Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Integrazione della comunicazione nel computer di lavoro

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

LIBERA UNIVERSITÀ DI LINGUE E COMUNICAZIONE IULM FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE E DELLO SPETTACOLO – CORSO DI LAUREA IN RELAZIONI PUBBLICHE “Integrazione della comunicazione nel computer di lavoro” RELATORE: PROFESSORE STEFANO DRAGHI – CANDIDATO: SVEN WUTTGE – NUMERO DI MATRICOLA: 112970 – ANNO ACCADEMICO: 1999/2000 10 comportamento degli impiegati dei concessionari delle due aziende era poco diverso dal comportamento dell’amministrazione pubblica. <>. Questa situazione è sicuramente attribuibile, in parte, alla storia e alla politica d’Italia ma è altrettanto vero, che i clienti stessi, che non s’intendevano di computer e di servizi telematici, erano allo stesso modo responsabili. Ciò comportava, che l’informatizzazione della piccola impresa dipendeva dalla voglia dell’addetto di interessarsi al problema del cliente. Oggi la situazione è cambiata, e come! Con l’entrata di multinazionali americane e tedesche nel mercato italiano, l’offerta si è triplicata. Non si può dire che il servizio sia migliorato tanto, ma i prezzi per componenti software e hardware sono sicuramente scesi drasticamente. Nello stesso momento i computer sono sempre più potenti e preconfigurati con tanto software OEM. La persona responsabile per l’acquisto nella piccola impresa purtroppo si trova in una situazione d’imbarazzo. Quello che prima non c’era, oggi viene offerto con mille variazioni, con mille opzioni e di solito spiegato in un gergo tecnico che è comprensibile soltanto agli appassionati di computer. 1.2.3 Le barriere all’informatizzazione dei processi comunicativi Il grado di integrazione della comunicazione interna ed esterna dipende fortemente dal tipo di organizzazione (Reichwald, 1998:224, Schein,1994:138), dalla propensione del management all’innovazione, dall’esistenza di un audit dei bisogni, dalla pianificazione delle attività di comunicazione e dal monitoraggio delle attività stesse e dei risultati. (E.Invernizzi, 1996:327-328; F.M.Sciuccati, 1997). Ma le più grandi minacce per l’implementazione della comunicazione nel computer di lavoro derivano dai campi sociali e comunicativi. Le problematiche sociali si articolano nelle abitudini e modi di lavorare dei singoli collaboratori nelle organizzazioni. Ciascun’introduzione d’innovazione nel campo delle IT provoca una minaccia al modo tradizionale di lavorare del collaboratore e un cambiamento sia nella struttura e cultura organizzativa, sia nei processi manageriali, sia nei ruoli lavorativi (E.Invernizzi, F.Butera, 1993:603). Se quest’introduzione non si svolge in fasi, in cui si cerca lentamente di far confluire i processi tecnicamente possibili con quelli abitudinari dei collaboratori (T.H. Davenport, 1993), se questi fasi non sono accompagnate da una rispettiva formazione, se le ragioni per questo cambiamento non vengono rese plausibili a ciascun collaboratore attraverso una comunicazione trasparente e coerente, si possono facilmente formare delle resistenze al cambiamento. Queste si manifestano nelle difficoltà d’adattamento,

Anteprima della Tesi di Sven Peter Wuttge

Anteprima della tesi: Integrazione della comunicazione nel computer di lavoro, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali

Autore: Sven Peter Wuttge Contatta »

Composta da 180 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4279 click dal 23/11/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.