la moglie rimane tra cercare lavoro e fare la casalinga. Studio e lavoro rappresentano dunque due chiavi interpretative fondamentali di lettura per l’uscita dalla famiglia. Si esce dopo aver completato gli studi e spesso, soprattutto nel Centro Nord, dopo che ambedue i partner abbiano trovato un lavoro soddisfacente che permetta di guadagnare perlomeno mille euro al mese. C’è comunque un altro fattore economico importante che condiziona l’uscita dalla famiglia e riguarda la disponibilità di un’abitazione. La metà delle coppie giovani che hanno l’abitazione in proprietà sono state aiutati dai genitori.

Anteprima della Tesi di Sara Silvestri

Anteprima della tesi: Sviluppo e prospettive del mercato di nicchia legato ai viaggi di nozze: Il caso ''AMARSI'', Pagina 9

Diploma di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Sara Silvestri Contatta »

Composta da 94 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6210 click dal 05/11/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.