Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Ristorazione Toscana di Qualità - Un'analisi quantitativa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

LA RISTORAZIONE TOSCANA DI QUALITà Un’analisi quantitativa 11 1.1 Le abitudini degli individui e i riflessi sul settore ristorativo Volendo delineare brevemente gli aspetti salienti di questa vera e propria “rivoluzione” che ha riguardato dapprima l’alimentazione degli individui, e quindi come riflesso, il settore della ristorazione di cui qui ci si occupa, si può affermare che la sua origine deve essere ricercata nell’interazione di un complesso di circostanze di tipo economico, socio-demografico e culturale. In particolare, dal punto di vista strettamente economico, bisogna evidenziare che, stante l’esistenza di una relazione immediata e diretta tra il livello di benessere di una società, di cui il prodotto interno lordo (Pil) può essere considerato un attendibile indicatore, ed i consumi alimentari fuori casa soddisfatti dal settore della ristorazione, sia essa commerciale o collettiva, la crescita della ricchezza avvenuta nel Pil nazionale e nella relativa quota media pro-capite negli anni successivi per l’appunto al 1970, è stata accompagnata da un contemporaneo incremento della spesa per i consumi alimentari extradomestici, ed in generale per i consumi non alimentari. Essi in effetti, oltre a rispondere meramente al fabbisogno nutrizionale dei singoli, si caricano progressivamente anche di connotati emozionali e sensoriali. A tale proposito, si consideri che, se da una lato, a partire dal 1980 la spesa per i consumi privati delle famiglie ha registrato un tasso medio annuo di crescita positivo, dall’altro lato, la sua componente alimentare ha manifestato un andamento nettamente meno dinamico, con un più basso tasso medio annuo di crescita. Si fa appena notare che il fenomeno osservato rappresenta anche una verifica empirica della legge di Engel, secondo la quale la spesa per il cibo cresce in modo meno che proporzionale rispetto al reddito.

Anteprima della Tesi di Filippo Giustini

Anteprima della tesi: La Ristorazione Toscana di Qualità - Un'analisi quantitativa, Pagina 6

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Filippo Giustini Contatta »

Composta da 75 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4229 click dal 07/02/2005.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.