Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione delle regole di concorrenza nel diritto comunitario

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAP I - Elementi della filosofia concorrenziale comunitaria 6 infatti rivelarsi utile per avvicinare ulteriormente alcuni dei sopraccitati obbiettivi comunitari La Corte di Giustizia delle Comunità Europee, organo che assicura il rispetto del diritto nell’interpretazione e nell’applicazione del Trattato, ha sancito e più volte ratificato che gli articoli 2 e 3 del Trattato costituiscono proprio quel contesto entro il quale le regole di concorrenza dettate agli artt. 81-89 TCE devono essere interpretate; nel caso Continental Can la Corte ha rimarcato la portata della disposizione dettata dall’art. 3.g TCE descrivendola come “si essentielle que, sans elle, de nombreuses dispositions du traite seraient sans objet” 16 . 4. OBIETTIVI DELLA POLITICA DI CONCORRENZA CE Cercare di elencare schematicamente tutti gli obbiettivi che persegue la politica di concorrenza comunitaria è un compito decisamente arduo; il coesistere di obbiettivi funzionalmente comunitari, concorrenziali e non direttamente concorrenziali rende il tutto estremamente complicato: “… the objectives may or may not lead to the same results in a particular case. As will be seen below, there are number of areas in which the policy objectives can produce differing prescriptions, necessitating a choice between them … an additional variable serves to complicate matters further. Even when the objectives do suggest the same conclusion in a particular instance, these policy objectives may themselves be in conflict with other aims of the Community” 17 Ciononostante sembra possibile sostenere che alcune linee direttive della politica di concorrenza comunitaria emergano con sufficiente chiarezza tale da permetterci di abbozzare la seguente classificazione. 16 Caso Europemballage and Continental Can v. Commission, sentenza del 12.2.1973, causa 6/72, Raccolta 1973, p. 357, para. 24 ed in generale 22-26. Il Tribunale di Primo Grado ha parimenti stabilito che le stesse regole di concorrenza del Trattato CECA debbano venire interpretati alla luce degli obbiettivi fondamentali esposti negli artt. 2-5 del TCE nel caso Steel Beams - British Steel, in in L. Ritter, W.D. Braun, F. Rawlinson, op. cit., p. 16, n. 76 17 Craig, De Burca, EU Law: Text, Cases and Materials, Oxford University Press, Oxford 1998, 2nd Edition, p. 892

Anteprima della Tesi di Gian Franco Chianale

Anteprima della tesi: L'evoluzione delle regole di concorrenza nel diritto comunitario, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Gian Franco Chianale Contatta »

Composta da 408 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4323 click dal 25/01/2005.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.