Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Project finance nei paesi in via di sviluppo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione XII tax-based finance consente di distribuire all’interno della coalizione a sostegno del progetto gli imponibili e i costi deducibili ottimizzando l’impatto fiscale dell’operazione; la presenza di flussi futuri, inoltre, riduce il costo dell’operazione e consente l’ingresso di ulteriori finanziatori. A livello operativo, le possibili modalità di effettivo coordinamento fra il project finance, il leasing e la tax-based finance sono riconducibili a quattro schemi contrattuali: (i) il project leasing in senso stretto, (ii) il project finance con applicazioni di leasing, (iii) l’agglomerato finanziario di contratti di leasing e (iv) il leasing tradizionale. Di questi sono posti in evidenza solo gli aspetti fondamentali. Dopo un approfondimento teorico dello strumento del project leasing, il capitolo si conclude con l’analisi del mercato mondiale del leasing. Tale approfondimento rivela situazioni e dinamiche evolutive altamente differenziate: se, infatti, in molte zone il leasing ha ormai raggiunto una fase di piena maturità, in altri contesti, quale quello rilevabile in molti paesi in via di sviluppo, lo strumento della locazione finanziaria presenta ancora forti potenzialità di crescita. Le attese per un’ulteriore diffusione del leasing in queste aree dipendono anche dal contributo della Banca Mondiale, e in modo particolare dell’IFC, che oltre ad utilizzare con crescente frequenza questo strumento nel finanziamento di progetti di investimento nel settore privato, offre consulenza ai governi in tema di regolamentazione del leasing, di studi di fattibilità e di identificazione di sponsor e partner tecnici utili per la realizzazione delle singole iniziative. Lo sforzo dell’IFC volto a creare un ambiente “avvantaggiante”, in paesi caratterizzati da economie arretrate, è stato quello di collaborare con i governi dei vari paesi al fine sia di rimuovere norme spesso sfavorevoli, sia di introdurre nuove norme nel sistema legale e finanziario, contribuendo all’introduzione di specifiche leggi sul leasing. L’IFC ha quindi stabilito che l’efficacia del sistema legale dipenda da alcuni fattori chiave: chiarezza nella definizione del contratto di leasing, degli asset locati e, delle responsabilità e dei diritti delle parti coinvolte nel contratto di leasing; trattamento delle passività; priorità delle richieste del lessor rispetto all’asset locato in caso di fallimento; la procedura di ri-acquisto.

Anteprima della Tesi di Francesca Bonardi

Anteprima della tesi: Il Project finance nei paesi in via di sviluppo, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Francesca Bonardi Contatta »

Composta da 204 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3074 click dal 08/03/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.