Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le misure di prevenzione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Le organizzazioni criminali hanno unito alle note forme di reinvestimento dei capitali illeciti - acquisizione di beni immobili o di attività imprenditoriali - più sofisticate metodologie, ricorrendo a prestanome estranei alla cerchia familiare ed occultando i movimenti di denaro con i più sottili accorgimenti finanziari- commerciali-tributari, ed inserendosi nei processi di ristrutturazione capitalistica che hanno trasformato il ruolo della finanza e della grande impresa negli ultimi decenni. Dalle investigazioni si è potuto accertare, ad esempio, che la criminalità organizzata ha posto in essere operazioni quali: - acquisto di titoli di stato tramite operatori esteri coperti dalla non nominatività dei titoli stessi; - inserimento in società in temporanea difficoltà economica attraverso prestiti usurari; - acquisto frazionato di titoli al di sotto dei limiti di obbligatorietà per le comunicazioni agli organi di vigilanza; - creazione di società di leasing che emettono ed utilizzano fatture relative a canoni di locazione finanziaria fittizi; - creazione di società finanziarie dedite ai prestiti al consumo, alle transazioni finanziarie effettuate tramite sistemi telematici (c.d. bonifici elettronici). E’ noto, inoltre, che l’associazione criminale tende ad inserirsi nei settori a più ampia redditività prediligendo la costituzione di società: - di import-export, che consentono ulteriori possibilità di attività illecite, quale contrabbando di merci ad alta incidenza fiscale, e di intervenire agevolmente nelle dinamiche del commercio internazionale; - operanti nel campo degli appalti di opere pubbliche, facilmente acquisiti con l’impiego di forme di intimidazione nei confronti della concorrenza, ovvero ricorrendo ad attività di corruttela occasionale o sistematica, oppure con il sistema dei subappalti ottenuti grazie a metodologie operative mafiose;

Anteprima della Tesi di Luigi Di Puorto

Anteprima della tesi: Le misure di prevenzione, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Luigi Di Puorto Contatta »

Composta da 195 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 18130 click dal 18/11/2004.

 

Consultata integralmente 35 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.