Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progetto e realizzazione di un corso interdisciplinare di fisiologia e bioingegneria cardiovascolare realizzato con tecnologie multimediali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 essere gestita da altri. In ultimo, Bush lascia insoluto il problema dell'accesso ai dati non lineari. Il memex è un sistema non lineare di una singola persona senza mezzi inerenti di trasferimento dei dati da e verso la scrivania. E' responsabilità dell'utente ottenere nuovi dati, creare tracce e trovare un metodo per trasferire e condividere i dati con gli altri. Doug Engelbart lesse "As We May Think" durante la sua permanenza nelle Filippine, subito dopo la seconda guerra mondiale. Le idee propugnate da Bush restarono in lui, ma fu soltanto negli anni '60 che i mezzi per implementare un memex si resero disponibili. Lavorando con William K. English e John F. Rulifson, Engelbart creò il sistema On-Line (chiamato naturalmente NLS), un sistema di collaborazione per team di operatori localizzati in luoghi diversi. Come parte dell'NLS, il team creò concetti dell'utilizzo di editor di profilo per lo sviluppo delle idee, ciò che più tardi fu denominato collegamento ipertestuale, elaborazione di testi, sistema a finestre, funzioni di guida in linea e congruenza nell'interfaccia utente; l'hardware necessario e quello inventato comprendeva il mouse come dispositivo di puntamento per la selezione di aree sul CRT. E' importante ricordare che nel 1968 i computer erano mainframe e la programmazione era solitamente eseguita tramite schede perforate o nastro magnetico. L'output era spesso stampato su una telescrivente. Engelbart e il suo team si resero conto che questo non era ambiente ideale per il miglioramento del pensiero umano, ma avevano i mezzi, per la prima volta, di creare un nuovo ambiente per gli utenti di computer. Con l'aumento della potenza di calcolo, si migliorò anche la facilità d'uso. Il lavoro di Engelbart (insieme alle idee di Ted Nelson) influenzò la ricerca, allora in atto presso il centro di ricerche Xerox di Palo Alto. Nell'aprile del 1997, all'età di 72 anni, Engelbart è stato insignito del premio Lemelson - MIT in riconoscimento dell'invenzione del mouse per computer e ad altri svariati dispositivi e idee che rendono l'interfaccia utente semplice e comoda. Il premio è stato istituito nel 1994 da Jerome H. e Dorothy Lemelson come riconoscimento agli inventori e agli innovatori scientifici americani ed è amministrato dal MIT.

Anteprima della Tesi di Stefano Scotti

Anteprima della tesi: Progetto e realizzazione di un corso interdisciplinare di fisiologia e bioingegneria cardiovascolare realizzato con tecnologie multimediali, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Stefano Scotti Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3094 click dal 03/02/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.