Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La transizione economica del Kazakistan

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 La quantità di sali nell’acqua, di cui buona parte carbonati e solfati di calcio, cloruri e solfati di magnesio provenienti da pesticidi e concimi usati nelle coltivazioni di cotone, si è quadruplicata fino a 40 g/litro, la maggior parte della fauna ittica si è estinta e l’ecosistema della zona, che presentava una grande biodiversità, ha subito danni gravissimi. “Nei villaggi si coltivò il cotone sotto le finestre di casa, nelle aiole dei fiori, nei cortili, lungo gli steccati. Al posto di pomodori e cipolle, di olive e di cocomeri, si coltivava cotone. Aerei ed elicotteri passavano sui piccoli villaggi sommersi dal cotone, scaricando valanghe di concimi chimici, nubi di pesticidi tossici.” 10 L’aumento della salinità dovuta all’inquinamento e all’eccessiva irrigazione 11 senza un sistema efficace di drenaggio ha interessato le falde acquifere rendendo di pessima qualità l’acqua potabile e il 40% delle terre coltivabili. In alcuni casi ciò è avvenuto a livelli tali da rendere possibili solo determinate colture in grado di tollerare la grande quantità di sali, o da rendere necessarie misure estreme come quella di “lavare” i campi con grosse quantità di acqua prima di coltivare. 12 I due delta dei fiumi si sono completamente prosciugati, lasciando solo pozze acquitrinose e deserto. I due porti principali Aral’sk in Kazakistan e Muynak in Uzbekistan, si trovano ora a più di 30 Km dalla riva del Lago e i loro bacini sono ingombrati da carcasse di pescherecci e di 10 KAPUSCINSKI R., “Imperium”, Giangiacomo Feltrinelli, Milano, 2002, pag. 217. (trad. Vera Verdiani). 11 In terreni desertici a 10-20 metri sotto il suolo, si trovano depositi naturali di sale che con una forte concentrazione d’umidità emergono in superficie. Questo fenomeno si è aggiunto all’aumento della salinità da fertilizzanti. 12 I “lavaggi” avvengono con massicce irrigazioni dei terreni, in modo da spingere il sale in superficie verso il letto d’acqua sotterraneo. LEROI R., “La filière coton en Asie Centrale”, Le Courrier de pays de l’Es,t n°1027, Aôut, 2002

Anteprima della Tesi di Giulia Caldana

Anteprima della tesi: La transizione economica del Kazakistan, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Giulia Caldana Contatta »

Composta da 204 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3748 click dal 27/01/2005.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.