Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La strategia ed il processo di internazionalizzazione di un'impresa operante nel settore della biancheria per la casa: il Gruppo Zucchi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

LA STRATEGIA ED IL PROCESSO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DI UN’IMPRESA OPERANTE NEL SETTORE DELLA BIANCHERIA PER LA CASA: IL GRUPPO ZUCCHI 2 Il settore della biancheria per la casa, fin dai primi anni ’80, è stato caratterizzato da una serie di cambiamenti, sia nel contesto italiano che in quello europeo. In primo luogo, le imprese operanti nel settore sono in continua diminuzione, sia perché si attuano processi di integrazione verticale ed orizzontale tra le diverse imprese, sia perché numerose società di piccole dimensioni vengono espulse dal mercato. Le modalità più sfruttate per questo tipo di crescita sono le acquisizioni. Attraverso fusioni ed acquisizioni infatti, si creano dei gruppi di imprese, che dominano il mercato mondiale, sfruttando le elevate dimensioni e l’ampio raggio d’azione. In secondo luogo, con l’introduzione del fattore moda, le imprese devono far fronte ad un continuo cambiamento nei gusti e nelle esigenze dei consumatori. Questo adeguamento può essere attuato solo dalle imprese caratterizzate da un elevato grado di flessibilità produttiva, facilmente realizzabile in un settore in cui le fasi di produzione sono altamente scomponibili. In terzo luogo, le imprese operanti in Europa, nel settore della biancheria per la casa, devono competere con le produzioni provenienti dai Paesi in via di sviluppo. Infatti, Cina, Corea del Sud, Hong Kong, India e Taiwan rappresentano una forte minaccia per le imprese appartenenti a questo settore. Questi Paesi sfruttano manodopera a basso costo, e per questo sono in grado di applicare prezzi inferiori ai prodotti, aumentando la propria competitività. Inoltre attraverso l’Uruguay Round e l’abolizione di tutte le restrizioni commerciali fra i diversi Paesi, si possono cogliere numerose opportunità. Infatti, le imprese europee potrebbero trasferire la produzione nei Paesi dell’est, delocalizzando le fasi in cui la manodopera è intensiva, sfruttandone i minori costi. Questo consentirebbe di sostenere il confronto con i concorrenti asiatici.

Anteprima della Tesi di Federica Monza

Anteprima della tesi: La strategia ed il processo di internazionalizzazione di un'impresa operante nel settore della biancheria per la casa: il Gruppo Zucchi, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Federica Monza Contatta »

Composta da 213 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7917 click dal 17/12/2004.

 

Consultata integralmente 44 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.