Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Apocalisse: senso della fine e mondo globale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

situazione della chiesa perseguitata e i giudizi di Dio sui persecutori, fino al giudizio finale che annienterà ogni forza ostile ai suoi fedeli e donerà loro la piena felicità. L’apostolo descrive una tremenda catastrofe cosmica ed altri terribili eventi che si abbattono sull’umanità portando dolore, lutto, guerre, devastazioni e la distruzione di una Grande città, definita Babilonia la Grande. 12 In seguito egli vede tre entità malvagie, il dragone, la bestia che sale dal mare e la bestia che sale dalla terra, personificanti rispettivamente Satana, il potere politico corrotto e il potere religioso corrotto. 13 Questi tre condottieri organizzano l’umanità e muovono l’assalto contro la divinità, ma Cristo scende dal cielo e li sconfigge in una grande battaglia; poi dà inizio al suo regno millenario (della durata di mille anni), durante il quale Satana rimane legato. Al termine dei mille anni, Satana, lasciato libero, esce “ad ingannare le genti dei quattro angoli della terra, cioè Gog e Magog, convocandoli per la guerra”; 14 c’è, quindi, una nuova definitiva battaglia in cui Cristo vince le potenze del male ed instaura sulla terra un nuovo ordine di pace e di serenità, che Giovanni chiama con il nome di “Gerusalemme celeste”. Gesù è la figura dominante del libro, è il redentore e il vincitore del combattimento escatologico. Tutte le interpretazioni avanzate concordano nel ritenere che l’autore intendesse predire, prefigurare, preannunziare la seconda venuta di Cristo in terra, in concomitanza con la fine del mondo. 15 L’Apocalisse, come anche altri testi biblici, unisce storia ed escatologia usando l’immagine del processo finale per descrivere fatti contemporanei: nella lotta fra 12 Non si tratta certamente della Babilonia storica poiché a quel tempo era già distrutta. Si veda Corsini E., Conferenza sul tema Attualità dell’Apocalisse, Perugia, Biblioteca Augusta, 2 aprile 1981, p. 6. 13 L’archetipo costante di incarnazione del male, come nemico assoluto del Verbo di Dio, è senz’altro la bestia; nell’età pagana, infatti, i mostri erano ritenuti i custodi di caverne e sentieri che portavano agli Inferi. Secondo la lettura che David H. Lawrence dà dell’Apocalisse, le forze del male sarebbero in realtà divinità benefiche che, trascurate o ignorate, si rivoltano contro l’umanità; Lawrence D.H., Apocalisse, Il Saggiatore, Milano, 1996. 14 Ap 20,8. 15 Corsini E., Conferenza sul tema Attualità dell’Apocalisse, cit., p.7. 14

Anteprima della Tesi di Katiuscia Tiberi

Anteprima della tesi: Apocalisse: senso della fine e mondo globale, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Katiuscia Tiberi Contatta »

Composta da 175 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2490 click dal 04/11/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.