Skip to content

Affiches Posters Banners: la visibilità delle merci dalle Esposizioni universali ad Internet

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 metri, tutte uguali e di ghisa; 3000 travi a traliccio di 7 metri, ed era inviluppata da 93.000 metri quadrati di vetro (300.000 pannelli di vetro, 205 travi di legno per la posa dei pannelli). I pezzi furono prefabbricati fuori Londra. 9 La cura dei dettagli fu incredibile: venne studiata una macchina a spazzole rotanti per verniciare gli elementi prima del montaggio, e realizzato un progetto che sarà poi presente in tutte le esposizione successive: quello della smontabilità. All’interno il palazzo era dipinto in azzurro, giallo e rosso; lo spazio a piano terra era suddiviso in percorsi paralleli alla navata centrale o al transetto, mentre al piano superiore si trovavano delle gallerie disimpegnate da dieci scale doppie. Al centro della navata e del transetto erano state collocate molte opere di grande mole, come una fontana di cristallo alta quasi 8 metri che occupava il centro dell’edificio. La Great Exhibition fu aperta dalle regina Vittoria il 1° maggio 1851, rimanendo aperta al pubblico fino all’11 ottobre, domeniche escluse, dalle ore 10 (12 il sabato) alle 19 con ingresso a pagamento. I visitatori inglesi appartenevano a tutte le classi sociali: la regina ed il principe furono tra i più assidui, e non mancarono numerose scolaresche; molte fabbriche organizzarono visite per i loro operai. Alla mostra furono esposte le opere più diverse, dalle macchine industriali, alle locomotive, agli oggetti di uso comune e domestico, alle raffinate produzioni delle vetrerie francesi: si alternavano oggetti palesemente prodotti in serie ad uso commerciale ed altri prodotti ancora artigianali. Per preservare la sopravvivenza di questi ultimi, che erano ormai seriamente minacciati dalla massiccia produzione industriale, molti artisti si impegnarono a rendere le loro opere “uniche” e preziose, grazie soprattutto da un lato all’appoggio della borghesia, che voleva che l’oggetto d’arte rimanesse uno status symbol di una ben precisa classe sociale, ed aborriva, dunque, la diffusione di questi prodotti fra le classi sociali “inferiori”, e dall’altro alle applicazioni tecnologiche dell’epoca, come la galvanoplastica, che consentiva di dorare o argentare anche i metalli vili con lamine sottilissime. Vi parteciparono tredicimila espositori e il numero dei visitatori 9 Cfr. M. Grisotti, “Le Esposizioni Universali da Londra 1851 a Bruxelles 1958”, in “Centro di studi di pianificazione urbana e rurale”, Napoli, Anno acc. 1958.59, pag.137. Per la prima volta furono realizzati elementi prefabbricati prodotti in serie e portati in cantiere pronti per essere messi in opera.
Anteprima della tesi: Affiches Posters Banners: la visibilità delle merci dalle Esposizioni universali ad Internet, Pagina 10

Preview dalla tesi:

Affiches Posters Banners: la visibilità delle merci dalle Esposizioni universali ad Internet

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Elena Brinchi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Comunicazione d'impresa
  Relatore: Daniele Pitteri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 365

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

affissioni urbane attuali
amazon
artista
banner
centri commerciali
città
commercio on-line
comunicazione pubblicitaria
consumatore
e-commerce
ebay
esposizioni universali
grandi magazzini
internet
le nuove professioni del web
manifesti pubblicitari
merci
messaggio
outlet
parigi
pubblicità
shopping
toulouse-lautrec
walter benjamin

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi